Sign up with Email

Already have an account? Login


1 di 40 
"Quale e' la terapia piu' efficace per ridurre i livelli della colesterolemia LDL?"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) La terapia con i fibrati

B) La dietoterapia

C) Nessuna risposta corretta

D) L'incremento della attivita' fisica

E) La terapia con le statine

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la E
    La terapia più efficace per ridurre i livelli di colesterolemia LDL è la terapia con statine, farmaci analoghi dell’HMG-CoA capaci di ridurre i livelli di colesterolo mediante l’inibizione della sintesi di Mevalonato e di aumentare i livelli di recettori per le LDL mediante l’attivazione della proteina SREBPs. Al contrario, i fibrati, farmaci utilizzati prevalentemente nel trattamento delle ipertrigliceridemie, comportano solo una modesta riduzione dei livelli di LDL, agendo prevalentemente sulla lipolisi periferica di lipoproteine ricche di trigliceridi come le VLDL e i chilomicroni tramite l’aumento di attività della Lipoprotein lipasi (risposta A errata). Invece, la dietoterapia, primo step terapeutico per le iperlipidemie non genetiche in assenza di coronaropatie e/o arteropatie note, è in grado di ridurre i livelli di LDL e di VLDL in misura minore rispetto al trattamento farmacologico al quale deve continuare ad essere associata (risposta B errata). Infine, l’incremento dell’attività fisica si è dimostrato in grado di ridurre prevalentemente le concentrazioni di VLDL, aumentando quelle di HDL, e solo in minor modo di diminuire le LDL circolanti (risposta D errata).

2 di 40 
"Gli analoghi sintetici dei cannabinoidi hanno potenziali impieghi terapeutici:"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) in tutti i casi elencati

B) come analgesici

C) nel trattamento del glaucoma

D) nel trattamento dell'emesi

E) come stimolanti dell'appetito

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'in tutti i casi elencati'.

3 di 40 
"Quale tra queste affermazioni e' esatta?"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) la tecnica del linfonodo sentinella viene eseguita solo se una lesione mammaria e' risultata benigna

B) il linfonodo sentinella di una neoplasia mammaria e' localizzato a livello inguinale

C) si esegue la tecnica del linfonodo sentinella nella malattia infiammatoria cronica dell'intestino

D) se il linfonodo sentinella e' negativo, nel caso di neoplasia mammaria maligna, saranno sicuramente positivi i linfonodi ascellari a monte dello stesso

E) il linfonodo sentinella e' il primo linfonodo della catena locoregionale drenante nel quale si devono ricercare eventuali cellule neoplastiche provenienti dal sito tumorale

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la E
    Il linfonodo sentinella è il primo linfonodo della catena locoregionale drenante che viene raggiunto da eventuali metastasi a partenza dai tumori maligni che diffondono per via linfatica, nel quale si devono ricercare eventuali cellule neoplastiche provenienti dal sito tumorale. Ad esempio il cancro alla mammella inizia a diffondersi attraverso il circolo linfatico quindi la ricerca di cellule tumorali nel linfonodo sentinella appartenente al primo livello della catena di drenaggio, permette di sospettare, con un livello di sicurezza abbastanza alto, che il tumore si sia diffuso oppure sia rimasto circoscritto alla ghiandola mammaria. La capacità predittiva negativa di questa tecnica è di circa il 96%. La procedura prevede l’impiego di una tecnica, detta linfoscintigrafia, in cui si inietta una piccola quantità di isotopo debolmente radioattivo nel tessuto mammario sottocutaneo il quale, seguendo la via linfatica, va a depositarsi nel primo linfonodo della catena di drenaggio della mammella. In questo modo, il linfonodo identificato viene sottoposto ad esame istologico e si verifica la presenza o l’assenza di cellule tumorali. La ricerca del linfonodo sentinella si esegue circa 24 ore prima dell’intervento chirurgico.

4 di 40 
"Il compenso renale in corso di acidosi respiratoria si verifica:"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) nell'ambito di diverse ore, alcuni giorni

B) nell'ambito di alcuni minuti

C) nessuna risposta esatta

D) nell'ambito di anni

E) nell'ambito di mesi

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'nell'ambito di diverse ore, alcuni giorni'.

5 di 40 
"Una sindrome del tunnel carpale puo' essere presente in corso di:"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) ipotiroidismo

B) sclerosi sistemica

C) tutte le risposte elencate sono corrette

D) amiloidosi

E) artrite reumatoide

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'tutte le risposte elencate sono corrette'.

6 di 40 
"La rizoartrosi si riferisce all'interessamento dell'articolazione:"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) nessuna risposta corretta

B) cerniera cranio-vertebrale

C) sacro-iliaca superiore

D) sacro-iliaca inferiore

E) trapezio-metacarpale

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'trapezio-metacarpale'.

7 di 40 
"Quale e' la principale ipotesi diagnostica in una donna di 59 anni con tumefazione e dolore (al movimento) alle interfalangee distali e prossimali delle mani ed alla radice del pollice (trapezio-metacarpale)? "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) osteoartropatia ipertrofica

B) gotta cronica poliarticolare

C) artrosi primaria delle mani

D) esordio di artrite reumatoide

E) morbo di Dupuytren

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' artrosi primaria delle mani '.

8 di 40 
"La sindrome del tunnel carpale e' caratterizzata dalla compressione del nervo: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) ascellare

B) ulnare

C) digitale

D) radiale

E) mediano

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' mediano '.

9 di 40 
"Un deficit coagulativo acquisito si riscontra nella"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) nell'ulcera peptica

B) nella calcolosi della colecisti

C) nella sindroma di Marfan

D) insufficienza respiratoria

E) cirrosi epatica

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la E
    I deficit della coagulazione sono patologie che alterano i processi coagulativi e che mettono a rischio il paziente. Tra le patologie elencate solo una intacca il processo della coagulazione ed è la cirrosi epatica. La cirrosi epatica porta a una disfunzione totale epatica che non riesce più a svolgere nemmeno le azioni di sintesi proteica; tra queste proteine si ricordano l’albumina, importante per la distribuzione dei volumi corporei e molti fattori della coagulazione: fibrinogeno, trombina, fattori V, VII, IX, X e XI e anche l’antitrombina e le proteina C ed S.

10 di 40 
" La tecnica dell'elettromiografia rileva: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) l'attivita' elettrica di unita' motorie

B) solo l'attivita' elettrica delle placche motrici

C) la contrazione del muscolo in toto

D) la contrazione delle singole unita' motorie

E) solo l'attivita' elettrica dei motoneuroni

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' l'attivita' elettrica di unita' motorie '.

11 di 40 
" Nel tumore della mammella: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) la mammografia e la mammoscintigrafia sono esami di routine

B) la mammografia segue la mammoscintigrafia e l'ecografia nell'iter diagnostico

C) la ricerca del linfonodo sentinella e' indagine di routine nella stadiazione del tumore mammario

D) la mammoscintigrafia e' esame di seconda istanza dopo la mammografia ed eventualmente anche dopo l'ecografia mammaria

E) la mammografia e' esame di seconda istanza

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' la mammoscintigrafia e' esame di seconda istanza dopo la mammografia ed eventualmente anche dopo l'ecografia mammaria '.

12 di 40 
"Quale test e' piu' indicativo per la diagnosi di dermatomiosite:"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) cellule LE

B) ANA

C) elettromiografia

D) complementemia

E) biopsia muscolo-cutanea

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'biopsia muscolo-cutanea'.

13 di 40 
" Un importante esame strumentale nella diagnosi di sindrome del tunnel carpale e': "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) la risonanza magnetica nucleare

B) l'elettromiografia

C) la radiografia

D) la scintigrafia ossea

E) la tomografia assiale compiuterizzata

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' l'elettromiografia '.

14 di 40 
"La sindrome del tunnel carpale si ha piu' spesso nei pazienti: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Sopra 75 anni

B) Eta' 25 - 40 anni

C) A tutte le eta'

D) Eta' 45 - 60 anni

E) Al di sotto dei 25 anni

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' Eta' 45 - 60 anni '.

15 di 40 
"La sindrome di Volkmann si verifica piu' frequentemente a seguito di: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) fratture malleolari

B) fratture di rotula

C) fratture sovracondiloidee di omero

D) fratture del capitello radiale

E) fratture di scafoide carpale

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' fratture sovracondiloidee di omero '.

16 di 40 
"L'osteosintesi con cerchiaggio metallico si usa piu' spesso "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) nelle fratture di colles

B) nelle fratture diafisarie di ulna

C) nelle fratture di scafoide carpale

D) nelle fratture vertebrali

E) nelle fratture di rotula

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' nelle fratture di rotula '.

17 di 40 
"Tutte queste metodiche rientrano nella diagnostica strumentale dell'ernia del disco ad eccezione di una, quale? "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) risonanza magnetica

B) elettromiografia

C) arteriografia

D) radicolografia

E) t.c.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' arteriografia '.

18 di 40 
"La sindrome del tunnel carpale:"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Si puo' verificare nel mixedema, nell'acromegalia e durante la gravidanza

B) Non causa atrofia dell'eminenza tenar

C) Tutte le risposte elencate sono corrette

D) Non interessa di solito il nervo mediano

E) Interessa di solito il nervo muscolocutaneo

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Si puo' verificare nel mixedema, nell'acromegalia e durante la gravidanza'.

19 di 40 
"Quale di queste metodiche e' piu' utile nella diagnostica delle lesioni muscolari "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) elettromiografia

B) termografia

C) esame radiografico

D) stratigrafia

E) ecografia

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' ecografia '.

20 di 40 
"Quale di queste indagini e' piu' usata nella diagnosi neonatale di displasia congenita dell'anca "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) t.c.

B) ecografia

C) esame radiografico

D) elettromiografia

E) risonanza magnetica

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' ecografia '.

21 di 40 
"Con quale apparecchiatura si ricerca il linfonodo sentinella in sala operatoria: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Radioscopia

B) gamma probe

C) Geiger

D) ecotomografo

E) gamma camera

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' gamma probe '.

22 di 40 
"Per la localizzazione del linfonodo sentinella e' necessaria: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) La somministrazione intestiziale del radiocolloide ed il mappaggio scintigrafico con gamma camera

B) La somministrazione intestiziale del radiocolloide l'individuazione scintigrafica con gamma camera e l'identificazione preoperatoria ed intraoperatoria con gamma-probe

C) L'uso del gamma counter per seguire i conteggi in vivo

D) La sola somministrazione e.v. di microcolloidi radiomarcati

E) La sola somministrazione interstiziale del radiocolloide

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' La somministrazione intestiziale del radiocolloide l'individuazione scintigrafica con gamma camera e l'identificazione preoperatoria ed intraoperatoria con gamma-probe '.

23 di 40 
"In quale di queste cardiopatie si ascolta un soffio continuo a "tunnel": "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) pervieta' interventricolare con insufficienza aortica

B) tetralogia di Fallot

C) ipertensione polmonare idiopatica

D) stenosi dei rami arteriosi polmonari

E) dotto arterioso di Botallo pervio

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' dotto arterioso di Botallo pervio '.

24 di 40 
"La fosfatasi alcalina aumenta"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) in nessuno di questi casi elencati

B) nell'ittero ostruttivo

C) nelle fratture ossee

D) in tutti questi casi elencati

E) nelle metastasi da cancro della prostata

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'in tutti questi casi elencati'.

25 di 40 
"La marisca sentinella e' una piega cutanea conseguente a: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Di una trombosi emorroidaria esterna

B) Di una procidenza emorroidaria

C) Di un prolasso emorroidario

D) Di una ragade anale

E) Di una fistola anale

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' Di una ragade anale '.

26 di 40 
"IL SEGNO DI TINEL AL POLSO E' INDICATIVO DI "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) compressione del nervo ulnare

B) frattura dello scafoide

C) sindrome del tunnel carpale

D) sindrome del tunnel tarsale

E) frattura dell'epifisi distale del radio

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'sindrome del tunnel carpale'.

27 di 40 
"La diagnosi di aneurisma dell'aorta toracica puo' essere effettuata mediante: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) TC cerebrale

B) TC toracica

C) RMN colonna lombosacrale

D) elettroneuronografia

E) elettromiografia degli arti inferiori

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' TC toracica '.

28 di 40 
"Nella radiografia diretta dell'addome, qual'e' il significato della "ansa sentinella"? "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) suggerisce la presenza di aderenze dell'ansa intestinale con ipomobilita' della stessa.

B) rappresenta la distensione con o senza livello idro-aereo di un'ansa intestinale in corrispondenza di un'area di intestino infiammata.

C) e' la distensione dell'intestino comunemente riscontrata dopo i pasti e ha significato aspecifico.

D) indica un processo infiltrativo intestinale

E) e' indice di ischemia intestinale con edema della parete intestinale e dunque ipodiafania alla radiografia.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' rappresenta la distensione con o senza livello idro-aereo di un'ansa intestinale in corrispondenza di un'area di intestino infiammata. '.

29 di 40 
"La biopsia del linfonodo sentinella e' indicata nel:"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) melanoma degli arti

B) melanoma ulcerato

C) tutte le risposte sono corrette

D) melanoma livello IV e V sec. Clark

E) melanoma acrale

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'tutte le risposte sono corrette'.

30 di 40 
"Quando viene eseguita la biopsia del cosiddetto linfonodo sentinella? "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Solo nei melanomi nodulari ulcerati

B) Melanoma con spessore > 1 mm

C) In tutti i casi di melanoma

D) Melanoma acrale

E) Melanoma con spessore > 3 mm

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' Melanoma con spessore > 1 mm '.

31 di 40 
"Quale delle seguenti tecniche e' utilizzata per studiare i muscoli striati? "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Elettromiografia

B) Elettronistagmografia

C) Elettroneuronografia

D) Elettroencefalogrfia

E) Elettrocorticografia

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' Elettromiografia '.

32 di 40 
"Tutte le seguenti metodiche sono utili per la diagnosi di aganglionosi rettocolica congenita, tranne: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) biopsie rettali

B) clisma opaco

C) cariotipo

D) manometria ano-rettale

E) elettromiografia

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' elettromiografia '.

33 di 40 
"Nella terapia chirurgica dei melanomi: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) va sempre fatta una linfoadenectomia elettiva

B) la ricerca del linfonodo sentinella deve sempre essere effettuata

C) sono importanti sia l'ampiezza che la profondita' dell'exeresi

D) e' importante l'ampiezza, ma non la profondita' dell'exeresi

E) occorre arrivare in profondita' nell'exeresi, oltre il piano fasciale

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' sono importanti sia l'ampiezza che la profondita' dell'exeresi '.

34 di 40 
"Nei melanomi cutanei, la ricerca del linfonodo sentinella: "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) non ha indicazione alcuna in quanto e' una procedura diagnostica limitata al k mammario

B) va fatta se lo spessore del melanoma, secondo Breslow e' maggiore di 1 mm

C) va sempre fatta

D) e' sempre da evitare

E) non ha scopo prognostico

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' va fatta se lo spessore del melanoma, secondo Breslow e' maggiore di 1 mm '.

35 di 40 
"EPIFENOMENI CUTANEI DELLE ANEMIE:"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) LA CHELITE E LA GLOSSITE NON SONO MAI FREQUENTI

B) L' ASPETTO DELLE UNGHIE E DEI CAPELLI E' SEMPRE NORMALE

C) NELL'ANEMIA PERNICIOSA SONO FREQUENTI LE ULCERE MALLEOLARI

D) I SEGNI CUTANEI SONO SPECIFICI

E) E' FREQUENTE IL PALLORE

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'E' FREQUENTE IL PALLORE '.

36 di 40 
"QUALE E' IL COLORANTE IMPIEGATO NEL MAPPAGGIO INTRAOPERATORIO DEL LINFONODO SENTINELLA"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) CRISTAL VIOLETTO

B) BONNY BLUE

C) BLUE DI METILENE

D) PATENT BLUE

E) VERDE BRILLANTE

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'PATENT BLUE '.

37 di 40 
"QUALE DEI SEGUENTI E' L'ISOTOPO RADIOATTIVO UTILIZZATO NELLA LINFOSCINTIGRAFIA NELL'INDIVIDUAZIONE DEL LINFONODO SENTINELLA ?"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) I131

B)  TC99

C) GA67

D) I123

E) IN111

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' TC99 '.

38 di 40 
"La ginecomastia puo' riscontrarsi:"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Nella terapia digitalica

B) Nella cirrosi epatica

C) In tutti i casi elencati

D) Nella terapia con aldactone

E) Nella sindrome di Klinefelter

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'In tutti i casi elencati'.

39 di 40 
"Che cos'e' il segno di Hoffmann-Tinel? "

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) la paralisi dei piccoli muscoli della mano in una lesione del nervo ulnare

B) l'assenza di sudorazione nel territorio di distribuzione di un nervo leso

C) la comparsa di dolore nel territorio di distribuzione di un nervo leso

D) la paralisi vasomotoria nel territorio di distribuzione di un nervo leso

E) la sensazione di scossa elettrica lungo il decorso di un nervo leso evocata dalla percussione digitale del nervo stesso

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la ' la sensazione di scossa elettrica lungo il decorso di un nervo leso evocata dalla percussione digitale del nervo stesso '.

40 di 40 
"Nella sindrome del tunnel carpale quale e' il nervo interessato:"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) SP

B) mediano

C) ulnare

D) femorale

E) radiale

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta è la B
    Nella sindrome del tunnel carpale il nervo interessato è il nervo mediano. La sindrome del tunnel carpale è una neuropatia determinata dall’intrappolamento del nervo mediano nel canale osteofibroso del carpo che è attraversato da:
    - nervo mediano;
    - tendini del muscolo flessore superficiale delle dita;
    - tendini del muscolo flessore profondo delle dita;
    - tendine del muscolo flessore lungo del pollice;
    - tendine del muscolo flessore radiale del carpo.
    La sindrome del tunnel carpale è in genere determinata da una tenosinovite del canale del carpo che determina la compressione del nervo mediano ed è particolarmente frequente nei soggetti affetti da ipotiroidismo, artrite reumatoide e diabete mellito. Clinicamente si manifesta con parestesie notturne del pollice, dell’indice e del medio e può esitare in ipostenia e atrofia del muscolo abduttore del pollice. Il trattamento è chirurgico. Al contrario, nella sindrome del tunnel carpale non sono interessati il nervo ulnare, femorale e il radiale (risposte C, D, E errate).

background