Simulazioni Casi FB C026-030 – Test Ammissione

Simulazione

Cliccando in alto a destra sul pulsante "+" e' possibile "Consegnare", "Salvare e Interrompere", "Salvare e Continuare" il compito.

1 di 5 Domande

Scenario TT24T: Un ragazzo di 19 anni esegue un ECG per la visita medico-sportiva. Dopo l'esecuzione dell'esame richiesto, quale diagnosi si può porre?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la D.
Per il paziente del caso clinico, in base ai reperti clinico-anamnestici e all’ECG, la diagnosi più probabile è rappresentata dalla pre-eccitazione ventricolare Wolff-Parkinson-White (WPW), una malattia caratterizzata da tachicardie sopra-ventricolari legate alla presenza di una via accessoria, che colpisce circa 1-3/1000 persone: infatti, il tracciato mostra un ritmo sinusale con un intervallo PR diminuito (PR < 120 ms), un ampio QRS con un evidente onda delta e una onda S dominante in V1; tali reperti confermano il sospetto di WPW di tipo B e la presenza di una via accessoria destra. Al contrario, tale tracciato non presenta blocco di branca sinistra completo e sindrome di Brugada (risposte A, B, C ed E errate).
Rif. 738dbRbBDBdy

2 di 5 Domande

Un uomo di 58 anni presenta arresto da fibrillazione ventricolare (VF); si è riusciti a ristabilire il ritmo sinusale alla terza scarica elettrica e la sua P.A. è di 110/70 mmHg. È un fumatore con significativa malattia vascolare periferica, angina stabile e ha subito un innesto di bypass femorale-popliteo il giorno precedente. Un elettrocardiogramma post-arresto (ECG) è allegato. Quale è l’arteria responsabile del quadro?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la C.
In base ai reperti clinico-anamnestici e all’elettrocardiogramma, sono probabilmente interessate sia la arteria discendente anteriore sinistra che quella circonflessa: infatti, l’ECG mostra caratteristiche tipiche dello STEMI anterolaterale.
Rif. CasiCliniciCommentati2125

3 di 5 Domande

Un paziente maschio, di 57 anni, va dal medico di base per un senso di pesantezza al torace. Non prova dolore né oppressione toracica. Il medico gli prescrive una radiografia del torace standard allegata. Qual è la diagnosi?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la B.
Il paziente del caso clinico presenta un aneurisma dell’aorta toracica: infatti, la RX mostra una voluminosa dilatazione aneurismatica dell’aorta discendente toracica, che assume un decorso tortuoso, creando un severo slargamento della marginale mediastinica di sinistra, prevalente in sede ilare e peri-ilare. Non si riscontra la presenza di un ascesso polmonare e/o tumore del polmone (risposta A e C errate). Inoltre, è visibile il profilo atriale sinistro esente da lesioni espansive osservabili (risposta D errata). Infine, le strutture ilari sono visibili, malgrado la dilatazione aneurismatica e non è presente coinvolgimento del pacchetto linfonodale ilare sinistro (risposta E errata).
Rif. CasiCliniciCommentati2147

4 di 5 Domande

Un uomo di 82 anni viene accompagnato dal figlio al PS del Policlinico per una sintomatologia caratterizzata da astenia e giramenti di testa. Il medico di guardia decide di effettuare un ECG in urgenza. Cosa si può notare all’ECG eseguito in urgenza?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la E.
L’ECG del paziente del caso clinico mostra un BAV di tipo 2:1, un difetto nel sistema di conduzione del cuore, che si verifica nella porzione tra atrio e ventricolo. In particolare, è possibile individuare un complesso QRS ogni due P.
Rif. CasiCliniciCommentati2317

5 di 5 Domande

Individua tra i seguenti l' elemento clinico-diagnostico che non orienta verso la diagnosi di endocardite infettiva:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la A.
Le emocolture ripetutamente negative non orientano verso la diagnosi di endocardite infettiva. Infatti, la diagnosi clinica certa di endocardite richiede che siano soddisfatti i criteri di Duke, in particolare devono essere presenti:
- due criteri maggiori, oppure,
- un criterio maggiore più tre criteri minori, oppure,
- cinque criteri minori.
I criteri diagnostici maggiori consistono in:
- emocoltura positiva per microorganismi tipici dell'endocardite infettiva (S. Viridians, S. Bovis, HACEK, S. Aureus, enterococco) da 2 diverse colture ematiche o 2 colture positive da campioni prelevati a distanza di > 12 ore, o 3 o al massimo 4 colture ematiche separate (primo e ultimo campione prelevati a distanza di un’ora);
- ecocardiografia che rileva tessuto oscillante sulla valvola o sulle strutture di supporto, nel percorso del flusso rigurgitante o su materiale impiantato, in assenza di spiegazione anatomica alternativa, o ascesso, o neo-deiescenza parziale di valvola protesica o nuovo rigurgito valvolare;
- emocoltura singola positiva per Coxiella burnetii o titolo anticorpale IgG antifase 1 > 1:800.
I criteri diagnostici minori consistono in:
- condizione cardiaca predisponente o uso di farmaci endovenosi;
temperatura corporea > 38°C;
fenomeni vascolari, come emboli arteriosi, infarti polmonari, aneurismi micotici, emorragia endocranica, emorragie congiuntivali, lesioni di Janeway;
fenomeni immunologici, come glomerulonefrite, noduli di Osler, macchie di Roth, fattore reumatoide;
evidenza microbiologica, con coltura ematica positiva che non soddisfa un criterio principale o evidenza sierologica di infezione attiva da un organismo possibile causa di endocardite (escluso stafilococco coagulasi negativo e altri contaminanti comuni).


Rif. co2fevr5

Consegna il Compito!

Consegna il compito!


Tempo Rimasto 5 minuti!

Dottore, non aggiorni questa pagina prima del completamento della correzione.
Clicchi su "Consegna il Compito" per ottenere la correzione del compito.

consegna il compito