Sign up with Email

Already have an account? Login


1 di 41 
"Paola, studentessa di 15 anni, si reca dal proprio ginecologo di fiducia, il Dott. Alberti, per amenorrea. Anamnesi patologica prossima: Non ha mai avuto mestruazioni. La ragazza inoltre riferisce che ha difficolta' a discriminare gli odori, ma nessun segno di sinusite o altre patologie che possano giustificarne la causa. Anamnesi familiare: sua madre e sua sorella hanno avuto il menarca a 13 anni. Anamnesi farmacologica: non assume farmaci in cronico. Esame obiettivo: Il Dott. Alberti visita la ragazza che mostra una bassa statura ed assenza di peli ascellari e pubici. Non ha avuto sviluppo mammario. Esami di laboratorio-strumentali: L’ecografia conferma la presenza di un utero e 2 ovaie di aspetto normale. Il livello sierico di FSH e' 2 mU/ml (vn 4-30 mU/mL), mentre l’LH è pari a 3 mU/mL (vn 5-25 mU/mL). Quale sarà il cariotipo?"

Thumb

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) 46 XY

B) 45 XO

C) 46 XX

D) 45 YO

E) 47 XXY

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la '46 XX'.

2 di 41 
" Trattamenti per tachicardie di origine non determinata con QRS slargato includono tutte le seguenti pratiche tranne: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) verapamil endovena

B) cardioversione

C) lidocaina endovenosa

D) massaggio del seno carotideo

E) procainamide endovena

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' verapamil endovena '.

3 di 41 
" Per quale delle seguenti caratteristiche il nodo seno-atriale e' il normale pacemaker del cuore rispetto al nodo atrio-ventricolare? "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) l'ampiezza del potenziale d'azione

B) la sua innervazione

C) la sua frequenza intrinseca

D) la sua posizione

E) la sua capacita' di generare spontaneamente il potenziale d'azione

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' la sua frequenza intrinseca '.

4 di 41 
"Giovanni, un ragazzo di 25 anni, si reca presso il P.S. del policlinico Umberto I di Roma dove viene affidato alle cure del Dott. Tianzi, medico di guardia di turno, per malessere generalizzato associtao ad un problema dermatologico. Anamnesi patologica prossima: Il giovane afferma che da 3 giorni presenta febbre, malessere generale, rash e piaghe alla bocca. Riferisce inoltre di non essere in grado di mangiare a causa del dolore alla bocca. Non riferisce artralgie nè secrezioni dal pene. Anamnesi patologica remota: nega di avere già avuto episodi simili in passato. Anamnesi farmacologica: non assume farmaci in cronico. Anamnesi fisiologica: nega allergie a farmaci. Esame obiettivo: presenta una P.A. di 110/65 mmHg, F.C. di 105 bpm, F.R. di 22 atti/min e temperatura corporea di 38.9°F. Il paziente appare vigile ma agitato e sofferente. Presenta lesioni vescicolo-bollose multiple a livello delle congiuntive e della bocca, come osservabile nell’immagine sottostante. Vengono riscontrate altre lesioni a livello palmo-plantare. Alla valutazione dell’acuità visiva ottiene uno score di 20/20.  Quale delle seguenti rappresenta l’opzione terapeutica maggiormente indicata ? "

Thumb

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Dimettere il paziente in seguito alla somministrazine di acyclovir, analgesici, antistaminici, e dopo aver effettuato sciacqui alla bocca.

B) Ricoverare il paziente e somministrare 1-2 L di soluzione fisiologica EV, prednisone orale, analgesici, antistaminici, ed effettuare sciacqui alla bocca.

C) Dimettere il paziente in seguito alla somministrazione di analgesici, antistaminici, e dopo aver effettuatosciacqui alla bocca.

D) Ricoverare il paziente e somministrare 1-2 L di soluzione fisiologica EV, analgesici e acyclovir EV. 

E) Dimettere il paziente dopoaver somministrato 1 L di soluzione fisiologica EV e prescrivere analgesici, antistaminici, prednisone orale, e sciacqui alla bocca.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Ricoverare il paziente e somministrare 1-2 L di soluzione fisiologica EV, prednisone orale, analgesici, antistaminici, ed effettuare sciacqui alla bocca.'.

5 di 41 
"Il sign. Garazzi, un uomo di 31 anni, si reca in pronto soccorso con un dolore localizzato a livello del polpaccio. Riferisce inoltre di soffrire di malessere generale, nausea e mialgie, dal suo ultimo viaggio che ha effettuato recentemente in Arkansas. Esame obiettivo: alla presentazione in pronto soccorso i parametri vitali del paziente includono: temperatura corporea di 37.2°C, F.C. di 76 bpm, P.A. di 128/70 mm Hg, F.R. di 16 atti/min, e saturazione d’ossigneo del 98%. Il Dott. Calligni, medico di guardia di turno, riscontra la presenza di petecchie diffuse a livello dell’arto inferiore sinistro, dalla regione tibiale antero-distale alla regione mediale della coscia. Tramite un’osservazione più accurata, viene inoltre osservata una piccola lesione necrotica, a livello dei capi mediale e laterale del gastrocnemio, circondata da un’area di edema, come osservabile nell’immagine sottostante. Il polpaccio del paziente si presenta dolente sia alla palpazione sia durante il movimento di dorsiflessione. Quale tra le seguenti è la causa delle manifestazioni cliniche del paziente?"

Thumb

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Morso del ragno “eremita marrone o ragno violino”

B) Trombosi venosa profonda (TVP)

C) Puntura di scorpione

D) Morso del ragno “vedova nera”

E) Trombocitopenia

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta è la A.
    Il ragno violino è un piccolo ragno della famiglia dei Sicaridi con una distribuzione geografica soprattutto a carico dell'area mediterranea, particolarmente nell'Europa settentrionale, soprattutto in Francia, Spagna Italia, Grecia e Turchia e nel Nord Africa fino all'Iran.
    Si tratta di una specie notturna che predilige gli ambienti caldi e asciutti anche se può occasionalmente trovarsi fra lenzuola o vestiti e, nel caso in cui si senta minacciato, può reagire mordendo la preda, tra cui anche l’uomo.
    Il morso del ragno violino è indolore e i sintomi compaiono anche diverse ore dopo; inizialmente il paziente potrebbe lamentare prurito e arrossamento locali, che di autorisolvono senza ulteriori complicazioni. In una minoranza di casi, tuttavia, il ragno inietta una citotossina che determina loxoscelismo, cioè la formazione prima di un’area edematosa nella regione del morso a cui fa seguito un’ulcera necrotica più o meno estesa, che può perdurare anche alcuni mesi prima di guarire. La gravità della situazione è determinata non solo dall’estensione della necrosi ma anche dalla localizzazione dell’ulcera e dalla presenza di eventuali infezioni cui può andare incontro.
     
    La risposta B non è corretta.
    Trombosi venosa profonda dell'arto inferiore (TVP) e embolia polmonare sono due manifestazioni del tromboembolismo venoso (TEV).
    La TVP deve essere sospettata nei pazienti che presentano gonfiore alle gambe, dolore, cute arrossata ed eritematosa; i sintomi sono generalmente unilaterali ma possono essere anche bilaterali ed inoltre, nel caso di TVP distale isolata essi sono limitati al polpaccio, mentre in pazienti con TVP prossimale possono estendersi alla gamba intera.
    L’esame obiettivo della gamba interessata in pazienti con sospetta TVP potrebbe mostrare vene superficiali dilatate, edema unilaterale o gonfiore con una differenza di diametro del polpaccio o della coscia, arrossamento cutaneo, aumento della temperatura localizzato, eritema e dolore lungo il corso delle principali vene coinvolte: tra questi, il diametro aumentato del polpaccio è il segno predittivo più utile.
    La risposta C non è corretta.
    I ragni di vedova nera appartengono alla famiglia dei Theridiidae, genere Latrodectus, con una distribuzione geografica principalmente nelle zone con climi caldi anche se non è esclusa la loro presenza in zone in cui vi sono temperature più fredde con nevicate invernali di routine, come il Colorado e in Canada.
    I pazienti che presentano morsi di vedova nera hanno in genere una storia recente (<8 ore) di un'attività a rischio come il giardinaggio, il taglio della legna, l'uso di mobili da giardino o la pulizia di un garage. Circa il 75% dei morsi si trova sulle estremità, in particolare gli arti inferiori; la maggior parte dei morsi sono inizialmente asintomatici o provocano lievi dolori nella sede del morso. Il tempo di insorgenza di sintomi è di circa 30 a 120 minuti dal momento del morso, ma potrebbe essere più lungo.
    Il dolore muscolare è la caratteristica più importante nelle reazioni sistemiche e può influenzare i muscoli delle estremità, l'addome e la schiena. Il dolore addominale severo con rigidità di parete addominale è caratteristico e molte spesso può essere scambiato con una varietà di emergenze chirurgiche addominali, tra cui l’appendicite e la colecistite acuta. Altri sintomi possono includere tremore, debolezza, parestesie locali, cefalea, nausea e vomito. I segni vitali sono normali nella maggior parte dei pazienti e si possono sviluppare tachicardia, tachipnea, ipertensione come effetti secondari al dolore, all’ansia o al veleno.
    Il classico morso della vedova nera consiste in una macchia circolare biancastra dal perimetro rosso circostante, con un aspetto a "bersaglio" e caratterizzata dall’assenza di necrosi; in alcuni casi può accompagnarsi a diaforesi locale e linfoadenopatia.
    La risposta D non è corretta.
    La puntura dello scorpione si manifesta con dolore particolarmente intenso, prurito, gonfiore, intorpidimento, formicolio e aumento della temperatura della parte interessata; a volte possono comparire sintomi generali tra cui nausea, vertigini, spasmi muscolari, difficoltà respiratorie e debolezza.
    Nelle prime ore dopo la puntura, i reperti cutanei sono tipicamente costituiti da una macula o papula eritematosa o purpurea, con al centro il sito di puntura, che si associa, nelle successive 24 ore successive alla puntura, a placche orticarioidi concentriche e pruriginose, linfangite e cellulite sterili con edema, eruzione eritematosa locale o generalizzata con papule rosse raggruppate, placche purpuriche locali merlettate senza segni di infiammazione, indurimento o ulcera, bolle purpuriche fino a 5 cm di diametro in corrispondenza o in prossimità del sito di puntura.
    La risposta E non è corretta.
    Per trombocitopenia si intende una condizione clinica caratterizzata da una conta piastrinica inferiore al limite inferiore del normale, cioè <150.000 / microL (150 x 109 / L) che può essere associata a diverse condizioni cliniche con rischi che possono variare da un’emorragia potenzialmente letale a trombosi. Al momento della presentazione iniziale, la causa potrebbe essere poco chiara. Le comuni diagnosi di pazienti asintomatici con trombocitopenia lieve includono trombocitopenia immune (ITP), malattia epatica occulta, infezione da HIV e sindromi mielodisplastiche. Possono verificarsi anche patologie trombocitopeniche congenite, talvolta erroneamente diagnosticate.

6 di 41 
" Il fattore prognostico piu' importante del carcinoma mammario e': "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) la ploidia

B) il grado istologico

C) l'indice mitotico

D) lo stadio

E) l'eta' d'insorgenza

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' lo stadio '.

7 di 41 
"Nell'infarto possono comparire le seguenti aritmie:"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) blocco di branca sinistra

B) blocco di branca sinistra; fibrillazione ventricolare; blocco seno-atriale;

C) blocco seno-atriale

D) nessuna risposta corretta

E) fibrillazione ventricolare

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la B
    Sia l’infarto miocardico acuto senza sopraslivellamento del tratto ST sia quello con sopraslivellamento del tratto ST possono avere numerose complicanze, tra cui l’insorgenza di aritmie.
    Nella fase acuta di un infarto miocardico possono insorgere pressoché tutti i tipi di aritmie (risposta B corretta), le quali possono assumere un significato particolarmente grave poiché possono influire negativamente sulla funzione di pompa del cuore, possono portare ad un’estensione della necrosi e possono evolvere verso forme aritmiche più gravi potendo causare l’arresto cardiaco.
    Possono verificarsi: aritmie ipercinetiche ventricolari (extrasistoli ventricolari, tachicardia ventricolare, ritmo idioventricolare, fibrillazione ventricolare), aritmie ipercinetiche sopraventricolari, aritmie ipocinetiche (bradicardia sinusale, blocchi atrioventricolari).


8 di 41 
"Le fibre del nodo seno atriale: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Sono in continuita' con le fibre di transizione del nodo AV

B) Sono altamente contrattili

C) Sono fibre nervose

D) Sono in continuita' con le fibre di purkinje

E) Sono in continuita' con le fibre atriali

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' Sono in continuita' con le fibre atriali '.

9 di 41 
" Dove sbocca la vena azigos? "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) nella cava superiore

B) nelle vene bronchiali

C) nella succlavia

D) nel dotto toracico

E) nel seno venoso

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' nella cava superiore '.

10 di 41 
" La carena si trova: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) tra esofago e faringe

B) tra trachea e bronchi

C) tra seno piriforme e corde vocali

D) tra rinofaringe e orofaringe

E) tra epiglottide e base della lingua

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' tra trachea e bronchi '.

11 di 41 
" Le cisti dermoidi : "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) sono cisti che possono interessare le ghiandole salivari

B) dal punto di vista istologico assomigliano alla cute e agli annessi cutanei

C) sono tipiche della mucosa del seno mascellare

D) sono neoformazioni esclusivamente del derma

E) sono cisti del sistema pilifero

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' dal punto di vista istologico assomigliano alla cute e agli annessi cutanei '.

12 di 41 
"Una trombosi venosa cerebrale:"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Dei vasi superficiali e' di solito associata ad ascessi cerebrali o subdurali

B) Puo' causare infarto se e' colpito un seno venoso maggiore

C) Puo' causare infarto se sono colpite le vene corticali

D) Tutte le risposte elencate sono corrette

E) Nessuna risposta corretta

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Tutte le risposte elencate sono corrette'.

13 di 41 
"Il carcinoma del seno piriforme dell'ipofaringe provoca metastasi precoci a: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) vertebre cervicali

B) linfoghiandole cervicali

C) midollo spinale

D) rene

E) polmone

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' linfoghiandole cervicali '.

14 di 41 
"Una mastoidite che erode la corticale dell'osso determina "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) una trombosi del seno laterale

B) una pericondrite

C) un ascesso sotto-periosteo

D) un ascesso epidurale.

E) una paralisi facciale

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' un ascesso sotto-periosteo '.

15 di 41 
"L'arteria mascellare interna contrae rapporti di contiguita' con il "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) seno sfenoidale

B) seno etmoidale

C) seno mascellare

D) seno cavernoso

E) seno frontale

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' seno mascellare '.

16 di 41 
"L'ostio principale del seno mascellare sbocca nel "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Rinofaringe

B) Meato superiore

C) Meato medio

D) Recesso sfeno-etmoidale

E) Meato inferiore

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' Meato medio '.

17 di 41 
"II seno sfenoidale fa parte "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) della base del cranio

B) del rinofaringe

C) del sistema delle cavita' paranasali

D) dell'angolo-pontocerebellare

E) della cavita' nasale

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' del sistema delle cavita' paranasali '.

18 di 41 
" Quale delle seguenti affermazioni concernenti un fibro-adenoma del seno e' corretta? "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) diventa maligno nel 5% dei casi

B) e' generalmente localizzato nella parte inferiore del seno

C) di solito presenta calcificazioni alla mammografia

D) e' duro e movibile

E) e' doloroso prima delle mestruazioni

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' e' duro e movibile '.

19 di 41 
"IL MASSAGGIO DEL SENO CAROTIDEO SOLO IN UNA DI QUESTE CONDIZIONI NON MODIFICA MAI LA TACHICARDIA :"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) tachicardia atriale parossistica

B) tachicardia ventricolare

C) tachicardia sopraventricolare con conduzione ventricolare aberrante

D) flutter atriale

E) tachicardia sinusale

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'tachicardia ventricolare'.

20 di 41 
" Nella sindrome seno-carotidea si rileva: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) sincope

B) tutti questi sintomi

C) nessuno di questi sintomi

D) turbe della conduzione degli impulsi cardiaci

E) bradicardia

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' tutti questi sintomi '.

21 di 41 
" Lesione maligna della mammella e' una di queste: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) fibroadenoma

B) m. di Paget

C) mastite

D) mastopatia fibrocistica

E) galattocele

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' m. di Paget '.

22 di 41 
"Le colonne renali:"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Si estendono fino al seno renale

B) Sono confinanti con le piramidi midollari

C) Nessuna risposta corretta

D) Tutte le risposte sono corrette

E) Sono attraversate da una arteria interlobare

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Tutte le risposte sono corrette'.

23 di 41 
"La scintigrafia con [Ga-67]-citrato e' utile per lo studio di:"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) carcinoma del colon

B) carcinoma tiroideo differenziato

C) nessuna risposta corretta

D) carcinoma mammario

E) feocromocitoma

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'nessuna risposta corretta'.

24 di 41 
"Indicare quale delle seguenti condizioni e' caratteristica della Sindrome di Morris: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Bassa statura e puberta' precoce

B) Perdita di sali ed ipotensione

C) Ritardo psicomotorio e mentale

D) Sviluppo del seno e assenza di peluria sessuale

E) Sviluppo della peluria sessuale e assenza del seno

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' Sviluppo del seno e assenza di peluria sessuale '.

25 di 41 
"L'over-espressione dell'oncogene HER-2/neu:"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) e' un fattore predittivo di risposta meno efficace all'ormonoterapia nel carcinoma mammario

B) e' un marker diagnostico di evoluzione da cirrosi a epatocarcinoma

C) si associa a iperproduzione di proteine oncofetali

D) e' un marker prognostico di neuroblastoma

E) e' un marker istotipico di carcinoma polmonare a cellule squamose

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'e' un fattore predittivo di risposta meno efficace all'ormonoterapia nel carcinoma mammario'.

26 di 41 
"Per una corretta diagnosi mammografia, di natura, di un nodulo mammario tra i numerosi segni semeiologici da prendere in considerazione il piu' significativo e':"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Sede

B) Dimensioni

C) Palpabilita'

D) Contorni

E) Grado di opacita'

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta è la D. 
    La mammografia, eseguita con un apparecchio radiografico chiamato mammografo, è un esame ad elevata sensibilità che permette di studiare in maniera ottimale la mammella, grazie alla diversa densità delle sue componenti. Il parenchima ghiandolare, nelle immagini mammografiche, risulterà essere radiopaco, a causa della sua maggiore densità; il tessuto adiposo, data la sua minore densità sarà invece radiotrasparente.  All’esame mammografico un nodulo mammario potrà essere individuato come una piccola opacità di forma e grandezza variabile. La caratteristica più significativa da esaminare è la presenza di contorni netti o frastagliati. I contorni frastagliati, infatti, sono  segno di infiltrazione del parenchima ghiandolare circostante, un atteggiamento tipico delle formazioni neoplastiche maligne.  
    La risposta A non è corretta.
    Quasi la metà dei noduli mammari si localizza nel quadrante supero esterno, tuttavia il riscontro di un nodulo in questa sede non è necessariamente indicativo di malignità. La sede è quindi un elemento da considerare ma non è una caratteristica mammografica specifica delle neoplasie maligne.
    La risposta B non è corretta.
    Le dimensioni di un nodulo non sono segno direttamente correlabile alla sua malignità o alla sua benignità.
    La risposta C non è corretta.
    La palpabilità di un nodulo non è un segno mammografico; alcune caratteristiche del nodulo, quando rilevato alla palpazione, rappresentano un campanello d’allarme e sono preliminari all’esecuzione di questo esame.
    La risposta E non è corretta.
    Il grado di opacità non è il segno più significativo da considerare quando si individua un nodulo all’esame mammografica. Questa può infatti essere variabile ed è influenzata dalla diversa composizione dei tessuti vicini. 

27 di 41 
"La stimolazione del seno carotideo e dell'arco aortico comporta:"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) ipertensione

B)  ipertensione ; tachicardia ; iperpnea 

C) caduta pressoria

D) tachicardia

E) iperpnea

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'caduta pressoria'.

28 di 41 
"Quali tra le seguenti vene sboccano direttamente nelle cavita' cardiache, invece di confluire nel seno coronarico: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) vena cardiaca grande; vene cardiache piccole

B) vene cardiache piccole

C) vena cardiaca anteriore; vene cardiache piccole

D) vena cardiaca anteriore; 

E) vena cardiaca grande; vena cardiaca media; vene cardiache piccole

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'vena cardiaca anteriore; vene cardiache piccole'.

29 di 41 
"Qual'e' il meccanismo patogenetico piu' probabile della pancreatite acuta? "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Autodigestione tissutale indotta dall'attivazione di proelastasi e profosfolipasi A2

B) Colocalizzazione del tripsinogeno e delle idrolasi lisosomiali

C) Accumulo di radicali liberi dell'ossigeno

D) Aggressione di polimorfonucleati con attivazione precoce enzimatica endoduttale

E) Aggressione e distruzione delle membrane cellulari da parte di citochine

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' Colocalizzazione del tripsinogeno e delle idrolasi lisosomiali '.

30 di 41 
"Nelle pazienti operate per carcinoma mammario, la chemioterapia adiuvante consente di ottenere un miglioramento delle percentuali di sopravvivenza a dieci anni di circa il:"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) 40-60%

B) 20-40%

C) 5-10%

D) 1-5%

E) 10-20%

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La Risposta corretta e' la C
    Nelle pazienti con carcinoma mammario che vengono operate in prima istanza possono usufruire della chemioterapia adiuvante, che permette di ottenere un ulteriore miglioramento del tasso di sopravvivenza che già di per sé è molto alto a 10 anni: un miglioramento si ha in tutte le pazienti (ancora di più nelle pazienti giovani) fino a un 5-10% a 10 anni (Risposte A, B, D ed E errate).

31 di 41 
"Nella classificazione TNM la sigla T1, nel cancro mammario, si riferisce a: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) tumore nella mammella controlaterale

B) assenza di linfonodi positivi all'esame istologico

C) un nodulo inferiore a 2 cm

D) tumore mammario in paziente in premenopausa

E) un carcinoma in situ 

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'un nodulo inferiore a 2 cm'.

32 di 41 
"L'applicazione del forcipe si dice asimmetrica quando:"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) in seguito all'applicazione i manici del forcipe appaiono di lunghezza diversa

B) il seno del forcipe e' parallelo ad uno dei diametri obliqui del bacino

C) il seno del forcipe e' parallelo ai diametri traversi del bacino

D) la presa viene effettuata secondo un diametro obliquo della testa fetale

E) nessuna risposta corretta

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'la presa viene effettuata secondo un diametro obliquo della testa fetale'.

33 di 41 
"La tuba di Eustachio si trova tra: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) cassa timpanica e rinofaringe

B) cassa timpanica e fossa cranica posteriore

C) rinofaringe e seno piriforme

D) cassa timpanica e fossa cranica anteriore

E) rinofaringe e vestibolo nasale

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' cassa timpanica e rinofaringe '.

34 di 41 
"L'otalgia puo' essere il primo segno di un tumore: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) dell'esofago

B) del rinofaringe

C) della tiroide

D) del seno mascellare

E) della laringe

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' della laringe '.

35 di 41 
"NELLA MASTOPLASTICA RIDUTTIVA QUALI SONO LE STRUTTURE ANATOMICHE INTERESSATE?"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) COMPLESSO AREOLA-CAPEZZOLO ; GH. MAMMARIA ;CUTE IN ECCESSO

B) MUSCOLO PETTORALE

C) GH. MAMMARIA

D) COMPLESSO AREOLA-CAPEZZOLO

E) CUTE IN ECCESSO

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'COMPLESSO AREOLA-CAPEZZOLO ; GH. MAMMARIA ;CUTE IN ECCESSO'.

36 di 41 
"IL MORBO DI PAGET DELLA MAMMELLA E':"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) UN' INFIAMMAZIONE DEL CAPEZZOLO

B) UN TIPO DI MASTITE

C) UNA RAGADE DEL CAPEZZOLO

D) UN ECZEMA DEL CAPEZZOLO

E) L'IMPIANTO SUL CAPEZZOLO DI CELLULE CARCINOMATOSE DEI DOTTI GALATTOFORI

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'L'IMPIANTO SUL CAPEZZOLO DI CELLULE CARCINOMATOSE DEI DOTTI GALATTOFORI'.

37 di 41 
"Il piu' frequente tipo di carcinoma infiltrante della mammella e': "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Duttale scirroso

B) Lobulare in situ

C) Midollare

D) Mucinoso

E) Lobulare infiltrante

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' Duttale scirroso '.

38 di 41 
"La metastasi cerebrale e' piu' frequentemente legata ad un tumore primitivo: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) cutaneo

B) prostatico

C) polmonare

D) renale

E) mammario

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' polmonare '.

39 di 41 
"Dove decorre il seno sfenoparietale "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) dallo sfenoide al lobo parietale

B) lungo la grande ala dello sfenoide

C) lungo la piccola ala dello sfenoide

D) sul margine superiore della rocca petrosa

E) dalla grande ala dello sfenoide alla rocca petrosa

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' lungo la piccola ala dello sfenoide '.

40 di 41 
"Nella "gate control theory" di Melzack e Wall da quali strutture e' esercitato il controllo all'ingresso degli stimoli nocicettivi? "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) dal grigio periacqueduttale

B) dalle cellule della sostanza gelatinosa

C) dal fascio spino-talamico

D) dalla sostanza reticolare

E) dalle radici spinali posteriori

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' dalle cellule della sostanza gelatinosa '.

41 di 41 
"Quale delle seguenti neoplasie della mammella e' piu' frequentemente bilaterale? "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) carcinoma papillare

B) carcinoma midollare

C) carcinoma duttale infiltrante

D) carcinoma muciparo

E) carcinoma lobulare

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' carcinoma lobulare '.

background