Blocco di Branca Destro – Test Ammissione

1 di 50 Domande

Scenario 57: Un uomo di 37 anni si presenta al Pronto Soccorso per intensa sintomatologia algica al livello della spalla destra. Il paziente riferisce caduta accidentale sul palmo della mano con la spalla atteggiata in modica abduzione ed estensione. Dopo la valutazione dell'esame radiografico, quale diagnosi si sospetta?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Lussazione dell'articolazione acromion-claveare.


  • B) Frattura del trochite.


  • C) Lussazione posteriore dell'articolazione gleno omerale.


  • D) Lussazione anteriore dell'articolazione gleno-omerale.


  • E) Frattura della cavita' glenoide.


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la 'Lussazione anteriore dell'articolazione gleno-omerale.'.

2 di 50 Domande

Quale e' il sintomo piu' frequente di una lesione meniscale?

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) crepitio


  • B) dolore


  • C) blocco articolare


  • D) cedimento


  • E) versamento


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' dolore '.

3 di 50 Domande

In un paziente con infarto miocardico acuto in sede infero-posteriore, edema polmonare e soffio sistolico mitralico di nuova comparsa, la causa dell’insufficienza valvolare, insorta acutamente, va ricercata nella:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) ipertensione arteriosa polmonare


  • B) fibrillazione atriale


  • C) dilatazione atriale destra


  • D) aneurisma del ventricolo destro


  • E) Disfunzione del muscolo papillare


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la E.
In un paziente con infarto miocardico acuto in sede infero-posteriore, edema polmonare e soffio sistolico mitralico di nuova comparsa, la causa dell’insufficienza valvolare, insorta acutamente, va ricercata nella disfunzione del muscolo papillare, che ha determinato insufficienza valvolare mitralica severa.

4 di 50 Domande

Attivita' farmacologica dell’acyclovir: uno dei seguenti e' il meccanismo d’azione in causa.

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) formazione di acido nucleico virale instabile


  • B) inibizione del Dna - polimerasi virale


  • C) induzione della produzione di proteine antivirali


  • D) induzione della produzione di interferone


  • E) blocco della RNA - Polimerasi DNA dipendente


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la 'inibizione del Dna - polimerasi virale'.

5 di 50 Domande

Una delle seguenti affermazioni sulla nevralgia del trigemino e' falsa. Quale?

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) le crisi dolorose sono spesso accompagnate da fenomeni vasomotori


  • B) caratteristica della nevralgia e' il dolore in forma di ‘tic


  • C) puo' essere dovuta a tumori del ganglio di Gasser


  • D) l’esame istologico rileva sempre ampie zone di demielinizzazione del nervo


  • E) puo' interessare qualsiasi branca del nervo


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la 'l’esame istologico rileva sempre ampie zone di demielinizzazione del nervo'.

6 di 50 Domande

In quali condizioni usi la lidocaina come farmaco di scelta?

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) tachicardia ventricolare con presenza di polso


  • B) flutter atriale


  • C) tachicardia ventricolare con torsione di punta


  • D) blocco AV di III grado


  • E) tachicardia parossistica sopraventricolare con ipotensione grave


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' tachicardia ventricolare con presenza di polso '.

7 di 50 Domande

La Prof.ssa Pistone, docente presso un istituto superiore, si reca con un suo alunno di 17 anni presso il P.S. dell’ospedale San Raffaele di Milano. Anamnesi patologica prossima:  il ragazzo accusa un forte dolore al police della mano destra dopo essere stato coinvolto in una rissa. Esami strumentali: viene sottoposto ad un RX della mano destra.  Quale è la diagnosi?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Frattura della falange terminale


  • B) Frattura della base del primo osso metacarpale


  • C) Frattura della testa del primo osso metacarpale


  • D) Frattura dell’osso sesamoide


  • E) Frattura della falange prossimale


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la B.
Le fratture metacarpali rappresentano il 30-40% di tutte le fratture della mano, sono solitamente il risultato di un trauma diretto, possono verificarsi negli atleti o come infortuni sul lavoro a causa di stress ripetuti.
Le fratture delle ossa metacarpali possono essere suddivise in relazione alla zona colpita: la testa, il collo, l'asta o la base del metacarpo.
Sono diagnosticate mediante RX della mano dove possono essere identificate mediante l’osservazione delle rime di fratture, visibili come interruzioni della corticale che possono più o meno approfondarsi nella midollare dell’osso fratturato e vengono sospettate in pazienti che hanno subito un trauma diretto o indiretto alla mano con segni di dolore e gonfiore sul dorso della mano.

8 di 50 Domande

La curva di dissociazione di ossigeno dell’emoglobina normale adulta è indicata nella figura a destra. Questa curva viene spostata a destra da quale dei seguenti condizioni?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) mischiandolo con emoglobina fetale


  • B) diminuzione del CO2


  • C) cooperative binding dell’ossigeno


  • D) aumento del 2-3 bifosfoglicerato (BPG)


  • E) aumento del pH


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la 'aumento del 2-3 bifosfoglicerato (BPG)'.

9 di 50 Domande

Viene ritrovata una massa palpabile al fianco destro di un neonato. L'urografia evidenzia dislocazione e distorsione della pelvi e dei calici del rene di destra. La diagnosi piu' probabile e':

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) ipertrofia del piloro


  • B) rene policistico


  • C) idronefrosi


  • D) tumore di Wilms


  • E) trombosi della vena renale


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' tumore di Wilms '.

10 di 50 Domande

La sincope, perdita di coscienza transitoria, riconosce diverse cause. In quale delle seguenti è opportuno il ricovero ospedaliero?

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Sincope da sindrome del seno carotideo


  • B) Sincope situazionale


  • C) Sincope vaso-vagale


  • D) Sincope da blocco atrio ventricolare (BAV) di 2° grado tipo Mobitz II


  • E) Sincope da ipotensione ortostatica


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la D.
La sincope da blocco atrio-ventricolare di 2° grado tipo Mobitz II impone il ricovero ospedaliero, perché è indicato l’impianto di pacemaker. All’ECG si caratterizza per la comparsa periodica o intermittente di P bloccate, non seguite da QRS, senza allungamento progressivo dell’intervallo PR, che rimane costante in quanto il processo patologico alla base è posto al di sotto del nodo AV. Il rapporto di conduzione può variare (2:1, 3:1 o maggiori). In presenza di pause significative, i sintomi sono generalmente la pre-sincope e la sincope. La sincope da sindrome del seno carotideo, situazionale e vaso-vagale necessitano di terapia ma non di ricovero (risposte A, B e C errate). Invece, per la sincope da ipotensione ortostatica deve essere riconosciuta la causa ed evitata o risolta (risposta E errata).

11 di 50 Domande

In quali branche si suddivide il fascio di His?

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Destra, sinistra, sinistra anteriore e sinistra posteriore


  • B) Sinistra anteriore e posteriore, destra anteriore e posteriore


  • C) Destra e sinistra


  • D) Sinistra anteriore, sinistra posteriore


  • E) Destra anteriore, destra posteriore e sinistra


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' Destra, sinistra, sinistra anteriore e sinistra posteriore '.

12 di 50 Domande

La dissociazione atrioventricolare e' presente in tutte le seguenti aritmie, tranne quale?

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Fibrillazione atriale con risposta ventricolare rapida e irregolare


  • B) Ritmo giunzionale accelerato senza conduzione retrograda e con occasionali battiti di cattura


  • C) Tachicardia ventricolare senza conduzione retrograda


  • D) Blocco A-V completo


  • E) Bradicardia sinusale con scappamenti giunzionali lenti e occasionali battiti di cattura


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la A
La dissociazione atrioventricolare è presente in tutte le aritmie proposte, tranne che nella fibrillazione atriale con risposta ventricolare rapida e irregolare. La dissociazione atrio-ventricolare consiste nella separazione dell’attività elettrica delle camere atriali e di quelle ventricolari che si attivano in maniera indipendente; esse fisiologicamente si contraggono in modo sincrono grazie all’impulso che origina dal nodo senoatriale, il “segnapassi” o “pacemaker” cardiaco. Al contrario, quando gli impulsi per la contrazione atriale e ventricolare sono controllati da due diversi centri (ad esempio dal nodo senoatriale e dal nodo atrioventricolare) le camere si contraggono in maniera asincrona e indipendente; in genere, la contrazione ventricolare è sostenuta da parte di centri di conduzione cardiaca giunzionali o ventricolari che assumono il ruolo di “pacemaker sussidiari”. La dissociazione atrioventricolare può essere distinta in due diverse tipologie:
- dissociazione “isoritmica”, quando la frequenza cardiaca del pacemaker sussidiario e la morfologia del complesso QRS sono simili a quelli del ritmo cardiaco sinusale ed è presente un’onda “p” che può localizzarsi prima, nel contesto del complesso QRS o subito dopo: ciò è caratteristico, ad esempio, della bradicardia sinusale con scappamenti giunzionali lenti e occasionali battiti di cattura (risposta E errata).
- dissociazione “da interferenza”, quando il pacemaker sussidiario interferisce per via retrograda con quello sinusale rendendolo refrattario agli impulsi sinusali: ciò è tipico della tachicardia ventricolare senza conduzione retrograda e del ritmo giunzionale accelerato conseguente ad intossicazione digitalica o da infarto acuto del miocardio (risposte B e C errate).
Infine, nel blocco atrioventricolare di III grado o blocco completo, si verifica una dissociazione completa tra l’attività di contrazione atriale e quella ventricolare e non vi è propagazione dell’impulso tra le due camere cardiache (risposta D errata).

13 di 50 Domande

Un massaggio del seno carotideo in un paziente con flutter atriale con blocco 2:1 (frequenza atriale di 300, frequenza ventricolare di 150 batt/min) quale dei seguenti risultati produrra' piu' verosimilmente?

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Temporanea conversione del flutter in fibrillazione


  • B) Una riduzione della frequenza cardiaca che potenzialmente permetta una conduzione 1:1


  • C) Interruzione del flutter atriale


  • D) Temporaneo aumento del blocco av a 3:1, 4:1, etc


  • E) Aumentata irritabilita' ventricolare


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la D
Il flutter atriale è un’aritmia regolare in cui l’atrio ha un’attivazione molto rapida, con una frequenza superiore a 240 impulsi/minuto; essendo la frequenza atriale così elevata non tutti gli impulsi di attivazione atriale vengono condotti a livello ventricolare e spesso la conduzione AV avviene con rapporto 2:1.
Il massaggio del seno carotideo è una manovra che aumenta il tono vagale a livello del nodo AV, quindi nel caso di un flutter atriale determinerebbe un temporaneo aumento del blocco AV a 3:1, 4:1 e cosÏ via riducendo la frequenza di attivazione ventricolare.

​​​​​​​

14 di 50 Domande

La sindrome di Ramsay Hunt di tipo II:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) e' determinata dalla riattivazione del Virus Herpes Zoster nei gangli delle radici nervose dorsali ed è caratterizzata dalla presenza di dolore in assenza di manifestazioni cutanee


  • B) e' determinata dalla riattivazione del Virus Herpes Zoster nei gangli delle radici nervose lombari ed è caratterizzata dalla presenza di dolore in assenza di manifestazioni cutanee


  • C) e' una forma di paralisi periferica idiopatica del nervo faciale senza rash, legata forse a un’infezione del Virus Herpes Simplex


  • D) e' determinata dalla riattivazione del Virus Herpes Zoster a livello della I branca oftalmica del trigemino ed è caratterizzata da congiuntivite, uveite, cheratite


  • E) e' determinata dalla riattivazione del Virus Herpes Zoster a livello del ganglio genicolato (branca sensitiva del nervo faciale) ed è caratterizzato da paralisi del nervo faciale accompagnato da un’eruzione vescicolare eritematosa sull’orecchio


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la E
L’Herpes zoster oticus (o Herpes genicolato o Sindrome di Ramsay Hunt) è una manifestazione non comune dell'herpes zoster a carico dei gangli dell'8o nervo cranico e del ganglio genicolato del 7o nervo craniale (faciale). Si caratterizza per paralisi del nervo facciale, accompagnato da un’eruzione vescicolare eritematosa dell’orecchio.

15 di 50 Domande

Tra i grossi vasi arteriosi coronarici quello che si occlude piu' di frequente e':

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Tronco comune della coronaria sinistra


  • B) Discendente posteriore


  • C) Coronaria destra


  • D) Circonflessa


  • E) Discendente anteriore sinistra


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' Discendente anteriore sinistra '.

16 di 50 Domande

In condizioni normali un aumento della pressione atriale destra:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Diminuisce la pressione arteriosa sistemica


  • B) Diminuisce la frequenza cardiaca


  • C) Diminuisce la pressione intratoracica


  • D) Aumenta la portata cardiaca


  • E) Diminuisce la pressione sistolica intraventricolare sinistra


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' Aumenta la portata cardiaca '.

17 di 50 Domande

  • A) e' comune nel cuore polmonare


  • B) Non e' frequente in corso di vasculopatie cerebrali


  • C) Si verifica frequentemente nei bambini con insufficienza cardiaca


  • D) e' identico alla sindrome da ipoventilazione


  • E) e' associato con un'insufficienza cardiaca sinistra, piuttosto che destra


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la 'e' associato con un'insufficienza cardiaca sinistra, piuttosto che destra'.

18 di 50 Domande

Il quarto tono cardiaco si ascolta piu' frequentemente nella seguente condizione:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Iponatriemia


  • B) Blocco di branca destra


  • C) Ipertensione arteriosa sistemica severa


  • D) Aneurisma aortico


  • E) Insufficienza mitralica


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la C
Il quarto tono cardiaco si ascolta più frequentemente in caso di ipertensione arteriosa sistemica severa. Il quarto tono cardiaco (T4) è un tono presistolico, precede immediatamente il I tono, è a bassa frequenza ed è più facilmente udibile mediante la campana dello stetoscopio. Esso riflette un’energica contrazione atriale causata da una ridotta elasticità ventricolare e, quindi, da una maggiore resistenza al riempimento ventricolare. È più frequentemente riscontrabile nei pazienti affetti da ipertensione arteriosa sistemica severa, ma può, talvolta, associarsi ad altre condizioni patologiche, quali: stenosi aortica, cardiomiopatia ipertrofica, ischemia miocardica e insufficienza mitralica acuta (risposta E errata). Al contrario il quarto tono cardiaco non si ausculta frequentemente in caso di iponatriemia, di blocco di branca destra e di aneurisma aortico (risposte A, B e D errate).

19 di 50 Domande

La malattia del nodo del seno puo' essere diagnosticata in base ad uno dei seguenti disturbi del ritmo:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Blocco di branca sinistra completo


  • B) Blocco di branca destra completo


  • C) Blocco A V di secondo grado tipo Luciani Wenckebach


  • D) Fibrillazione atriale a bassa frequenza di risposta ventricolare


  • E) "Torsades de pointes" 


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la 'Fibrillazione atriale a bassa frequenza di risposta ventricolare'.

20 di 50 Domande

Il polso varia di intensita' in tutte le seguenti condizioni, tranne:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Alcune forme di intossicazione da digitale


  • B) Bigeminismo


  • C) Polso alternante


  • D) Flutter atriale con blocco 3:1


  • E) Polso paradosso


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' Flutter atriale con blocco 3:1 '.

21 di 50 Domande

Un uomo di 65 anni si presenta in ambulatorio lamentando progressiva e invalidante rigidità in flessione del IV e V dito della mano destra. All'esame obiettivo tale atteggiamento di flessione non è riducibile e si accompagna alla presenza di un inspessimento cordoniforme rilevato e sclerotico a livello palmare, in corrispondenza del IV e del V dito. Da questo quadro clinico si può fare diagnosi di:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) lesione del nervo ulnare


  • B) lesione del nervo radiale


  • C) tenosinovite dei flessori delle dita


  • D) lesione del nervo mediano


  • E) morbo di Dupuytren


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la E
La malattia di Dupuytren è un disturbo caratterizzato da fibrosi progressiva della fascia palmare. La causa della malattia di Dupuytren è sconosciuta, fattori importanti includono etnia, sesso, etĂ  insieme ai piĂš svariati fattori ambientali ma sembra comunque avere una pronunciata predisposizione genetica.
È una malattia benigna e lentamente progressiva; l'ispessimento fasciale iniziale è solitamente visto come un nodulo nel palmo che può essere inizialmente doloroso e successivamente indolore che spesso passa inosservato e non diagnosticato. Dopo un periodo variabile di tempo, di solito decenni, si sviluppano in modo insidioso la rigidità articolare e la perdita della completa estensione.
Con l'evoluzione del processo, infatti, sulla fascia palmare i noduli possono formare bande longitudinali, denominate corde: il dito perde gradualmente l'estensione, con contratture che portano una o piĂš dita in flessione.
Dal punto di vista istopatologico, i noduli presenti nella prima fase della malattia sono delle lesioni patognomoniche dovute alla fase proliferativa della malattia, cioè quella in cui vi è proliferazione fibroblastica e deposizione disordinata di collagene con ispessimento fasciale. I noduli sono composti da fibroblasti, collagene di tipo III, cellule muscolari lisce e miofibroblasti; i tendini flessori non sono intrinsecamente coinvolti, ma a causa dell'invasione del derma si osservano delle pieghe cutanee caratteristiche.
La diagnosi è clinica, basata sulla storia della perdita indolore dell'estensione delle dita, sulla presenza di noduli o corde fibrose sulla faccia palmare delle mani, sulla presenza di una caratteristica piega triangolare cutanea sul tendine flessorio appena prossimale alla piega flessoria del dito e l'estensione passiva delle dita interessate sull'articolazione metacarpo-falangea mostrerà un caratteristico raggrinzimento della pelle.

22 di 50 Domande

Si ha un blocco A-V di primo grado quando all'ECG il P-Q e':

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) >0,10sec


  • B) >0,30sec.


  • C) >0,15 sec.


  • D) >0,25 sec


  • E) >0,20 sec.


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la E
Si parla di blocco A-V di primo grado quando si verifica un allungamento costante del tempo di conduzione atrio ventricolare che si mostra all'ECG con un segmento P-Q >0,20 sec. In questo caso tutti gli impulsi, seppur con ritardo, verranno condotti ai ventricoli per cui tutte le onde P saranno seguite da complessi QRS. Diversamente, nel blocco atrioventricolare di secondo grado alcune onde P non verranno trasmesse ai ventricoli, in modo costante e con un allungamento progressivo del tratto PQ fino ad un’onda P non seguita da un complesso QRS, nel tipo Mobitz I, o con impulsi improvvisamente non condotti, nel tipo Mobitz II. Infine, nel blocco atrioventricolare di terzo grado nessun impulso atriale sarà condotto a livello ventricolare per cui si determinerà una dissociazione atrioventricolare e la comparsa di un ritmo di scappamento ventricolare. Le cause di blocco atrioventricolare, condizione più frequente all’impianto di pacemaker permanente, possono essere di origine organica o funzionale, potendo, in taluni casi, essere reversibili; tra le eziologie funzionali ritroviamo l’ipertono vagale, cause farmacologiche e cause endocrio-metaboliche mentre tra le eziologie organiche vanno annoverate l’ischemia da infarto miocardico anteriore o inferiore, la malattia di Lev e quella di Lenègre, condizioni infiltrative come l’amiloidosi e tumori cardiaci.

23 di 50 Domande

L'interruzione completa del tratto ottico di destra provoca:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) emianopsia bitemporale


  • B) quadrantopsia sinistra


  • C) emianopsia omonima sinistra


  • D) quadrantopsia destra


  • E) emianopsia omonima destra


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' emianopsia omonima sinistra '.

24 di 50 Domande

Un bambino di 6 anni che vive in campagna presenta febbre elevata (40 Gradi C), cefalea, linfoadenopatia in regione retroauricolare destra, rash cutaneo e una lesione necrotica al cuoio capelluto. La diagnosi piu' probabile e':

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Toxoplasmosi


  • B) Febbre bottonosa del Mediterraneo


  • C) Malattia da graffio di gatto


  • D) Carbonchio


  • E) Leishmaniosi cutanea


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' Febbre bottonosa del Mediterraneo '.

25 di 50 Domande

Emanuele ha 73 anni ed è affetto da diabete di tipo 2 in trattamento con insulina. Viene trovato dai parenti privo di conoscenza davanti alla televisione, per cui viene trasportato in Ospedale. All’arrivo in Pronto Soccorso viene immediatamente eseguito l’elettrocardiogramma: Quale alterazione del ritmo è presente?​​​​​​​​​​​​​​

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) blocco atrioventricolare di I grado


  • B) blocco atrioventricolare di II grado


  • C) blocco atrioventricolare di III grado


  • D) Fibrillazione atriale


  • E) Fibrillazione ventricolare


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la C
L’elettrocardiogramma mostra un blocco atrioventricolare di III grado. Infatti, dal tracciato si nota la presenza di onde P a cui non fanno seguito complessi QRS: ciò indica un blocco totale della trasmissione dell’impulso elettrico dall’atrio ai ventricoli che smettono di contrarsi. Inoltre i complessi QRS presenti non sono preceduti da onde P, a dimostrare la completa dissociazione atrioventricolare caratteristica dei BAV di III grado o BAV completo: la contrazione dei ventricoli non è funzionale e avviene grazie ad un ritmo di scappamento giunzionale o ventricolare. Peraltro, anche l’età avanzata e la sintomatologia del paziente che viene trovato privo di conoscenza contribuiscono a far sospettare un blocco atrio-ventricolare di III grado in quanto esso si associa frequentemente a sincope. Al contrario, l’elettrocardiogramma non mostra un’alterazione del ritmo riconducibile a blocco atrio-ventricolare di I o di II grado, a fibrillazione atriale o a fibrillazione ventricolare (risposte A, B, D, E errate).

26 di 50 Domande

Nel complesso di Eisenmenger si rilevano tutte queste anomalie ad eccezione di una. Quale?

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) aorta a cavaliere


  • B) arco della polmonare prominente


  • C) difetto alto del setto interventricolare


  • D) stenosi della polmonare


  • E) ipertrofia ventricolare destra


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la D
Nel complesso di Eisenmenger, malformazione cardiaca congenita, si rilevano aorta poco sviluppata a cavaliere, arco della polmonare prominente con dilatazione del tronco e dei rami, difetto alto del setto interventricolare ed ipertrofia ventricolare destra ma non si riscontra stenosi dell’arteria polmonare (risposte A, B, C ed E errate). Tale condizione comporta la mescolanza del sangue arterioso e venoso con conseguente cianosi.

27 di 50 Domande

Le semilunari della valvola polmonare si distinguono per la loro posizione in:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) superiore, destra e sinistra


  • B) anteriore, destra e sinistra


  • C) anteriore, superiore ed inferiore


  • D) anteriore ed inferiore


  • E) posteriore, destra e sinistra


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' anteriore, destra e sinistra '.

28 di 50 Domande

Il fenomeno di Wenckebach e' rilevabile nel:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) blocco di branca sinistro


  • B) emiblocco anteriore sinistro


  • C) blocco seno-atriale completo


  • D) blocco seno-atriale progressivo


  • E) blocco di branca destro


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' blocco seno-atriale progressivo '.

29 di 50 Domande

Il ritmo ventricolare nel blocco completo A-V ha una frequenza generalmente di:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) 40-60 battute al m'


  • B) 100-120 battute al m'


  • C) 15-40 battute al m'


  • D) 80-100 battute al m'


  • E) 120-140 battute al m'


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%

La risposta corretta è la C.
 
La fisiologica attivazione cardiaca ha origine nel nodo seno-atriale dove sono localizzate le cellule P (pacemaker) che hanno la capacità di depolarizzarsi spontaneamente e ad intervalli regolari. L’impulso si diffonde agli atri, al nodo atrio-ventricolare e da qui ai ventricoli attraverso il fascio di His e il sistema di Purkinje. Le cellule con proprietà pacemaker sono localizzate, oltre che nel nodo del seno, anche nel nodo A-V, nel fascio di His e nelle vie intraventricolari e la frequenza di autodepolarizzazione si riduce progressivamente nel passaggio dagli atri ai ventricoli. Il nodo del seno, segnapassi primario, ha la frequenza di scarica generalmente uguale o maggiore di 70 volte al minuto (risposte B, D ed E errate); il nodo A-V ha una frequenza di scarica tra le 40 e le 60 volte al minuto (risposta A errata); le fibre di Purkinje scaricano circa 30 volte al minuto. Nel blocco A-V, l’attivazione cardiaca avviene quindi distalmente, a livello ventricolare, con una frequenza di 15-40 battute al minuto.

30 di 50 Domande

Quale fattore tra questi determina lo spostamento a destra della curva di dissociazione dell'ossi-emoglobina?

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Aumento della PaCO2


  • B) Riduzione della temperatura corporea


  • C) Aumento del pH arterioso


  • D) Aumento della glicemia


  • E) Riduzione della quantita' di emoglobina nel sangue


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' Aumento della PaCO2 '.

31 di 50 Domande

In corso di infarto miocardico acuto la alterazione del tracciato ECG piu' precoce e' in genere rappresentata da:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Sottolivellamento di ST


  • B) Blocco A-V completo


  • C) Diminuzione di voltaggio di T


  • D) Comparsa di onda Q


  • E) Sopralivellamento di ST


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' Sopralivellamento di ST '.

32 di 50 Domande

Con quale successione originano i rami dell'arco dell'aorta:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Arteria anonima, carotide sinistra, succlavia sinistra


  • B) Nessuna risposta corretta


  • C) Succlavia destra, carotide destra, arteria anonima


  • D) Arteria vertebrale, arteria anonima sinistra, arteria anonima destra


  • E) Arteria anonima, succlavia sinistra, carotide sinistra


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la 'Arteria anonima, carotide sinistra, succlavia sinistra'.

33 di 50 Domande

L'operazione di Blalock- Taussig e':

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) l'anastomosi tra arteria succlavia sinistra ed arteria carotide sinistra


  • B) l'allargamento del tronco dell'arteria polmonare


  • C) un'anastomosi tra arteria polmonare destra ed aorta ascendente


  • D) l'anastomosi tra tronco dell'arteria polmonare ed aorta ascendente


  • E) un'anastomosi tra arteria polmonare (destra o sinistra) ed arteria succlavia omolaterale


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' un'anastomosi tra arteria polmonare (destra o sinistra) ed arteria succlavia omolaterale '.

34 di 50 Domande

La paralisi ricorrenziale destra nel cancro del polmone a sede lobare superiore destra e' dovuta a

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) metastasi ai linfonodi della carena


  • B) invasione della cupola pleurica


  • C) invasione mediastinica


  • D) metastasi ai linfonodi dell'azygos


  • E) invasione tracheale


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' invasione della cupola pleurica '.

35 di 50 Domande

L'atelectasia del lobo medio si evidenzia meglio radiologicamente in proiezione:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) obliqua sinistra


  • B) postero-anteriore


  • C) laterale


  • D) obliqua destra


  • E) antero-posteriore


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' laterale '.

36 di 50 Domande

Il difetto interatriale tipo seno venoso si associa generalmente a:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) ritorno venoso polmonare anomalo parziale della vena polmonare superiore destra


  • B) coartazione aortica


  • C) ipoplasia del ramo destro polmonare


  • D) Cleft mitralico


  • E) DIV muscolare


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' ritorno venoso polmonare anomalo parziale della vena polmonare superiore destra '.

37 di 50 Domande

Quale via di accesso si utilizza per la miectomia secondo Morrow?

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Transpolmonare


  • B) Transatriale destra


  • C) Transventricolare destra


  • D) Transaortica


  • E) Transatriale sinistra


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' Transaortica '.

38 di 50 Domande

Nella tetralogia di Fallot il corto-circuito e':

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) bidirezionale


  • B) destra-sinistra


  • C) sinistra-destra


  • D) dipendente dalla posizione del corpo


  • E) dipendente dall'attivita' fisica


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' destra-sinistra '.

39 di 50 Domande

Qual'e' il graft preferenziale per l'arteria discendente anteriore?

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Arteria mammaria interna sinistra


  • B) arteria epigastrica superficiale


  • C) arteria mammaria interna destra


  • D) arteria gastroepiploica


  • E) arteria radiale


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' Arteria mammaria interna sinistra '.

40 di 50 Domande

Qual'e' la piu' comune indicazione all'impianto di un pace-maker

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) BAV di III grado


  • B) BAV di I grado


  • C) malattia del nodo Seno Atriale


  • D) sindrome del seno carotideo


  • E) blocco bifascicolare


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' BAV di III grado '.

41 di 50 Domande

L'arteria mesenterica superiore origina da

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) arteria renale destra


  • B) arteria renale sinistra


  • C) arteria ipogastrica


  • D) aorta


  • E) arteria iliaca esterna


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' aorta '.

42 di 50 Domande

La vena porta e' costituita di solito dalla confluenza:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) della V. mesenterica inferiore, della splenica, della gastrica destra


  • B) della V. mesenterica superiore e del tronco comune spleno-mesenterico inferiore


  • C) della V. gastrica sinistra, della mesenterica superiore; della v. gastroepiploica dx


  • D) della V. mesenterica superiore, della splenica, della v. surrenale


  • E) della V. mesenterica superiore, della v. renale destra, della v. splenica


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la 'della V. mesenterica superiore e del tronco comune spleno-mesenterico inferiore'.

43 di 50 Domande

Le arterie pancreaticoduodenali superiori ed inferiori originano rispettivamente da:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) epatica e gastroepiploica sinistra


  • B) a. gastrica destra e a. gastroepiploica destra


  • C) a. epatica e a. colica media


  • D) a. gastroduodenale e a. mesenterica superiore


  • E) epatica accessoria e gastrica destra


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' a. gastroduodenale e a. mesenterica superiore '.

44 di 50 Domande

Riguardo al forcipe di Naegele la branca sinistra e' quella che:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) viene afferrata dalla mano sinistra dell'operatore


  • B) porta il perno dell'articolazione


  • C) tutte le risposte sono corrette


  • D) nessuna risposta corretta


  • E) viene introdotta nel lato sinitro del canale del parto


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la 'tutte le risposte sono corrette'.

45 di 50 Domande

Le gonadi primordiali derivano da?

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) dal cercine labio-scrotale


  • B) dalla piega uretrale


  • C) dal mesonefro


  • D) dal canale utero-vaginale


  • E) cresta genitale destra e sinistra


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' cresta genitale destra e sinistra '.

46 di 50 Domande

La lamina cribrosa dell'etmoide e' in rapporto con:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) l'arteria comunicante anteriore


  • B) i nervi olfattori


  • C) i nervi nasociliari


  • D) il III paio dei nervi cranici


  • E) i nervi terminali della I branca del trigemino


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' i nervi olfattori '.

47 di 50 Domande

Il tasso di glucosio liquorale e' fortemente ridotto:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) nella aracnoidite diffusa


  • B) nella carcinomatosi leptomeningea


  • C) nella meningite t.b.c.


  • D) in caso di blocco midollare sovrastante


  • E) nella meningite batterica


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' nella meningite t.b.c. '.

48 di 50 Domande

Quali tra queste azioni sono esercitate dalla ciclosporina:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) inibizione della produzione di linfochine


  • B) aumento della trascrizione genica delle interleuchine


  • C) inibizione della sintesi di interleuchina 1 (IL-1)


  • D) blocco della sintesi dell'RNAm


  • E) aumento della produzione di anticorpi


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' inibizione della produzione di linfochine '.

49 di 50 Domande

L' effetto inotropo positivo della digitale e' dovuto a:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) blocco della fosfodiesterasi


  • B) attivazione dei recettori H2


  • C) inibizione diretta dell'ATPasi Na+-K+ dipendente


  • D) blocco dei recettori beta-1


  • E) attivazione dei recettori beta-1


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' inibizione diretta dell'ATPasi Na+-K+ dipendente '.

50 di 50 Domande

Una donna di 69 anni con protesi dentaria presenta da alcune settimane una lesione nodulare di circa 1 cm in corrispondenza della superficie vestibolare del canino e del premolare superiore di destra. All'esame istologico la lesione, rivestita da mucosa non alterata, appare costituita in prevalenza da numerose cellule giganti polinucleate senza atipie e da stroma fibroso riccamente vascolarizzato. Di quale delle seguenti lesioni si tratta?

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) emangioma capillare


  • B) fibroma


  • C) leucoplachia


  • D) epulide a cellule giganti


  • E) fibroemangioma


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la 'epulide a cellule giganti'.

Blocco di Branca Destro


Il blocco di branca destra (BBDx) è un’anormalità della conduzione cardiaca in cui l’attivazione del ventricolo destro (VD) è ritardata per il rallentamento o il blocco della depolarizzazione che arriva dal VS.

Il VS è attivato normalmente, quindi la parte precoce del QRS è normale. Il ritardo nella conduzione al VD si evidenzia nella presenza di una onda R secondaria (R’) nelle precordiali destre (V1-V3) e un’ampia onda S nelle laterali.

La depolarizzazione ritardata del VD da origine anche ad anomalie secondarie della ripolarizzazione, con depressione del tratto ST e inversione onda T nelle precordiali destre.

Nel BBDx l’asse cardiaco è normale.

Eziologia


Le cause principali di un BBDX sono:

  • Ipertrofia ventricolare destra;
  • Embolia polmonare;
  • Ischemia miocardica;
  • Malattia reumatica;
  • Miocardite o cardiomiopatia;
  • Patologie degenerative del sistema di conduzione;
  • Difetti congeniti (difetto setto interatriale).

Classificazione


Blocco di branca destra incompleto. Si verifica quando c’è un ritardo di conduzione nella branca destra oppure all’interno dello stesso miocardio ventricolare destro. Anche se viene comunemente chiamato BBDx incompleto, è di fatto un ritardo di conduzione intraventricolare piuttosto che un vero blocco di branca. La branca destra infatti funziona in genere con un meccanismo tutto o nulla quindi o è presente la conduzione oppure no.

La parte iniziale del QRS è normale, mentre nella parte finale si evidenzia il ritardo di conduzione con una seconda onda R (R’) nelle precordiali destre e una profonda S nelle precordiali sinistre. Quindi la morfologia del QRS è del tipo rsR’ in aVR e V1-V2, del tipo qRs in I derivazione, aVL e V5-V6. Il QRS non è slargato, la durata non supera il 120 ms.

Da ricordare che un BBDx incompleto può essere erroneamente generato all’ECG se l’elettrodo di V1 è posizionato più in alto del IV spazio intercostale o più a destra della zona parasternale. Può inoltre essere una variante comune senza significato nei bambini.

Blocco di branca destra completo. Vi è un blocco totale della conduzione lungo la branca destra, mentre il VS e il setto di depolarizzano normalmente.

Perciò il QRS appare con morfologia RsR’ nelle derivazioni V1-V2 (aspetto a “orecchio di coniglio”) e una profonda onda S in aVL, I, V5-V6. Il QRS è slargato (> 120 ms).

Nel blocco di branca completo sono presenti anche anomalie della ripolarizzazione ventricolare che si traducono in variazioni del tratto ST e dell’onda T nelle derivazioni precordiali destre.

Diagnosi


Caratteristiche ECG-grafiche del BBDx:

  • Aspetto RsR’ (orecchio di coniglio o M) nelle derivazioni V1 e V2. Qualche volta possiamo trovare una onda R monofasica oppure un aspetto del tipo qR;
  • Profonda onda S in aVL, I, V5 e V6;
  • QRS ampio (> 120 ms)

Nella figura sopra si vede il tipico aspetto ad M del QRS in V1, mentre nella figura accanto si nota la tipica onda S profonda e ampia in derivazione I.

Nell’ECG possono essere associate al BBDx altre caratteristiche secondarie, come depressione del tratto ST e/o inversione dell’onda T nelle precordiali destre, come si vede nell’immagine sotto.

In un tracciato in cui sia presente un BBDx, al contrario del BBSx, è ancora possibile individuare segni di anomalia a carico del VS, come ischemia miocardica, ipertrofia VS, pericardite.

Non possono essere invece identificate altre anomalie del VD.

Caso clinico ECG 001


Blocco di branca destra: QRS ampio, con aspetto a M (o orecchio di coniglio) in V1-V3, onda S profonda nelle derivazioni laterali.

Caso clinico ECG 002


Blocco di branca destra: QRS ampio, con aspetto a M (o orecchio di coniglio) in V1-V3, onda S profonda nelle derivazioni laterali.

Caso clinico ECG 003


Blocco di branca destra: QRS ampio, con aspetto a M (o orecchio di coniglio) in V1-V3, l’onda S profonda nelle derivazioni laterali è meno evidente.

Caso clinico ECG 004


Blocco di branca destra: QRS ampio, con aspetto a M (o orecchio di coniglio) in V1-V3, onda S profonda nelle derivazioni laterali. Si nota anche l’inversione dell’onda T in V1-V2.

Caso clinico ECG 005


Blocco di branca destra incompleto: RSR’ in V1-V3, QRS non slargato (< 120 ms).

Caso clinico ECG 006


In diagnosi differenziale con il BBDx può entrare la sindrome di Brugada, che si associa ad aritmie ventricolari maligne. In questo tracciato troviamo un pattern RSR’ in V1-V3 che in questo caso è causato dal difetto genetico.

Trattamento


La terapia del Blocco di Branca Destro dipende dalla causa scatenante e di quanto questa sia grave e curabile.

Se il blocco di branca sinistra è asintomatico e apparentemente non connesso a condizioni che necessitano di una terapia immediata, non è richiesto nessun trattamento specifico.

Card image cap
Test Ammissione

Preparazione Avanzata

Card image cap
Test Ammissione

Preparazione Avanzata

Card image cap
Test Ammissione

Preparazione Avanzata