Sign up with Email

Already have an account? Login


1 di 40 
" In quale caso puo' essere utile l'uso del lipidogramma? "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) in nessun caso

B) per la diagnosi della disbetalipoproteinemia (o tipoIII)

C) nella diagnosi della ipercolesterolemia familiare

D) per la diagnosi di ipercolesterolemia secondaria ad ipotiroidismo

E) per la diagnosi della ipercolesterolemia secondaria ad epatopatia

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' per la diagnosi della disbetalipoproteinemia (o tipoIII) '.

2 di 40 
" Iperelasticita' della cute con associata iperestensibilita' delle articolazioni sono suggestive per: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Sindrome di Ehler Danlos

B) Dermatomiosite

C) Neurofibromatosi

D) Discheratosi congenita

E) Sclerodermia

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' Sindrome di Ehler Danlos '.

3 di 40 
"A QUALI TUMORI E' RISERVATA LA TECNICA STEREOTASSICA ? "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) LESIONI CUTANEE

B) LESIONI DI PICCOLE DIMENSIONI

C) LESIONI IPERVASCOLARIZZATE

D) LESIONI DI GROSSE DIMENSIONI

E) LESIONI DIFFUSE

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'LESIONI DI PICCOLE DIMENSIONI'.

4 di 40 
"Le piu' frequenti manifestazioni di esordio della miastenia gravis sono:"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) ptosi palpebrale e diplopia

B) disfagia e disfonia

C) disturbi respiratori

D) ipostenia prossimale

E) fatica cronica

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la A
    La miastenia gravis è una malattia della placca neuromuscolare che interessa la porzione post-sinaptica. Si definisce come una patologia infiammatoria autoimmunitaria causata dalla distruzione dei recettori post-sinaptici per l’acetilcolina: gli anticorpi anti ACh R spiazzano l’ACh inibendo la contrazione del muscolo e riducendone la forza; il fattore scatenante la produzione degli autoanticorpi è tuttora ignoto, ma la malattia si è vista associarsi a patologie del timo come iperplasia timica o addirittura timoma. Più comunemente interessa donne di età compresa tra i 20 e i 50 anni.
    Le manifestazioni maggiormente frequenti sono ptosi palpebrale e diplopia (risposta A corretta), tanto che esiste una forma di miastenia ad interessamento esclusivo della muscolatura oculare.
    La sintomatologia della miastenia è fluttuante poiché compare dopo l’uso del muscolo e scompare in seguito al riposo, quindi è maggiore nella parte finale della giornata mentre è quasi assente al risveglio del paziente.


5 di 40 
"CHE COSA SI INTENDE PER DISFAGIA :"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) SENSO DI DIFFICOLTA AD INGERIRE CIBI PARTICOLARMENTE FREDDI

B) DIFFICOLTA' A MASTICARE I CIBI

C) SENSO DI DIFFICOLTA' AD INGERIRE I CIBI SOLIDI

D) RIDOTTA CAPACITA'DI ASSAPORARE I CIBI

E) RIGURGITO DI CIBI

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'SENSO DI DIFFICOLTA' AD INGERIRE I CIBI SOLIDI'.

6 di 40 
"Quale delle seguenti affermazioni, riguardanti la biosintesi degli ACIDI BILIARI e' ESATTA :"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) e' indipendente dalla quantita' di acidi biliari che torna al fegato

B) viene accelerata quando aumenta la quantita'di acidi biliari che ritornano al fegato

C) nessuna di quelle indicate

D) diminuisce con l'aumentare dell'assorbimento del colesterolo

E) e' rallentata quando aumenta la quantita' di acidi biliari che ritornano al fegato

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'e' rallentata quando aumenta la quantita' di acidi biliari che ritornano al fegato'.

7 di 40 
"In un paziente che presenta anemia, piastrinopenia, leucopenia, febbre, astenia e calo ponderale la diagnosi piu' probabile e': "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) artrite reumatoide

B) polimiosite

C) lupus eritematoso sistemico

D) sclerosi sistemica

E) artrite reattiva

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' lupus eritematoso sistemico '.

8 di 40 
"L'endocardite verrucosa di Libmann-Sacks si riscontra: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) nell'artrosi

B) nell'artrite reumatoide

C) nella malattia di Reiter

D) nella polimialgia reumatica

E) nel lupus eritematoso sistemico

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' nel lupus eritematoso sistemico '.

9 di 40 
" I seguenti dati descrittivi del plesso lombare sono veri eccetto: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Il nervo femorale emerge dal margine laterale del muscolo psoas.

B) Il nervo femorocutaneo emerge dal margine laterale del muscolo psoas.

C) Il plesso giace nell'ambito del muscolo psoas.

D) Il plesso e' formato dai rami posteriori dei primi quattro nervi lombari.

E) Il nervo otturatore emerge dal bordo mediale del muscolo psoas.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' Il plesso e' formato dai rami posteriori dei primi quattro nervi lombari. '.

10 di 40 
"L'esercizio della medicina e' fondato (art. 4):"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Sulla cittadinanza italiana e/o europea

B) Sulla idoneita' e il decoro dei locali adibiti a Studio medico

C) In base alla graduatoria Regionale

D) Sulla liberta' e indipendenza della professione

E) Sul conseguimento della Laurea in Medicina e Chirurgia

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Sulla liberta' e indipendenza della professione'.

11 di 40 
"Una lesione del chiasma ottico determinera':"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) emianopsia temporale omolaterale + quadrantopsia nasale superiore controlaterale

B) nessuna risposta corretta

C) emianopsia bitemporale

D) quadrantopsia nasale inferiore omolaterale + emianopsia nasale controlaterale

E) emianopsia temporale omolaterale + quadrantopsia temporale inferiore controlaterale

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la C
    Il nervo ottico costituisce il secondo paio di nervi cranici; ciascun nervo è costituito da due grosse componenti, una che ha origine dall’emiretina temporale, l’altra che ha origine dall’emiretina nasale. A circa 5 cm dai forami ottici, i nervi ottici di ambo i lati raggiungono la base del cranio e, anteriormente al tronco encefalico, danno origine al chiasma ottico nel quale si ha l’incrocio delle sole fibre provenienti da entrambe le retine nasali. Le vie ottiche proseguono poi nei tratti ottici, ciascuno dei quali risulterà costituito dalle fibre provenienti dall’emiretina temporale omolaterale e dalle fibre provenienti dall’emiretina nasale controlaterale.
    Ciascuna emiretina percepisce stimoli provenienti dal campo visivo controlaterale, quindi l’emiretina nasale accoglie le radiazioni visive provenienti dal campo visivo temporale, mentre l’emiretina temporale cattura le immagini del campo visivo nasale.
    Una lesione del chiasma ottico comporta la perdita delle percezioni visive raccolte da entrambe le emiretine nasali, ovvero si verifica una emianopsia bitemporale.


12 di 40 
"La parete cellulare dei batteri:"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) sostituisce la membrana citoplasmatica

B) e' una struttura che non presenta alcuna differenza nei batteri Gram positivi e Gram negativi

C) conferisce una notevole plasticita' alla cellula

D) e' presente solo nei batteri Gram positivi

E) e' una struttura complessa e con profonde differenze tra batteri Gram positivi e Gram negativi

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la E
    La parete cellulare dei batteri è una struttura complessa e con profonde differenze tra batteri Gram positivi e Gram negativi: nei gram positivi, difatti, essa appare costituita prevalentemente da peptidoglicano e da componenti specifici quali gli acidi tecoici, utili nell’adesione alle superfici cellulari; al contrario, nei batteri gram negativi il peptidoglicano è presente in quantità minore e la parete appare organizzata in tre diversi strati: uno strato esterno formato da un bilayer fosfolipidico contenente il lipopolisaccardide, uno strado intermedio formato da lipoproteine e uno strato interno formato da una quantità minore di peptidoglicano  (risposte B e D errate). Tali differenze nella struttura di parete si ripercuotono in differenze nella colorazione gram: i batteri gram positivi, infatti, non subiscono decolorazione ed appariranno di colore blu o violetto mentre i gram negativi, in grado di essere decolorati, appariranno rosso o rosa. Di contro, la parete cellulare non sostituisce la membrana citoplasmatica ma si ritrova esternamente a questa (risposta A errata).  Infine, tra le funzioni della parete cellulare rientra quella di esoscheletro batterico in quanto capace di conferire rigidità e resistenza osmotica alla cellulare (risposta C errata).

13 di 40 
"La diagnosi di laboratorio di infezione da herpes simplex (HSV) nei pazienti con ulcere genitali o altre lesioni mucocutanee si basa principalmente su:"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) ricerca degli anticorpi specifici mediante metodica di inibizione dell'emoagglutinazione

B) ricerca degli anticorpi anti-HSV

C) nessuna delle metodiche indicate

D) ricerca diretta del virus mediante immunofluorescenza su biopsie

E) isolamento del virus in coltura cellulare

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta è la E.
    L’Herpes Simplex è un virus, appartenente alla famiglia Herpesviridae e al genere Simplex virus, che causa in particolar modo due tipi di infezioni estremamente frequenti. La prima, causata dall’HSV-1, è rappresentata dall’herpes labiale, caratterizzata da piccole vescicole infiammatorie pruriginose e dolorose, sierose biancastre o rossastre, localizzate sulle labbra, nel cavo orale, sul naso e talvolta anche a livello oculare. Il contagio avviene tramite contatto diretto fra cute o mucose infette oppure per contatto indiretto mediante oggetti di uso comune contaminati, come asciugamani, posate o rasoi. La seconda, conseguenza dell’infezione da HSV-2, è a trasmissione sessuale e causa l’herpes genitale. Nell’infezione da HSV il virus può restare silente per lunghi periodi di tempo a livello dei gangli nervosi e riattivarsi poi in concomitanza del calo delle difese immunitarie dell’ospite per stress, patologie, episodi febbrili. La sede d’espressione è per questo motivo generalmente la stessa nei vari episodi di riattivazione. Per giungere alla diagnosi è sufficiente la clinica ma la diagnosi di certezza, di tipo laboratoristico, si ottiene mediante l’isolamente del virus in coltura. La coltura virale è ritenuta il gold standard tra le metodiche impiegate nella diagnosi virologica e prevede l’inoculazione del virus in terreni di coltura contenenti ospiti viventi adeguati, essendo i virus dei patogeni intracellulari obbligati. Questa tecnica consente di isolare, tipizzare e conservare il virus, è altamente sensibile e specifica, sebbene richieda lunghi tempi di esecuzione.
    La risposta A non è corretta.
    La ricerca degli anticorpi specifici mediante metodica di inibizione dell'emoagglutinazione fa parte delle tecniche immunologiche, e in particolare dei saggi funzionali, cioè tecniche in cui si evidenziano le specifiche attività derivanti dalla formazione dell’immunocomplesso. In questa metodica si valuta la capacità, di anticorpi specifici, di inibire l’attività emoagglutinante di alcuni virus (influenza, parainfluenza e morbillo).
    La risposta B non è corretta.
    I virus, data la prevalente componente proteica della loro struttura, risultano essere estremamente immunogeni per cui la ricerca degli anticorpi anti-HSV, quindi la diagnosi sierologica, si basa essenzialmente sulla ricerca di IgM come indice di infezione. Tuttavia, la diagnosi sierologica può risentire della reattività crociata fra virus appartenenti alla stessa famiglia.
    La risposta C non è corretta.
    La diagnosi di laboratorio di infezione da herpes simplex (HSV) nei pazienti con ulcere genitali o altre lesioni mucocutanee si basa principalmente sull’isolamento del virus in coltura cellulare.
    La risposta D non è corretta.
    L’immunofluorescenza permette di individuare il complesso antigene-anticorpo tramite tecnica diretta o indiretta e viene impiegata per la ricerca degli antigeni virali. Può essere impiegato in parallelo alle tecniche colturali.

14 di 40 
"La disfagia e' mancante "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) nella stenosi esofagea

B) nel cancro vegetante esofageo

C) nella tonsillite acuta

D) nell'epiglottide

E) nel cancro sottoglottico

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' nel cancro sottoglottico '.

15 di 40 
"Le complicanze neurologiche piu' frequenti nella fratture dell'acetabolo interessano: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) il plesso lombare

B) il nervo gluteo superiore

C) il nervo femorale

D) il nervo sciatico

E) il nervo otturatorio

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' il nervo sciatico '.

16 di 40 
" Le LDL (Lipoproteine a bassa densita') trasportano: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) il colesterolo dal fegato alla periferia

B) soltanto fosfolipidi

C) i chilomicroni

D) gli ormoni steroidei

E) il colesterolo dalla periferia al fegato

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' il colesterolo dal fegato alla periferia '.

17 di 40 
" Quale triade identifica la malattia di Huntington? "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) movimenti involontari-demenza-asinergia

B) cataratta-demenza-asinergia

C) atassia-demenza-asinergia

D) epilessia-movimenti involontari-cardiopatia

E) movimenti coreici-cataratta-acromegalia

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' movimenti involontari-demenza-asinergia '.

18 di 40 
"L'aumento della circonferenza cranica puo' essere un segno indiretto di:"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) idrocefalo

B) sofferenza cerebrale

C) spasticita'

D) epilessia

E) malattie neuromuscolari

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la A
    Per idrocefalo si intende un accumulo di liquido cefalorachidiano nello spazio subaracnoideo e nei ventricoli cerebrali che comporta l’aumento della pressione intracranica e l’aumento di volume dei ventricoli cerebrali.
    Nei bambini di età inferiore a 2 anni l’idrocefalo si manifesta con l’aumento della circonferenza cranica (poiché non è ancora avvenuta la completa saldatura delle suture craniche), fontanelle tese o addirittura bombate, deviazione degli occhi verso il basso (sguardo a sole calante), epilessia, convulsioni, inappetenza, vomito, obesità, pubertà precoce.
    Nei bambini di età superiore ai 2 anni e nell’adulto, invece, l’idrocefalo si manifesta con febbre, letargia, alterazioni dell’umore, deficit delle capacità cognitive, incontinenza.


19 di 40 
"La dislessia si manifesta: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) nel terzo anno di vita

B) nel secondo anno di vita

C) all'inizio della scuola elementare

D) all'inizio della scuola media

E) nel primo anno di vita

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' all'inizio della scuola elementare '.

20 di 40 
"La definizione di Enfisema Polmonare e': "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Dilatazione degli spazi aerei distali ai bronchioli terminali associata a distruzione delle pareti alveolari, con fibrosi

B) Lesione della pleura parietale

C) Dilatazione degli spazi aerei distali ai bronchioli terminali associata a distruzione delle pareti alveolari, senza fibrosi

D) Dilatazione sacciforme dei bronchi

E) Addensamento polmonare

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' Dilatazione degli spazi aerei distali ai bronchioli terminali associata a distruzione delle pareti alveolari, senza fibrosi '.

21 di 40 
"Marcare un radiofarmaco significa: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) incorporare un metallo in una molecola inorganica

B) incorporare stabilmente un radionuclide in una molecola complessa

C) rendere privo di azioni farmacologiche un farmaco

D) incorporare un metallo in una molecola organica

E) utilizzare un radionuclide per test in vivo

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' incorporare stabilmente un radionuclide in una molecola complessa '.

22 di 40 
"Cosa si intende per sieroconversione?"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) aumento dei linfociti nel sangue periferico

B) l'assenza di anticorpi nel siero acuto

C) il passaggio dallo stato di sieronegatività allo stato di sieropositività

D) convalescente rispetto all'acuto

E) un eccesso di titolo anticorpale

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la C
    Per sieroconversione si intende il passaggio dallo stato di sieronegatività (assenza di anticorpi nel plasma sanguigno – risposta B errata) allo stato di sieropositività (presenza di anticorpi nel plasma). Quando un agente infettante penetra nell'organismo, infatti, vengono in genere prodotti anticorpi diretti contro di esso; ciò accade nel 70% circa dei soggetti, quindi non in tutti.
    L'aumento dei linfociti nel sangue periferico avviene in seguito ad un'infezione, in genere virale, ed è detta linfocitosi (risposta A errata).
    ​​​​​​​Aggiornato al 03/04/21

23 di 40 
"Cosa provoca la toxoplasmosi?"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) anomalie genitali

B) cicatrici cutanee

C) disturbi gravi nell'adulto

D) un'encefalite nel neonato

E) lesioni muscolari

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la D
    La toxoplasmosi si può presentare con la classica tetrade di Sabin (corioretinite, idrocefalia, calcificazioni e convulsioni). Il Toxoplasma gondii è un parassita intracellulare obbligato (protozoo unicellulare) che riconosce come ospite definitivo il gatto. L’infezione nell’adulto non produce generalmente malattia. Attenzione se contratta in gravidanza, il rischio di trasmissione fetale è maggiore al progredire della gravidanza e la malattia è tanto più grave quanto più precoce è la sua contrazione. L’infezione precoce determina aborti, parti pretermine e morte fetale intrauterina. Le manifestazioni cliniche variano dall’infezione subclinica alla malattia sintomatica precoce (neonatale) e tardiva (primi mesi). Tutte le gestanti devono essere sottoposte a uno screening sierologico e, se positivo, si deve sottoporre il feto a ecografie in serie (per la ricerca di idrocefalia o calcificazioni intraparenchimali) e PCR nel liquido amniotico (per individuare il DNA del Toxoplasma).

24 di 40 
" La Sclerosi di Monckeberg e' caratterizzata da calcificazioni interessanti: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Le calcificazioni non sono presenti

B) Avventizia

C) Tutte le tuniche parietali

D) Intima

E) Media

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' Media '.

25 di 40 
"L'immunoreazione di tipo I e' mediata da: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) cellula NK

B) Immunocomplessi

C) IgE

D) plasmacellula

E) linfocita T

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' IgE '.

26 di 40 
"Nei pazienti con lupus eritematoso sistemico (LES) quando e' consigliabile eseguire i test per anticorpi antifosfolipidi:"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) periodicamente nel follow up

B) in tutti i casi elencati

C) quando la paziente necessiti di terapia sostitutiva

D) alla diagnosi

E) quando la paziente pianifichi una gravidanza

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'in tutti i casi elencati'.

A) Impossibilita' a parlare

B) Impossibilita' a dormire

C) Turba della respirazione

D) Disturbo degenerativo da aspirazione di solidi e liquidi

E) Impossibilita' di vivere

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Disturbo degenerativo da aspirazione di solidi e liquidi'.

28 di 40 
"LA COMPLICANZA PIU' FREQUENTE DELLE FRATTURE DI COLLES E': "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Lesioni del nervo mediano

B) Atrofia di Sudeck

C) Necrosi asettica dell'epifisi distale del radio

D) Lesioni dell'arteria radiale

E) Rottura sottocutanea dell'estensore lungo del pollice

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Atrofia di Sudeck'.

29 di 40 
"UNA LESIONE DELLA CAUDA EQUINA COMPLETA COMPRENDE: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) riduzione del riflesso anale

B) tutte le risposte sono corrette

C) anestesia a sella

D) ritenzione urinaria

E) impotenza

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'tutte le risposte sono corrette'.

30 di 40 
"Un paziente di 33 anni ha crisi tonico-cloniche sin dall'eta' di 17 anni. L'EEG rivela punte temporali anteriori. La RM dell'encefalo dimostra atrofia della formazione ippocampale di sinistra. La piu' probabile classificazione di questo disturbo e':"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Epilessia generalizzata idiopatica

B) Epilessia generalizzata sintomatica

C) Epilessia parziale sintomatica

D) Epilessia parziale idiopatica

E) Epilessia assenza

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La Risposta corretta e' la C
    La paziente in questione, in base all’età, alla sintomatologia e al quadro radiologico, probabilmente è affetta da epilessia parziale sintomatica. Questo tipo di epilessia è caratterizzato da crisi causate da un evento in particolare, l’EEG mostra lesioni a livello temporale anteriore e quindi la paziente avrà principalmente come sintomatologia: deja-vu o deja-vecu o lievi clonie. Le epilessie idiopatiche, sia generalizzate che parziali, sono principalmente del bambino o comunque hanno un’evoluzione benigna senza una lesione dimostrata radiologicamente (Risposte A e D errate); l’epilessia generalizzata sintomatica ha una clinica molto peggiore rispetto a quella della parziale sintomatica e un quadro radiologico più complesso (Risposta B errata). L’assenza è l’epilessia con la prognosi migliore, è spesso momentanea e non crea lesioni radiologicamente evidenti (Risposta E errata).

31 di 40 
"In un uomo che lamenta difficolta' progressive di equilibrio, quale dei seguenti elementi piu' probabilmente predice un risultato negativo dell'analisi della mutazione dell'atassia di Friedreich (FA)?"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Mancanza di diabete o deformita' del piede

B) Iperreflessia

C) Grave atrofia cerebellare alla RM

D) Eta' di esordio dopo 30 anni

E) Mancanza di evidenza ecografica di cardiomiopatia ipertrofica

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta è la C.
    L’atassia di Friedreich è una malattia con base genetica, autosomico recessiva, che provoca un grave danno nel sistema nervoso. I pazienti normalmente iniziano a sviluppare una difficoltà nella deambulazione e nella stazione eretta per poi peggiorare con aumento del tono muscolare, aumento di riflessi agli arti inferiori, deformità degli stessi e impossibilità alla deambulazione. L’età di insorgenza della patologia è variabile ma normalmente si vede intorno alla quarta- quinta decade di vita.
    Nelle forme più gravi, a insorgenza più acuta, possono verificarsi anche coinvolgimenti sistemici con cardiomiopatie e diabete.
    Le risposte A, B, D ed E non sono corrette.
    Tutte le altre opzioni non sono corrette.

32 di 40 
"L'ematoma extradurale e' frequentemente causato da:"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Trombosi della comunicante anteriore

B) Aterosclerosi delle arterie lenticolo-ottiche

C) Aneurisma del tronco basilare

D) Rottura dell'arteria meningea media

E) Rottura dell'arteria silviana

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la D
    L’ematoma epidurale è una lesione frequentemente dovuta al trauma cranico ed è causato dalla rottura di una arteria meningea media o di uno dei suoi rami. Il sangue si raccoglie nello spazio virtuale compreso tra la dura madre e la teca cranica, assumendo alla TC la forma di una raccolta a lente biconvessa iperdensa nelle scansioni basali e comprimente il parenchima encefalico sottostante. A seconda dell’entità del sanguinamento, per l’aumento della pressione endocranica, si ha una compromissione più o meno rapida del livello di coscienza con l’instaurarsi di uno stato di coma, alterazioni neurovegetative di tipo cardiologico e respiratorio. Si possono associare anche la midriasi pupillare omolaterale (o bilaterale nelle fasi avanzate) e l’emiplegia controlaterale (inizialmente).

33 di 40 
"La prognosi di una lesione cerebrale traumatica dipende da tutti i seguenti TRANNE: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Eta'

B) Terapia steroidea precoce

C) Presenza di ipossia e ipotensione

D) Genotipo apoE

E) Gravita' iniziale della lesione

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' Genotipo apoE '.

34 di 40 
"Sono episodi morfeici parossistici non epilettici: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Le allucinazioni ipnopompiche

B) La narcolessia

C) L'enuresi notturna, il pavor nocturnus, il sonnambulismo

D) L'alcoolismo

E) Bradipsichismo e vischiosita'

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' L'enuresi notturna, il pavor nocturnus, il sonnambulismo '.

35 di 40 
"L'afasia e' un disturbo del linguaggio dovuto a lesione: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) del cervelletto

B) di un'area della corteccia frontale

C) dei nervi ricorrenti

D) del primo motoneurone

E) del nucleo del tratto solitario

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' di un'area della corteccia frontale '.

36 di 40 
"QUALE DI QUESTI MUSCOLI NON E' DELLA GAMBA: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) FLESSORE LUNGO DELL'ALLUCE

B) ESTENSORE LUNGO DELL'ALLUCE 

C) ESTENSORE LUNGO DELL'ALLUCE

D) ABDUTTORE DELL'ALLUCE

E) PLANTARE

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'ABDUTTORE DELL'ALLUCE'.

37 di 40 
"UNA COMPLICANZA FREQUENTE DELLA LESIONE TIPO DITO A MARTELLO NEL BAMBINO E NELL'ADOLESCENTE E'"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) UNA DEFORMITA A "BOUTONNIERE"

B) UNA DEFORMITA' A COLLO DI CIGNO

C) UNA SUBLUSSAZIONE DORSALE DELLA FALANGE DISTALE

D) UN ARRESTO DELL'ACCRESCIMENTO DEL DITO

E) UNO SCARSO CONSOLIDAMENTO DELLA FRATTURA DELLA FALANGE DISTALE

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'UNA DEFORMITA' A COLLO DI CIGNO'.

38 di 40 
"CARATTERISTICA DELLE LESIONI DA CONGELAMENTO DI SECONDO GRADO E'"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) CADUTA DEGLI ANNESSI PILIFERI ED UNGUEALI

B) SINTOMATOLOGIA DOLOROSA ACUTA IN ALCUNE FASI

C) COMPLETA ANESTESIA NELLE ZONE COLPITE

D) PRESENZA DI NECROSI A TIPO GANGRENA UMIDA

E) TUTTE LE RISPOSTE SONO CORRETTE 

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la B
    Il congelamento è un fenomeno che si verifica quando si mantiene il corpo, o una parte di questo (spesso gli arti o le estremità), a basse temperature senza protezioni adeguate. Esistono quattro gradi differenti che vanno da sintomi lievissimi fino alla gangrena: il secondo grado è quando si iniziano a formare le prime lesioni da freddo, spesso bolle, flitteni o edema, e si avvertono i primi sintomi dolorosi.
    Al contrario, la caduta degli annessi piliferi e ungueali si può verificare a partire dal terzo grado quando si instaurano i danni più gravi (risposta A errata). All’opposto, la gangrena è presente nella quarta fase quando solamente l’amputazione è in grado di salvare la vita e l’arto al paziente (risposta D errata). Invece, la completa anestesia si ha a partire dalla terza fase del congelamento (risposta C errata).

39 di 40 
"Quale e' l'aspetto macroscopico caratteristico delle pionefrosi? "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) midollare congesta

B) abbondante presenza di pus nel bacinetto

C) necrosi papillare

D) nefrosclerosi vascolare

E) ipotrofia del rene

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' abbondante presenza di pus nel bacinetto '.

40 di 40 
"La cheratosi seborroica e' una lesione patologica: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) della sinovia

B) della cornea

C) della cute

D) delle ghiandole lacrimali

E) delle ghiandole salivari

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' della cute '.

background