Quiz Correlati


1 di 4 Domande

Paziente di 50 anni, asintomatico, effettua screening per visita medico-sportiva. Quale delle seguenti affermazioni è quella corretta?

product image
  • A) Il paziente deve eseguire test di provocazione


  • B) Il paziente deve eseguire impianto di pacemaker bicamerale


  • C) Il paziente deve eseguire impianto di pacemaker monocamerale


  • D) Il paziente deve escludere pause maggiori con monitoraggio ECG nelle 24 h


  • E) Nessuna delle precedenti


  • F) Non seleziono nessuna risposta

  • Utenti che rispondono correttamente: 50%

La risposta corretta è la E
Per il paziente, in base ai dati clinico-anamnestici ed all’elettrocardiogramma, nessuna delle opzioni è quella corretta, in quanto è presente semplice bradicardia sinusale, fisiologica in uno sportivo, per lo più non correlata a quadri sintomatici, quindi non c’è necessità ad indagare con altri esami o a trattarla con impianto di pacemaker. Infatti il referto mostra: “ Ritmo sinusale a FC 58 bpm.  Normale conduzione AV. Lieve ritardo dx. Emiblocco anteriore sx. Anomalie secondarie del recupero”

2 di 4 Domande

Che cosa non e' presente in questo tracciato di questo ragazzo di 16 anni asintomatico dopo prova da sforzo?

product image
  • A) Pausa significativa


  • B) Ritmo sinusale


  • C) Battito giunzionale


  • D) Blocco senoatriale di III grado


  • E) Asse normo-orientato


  • F) Non seleziono nessuna risposta

  • Utenti che rispondono correttamente: 50%

La risposta corretta è la A
Nell’elettrocardiogramma non è presente una vera pausa significativa. Infatti si definisce come tale una pausa > 3 secondi o che presenti un dato clinico associato. E’ presente un blocco seno-atriale III grado, in quanto dopo un ciclo PP regolare vi è una pausa in assenza di P, pari ad un tempo maggiore del doppio del ciclo PP. Questa pausa è pari a 1.24 secondi ed è seguita da un battito giunzionale (QRS stretto con stesso asse del ritmo sinusale non preceduto da onde P). L’asse è normo-orientato con  I e AVF positivi, più precisamente tra 0-30 gradi. Infatti il referto mostra: “ Ritmo sinusale a FC 100 bpm.  PR 160 ms. QRS nei limiti. Presenza di blocco seno-atriale III con pausa di 1.24 secondi. Battito di scappamento giunzionale.  Recupero nei limiti”

3 di 4 Domande

Paziente di 15 anni con sporadiche palpitazioni in assenza di storia personale di sincope e familiarita' per morte improvvisa. Esegue ECG di controllo. Quale anomalia e' presente?

product image
  • A) Blocco senoatriale I grado


  • B) Blocco senoatriale II grado tipo 1


  • C) Blocco senoatriale II grado tipo 2


  • D) Fibrillazione atriale


  • E) TPSV


  • F) Non seleziono nessuna risposta

  • Utenti che rispondono correttamente: 50%

La risposta corretta è la C
Il paziente, in base ai dati clinico-anamnestici ed all’elettrocardiogramma, presenta blocco senoatriale II grado tipo 2. La TPSV si può escludere in quanto i P-QRS nel mezzo sono normalmente condotti in successione ad una FC di 72 bpm, con l’eccezione della pausa dopo il primo complesso e di quella dopo il nono complesso. In particolare possiamo vedere come queste pause avvengano improvvisamente, in assenza di accorciamento dell’intervallo PP, quindi in assenza di BSA II grado tipo 1. Le onde P visibili lasciano senza dubbio escludere la fibrillazione atriale. In tal caso vi è un BSA II grado tipo 2 in quanto la pausa è improvvisa ed è proprio un multiplo (in tal caso il doppio) rispetto all’intervallo PP con l’unica eccezione che dopo la prima pausa vi è un’uscita atriale in una zona differente (P differente) mentre dopo la seconda pausa la P è la stessa.  Infatti il referto mostra: “ Ritmo sinusale a FC 72 bpm.  Normale conduzione AV ed IV. Evidenza di 2 fasi di verosimile blocco senoatriale II grado tipo 2 (pausa di 1.5 secondi). Nei limiti il recupero. ”

4 di 4 Domande

Piccolo di 5 anni ricoverato per frattura all’omero. Viene eseguito ECG pre-operatorio. Quale riscontro e' presente?

product image
  • A) Arresto sinusale


  • B) Blocco seno-atriale II grado Mobitz 1


  • C) Aritmia sinusale respiratoria


  • D) Fibrillazione atriale


  • E) Flutter atriale


  • F) Non seleziono nessuna risposta

  • Utenti che rispondono correttamente: 50%

La risposta corretta è la C
Il paziente, in base ai dati clinico-anamnestici ed all’elettrocardiogramma, presenta aritmia sinusale respiratoria. Questa alterazione del ritmo parafisiologica è difficilmente distinguibile dalle varie realtà della sick sinus syndrome. Essa è caratterizzata da un progressivo rallentamento e poi una progressiva accelerazione della frequenza cardiaca in base agli atti del respiro (molto frequente nella popolazione pediatrica). Il blocco seno-atriale II grado Mobitz 1 è escluso per la presenza di intervalli PP che sembrano allargarsi piuttosto che restringersi prima della pausa (vedi dopo prima pausa nella striscia lunga e prima della seconda). La presenza di singola onda P prima del QRS esclude facilmente fibrillazione atriale e flutter atriale. Infatti il referto mostra: “ Aritmia sinusale respiratoria a FC media di 96 bpm.  Normale conduzione AV ed IV. 1 extrasistole sopraventricolare. Nei limiti il recupero.”

Blocco seno-atriale

Materiale Gratuito

Gentile Dott., effettui il login per visualizzare il materiale richiesto gratuito.