Simulazione FB NEW Casi 391-395 – Test Ammissione

Simulazione

Cliccando in alto a destra sul pulsante "+" e' possibile "Consegnare", "Salvare e Interrompere", "Salvare e Continuare" il compito.

1 di 5 Domande

Uomo di 40 anni con dolore toracico, dopo un’infezione del tratto delle vie aeree superiori, con aumento significativo degli enzimi. Qual e' la diagnosi?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la C.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, probabilmente presenta Miopericardite. Non a caso vi è sopraslivellamento del tratto ST concavo, depressione del tratto PR, segno di Spodic (sottoslivellamento del tratto TP), oltre che la storia clinica caratteristica. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC 100 bpm. Normale conduzione AV. Sottoslivellamento del tratto PR e sopraslivellamento del tratto ST  diffuso. Anomalie secondarie del recupero”
Rif. ECGFai241

2 di 5 Domande

Giunge in PS un uomo di 57 anni. Riferisce intenso dolore toracico da circa 2 h. Anamnesi patologica remota: forte fumatore, ipertensione arteriosa di II grado, BPCO. Parametri vitali: PA 155/90 mmHg, SpO2 96%, FC 110 bpm, polso regolare. Esame obiettivo: soffio sistolico II/VI puntale. Qual e' la diagnosi piu' probabile?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la B.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta STEMI infero-posteriore, dato il sopraslivellamento del tratto ST-T in derivazioni inferiori ed il sottoslivellamento del tratto ST-T nelle derivazioni anteriori, segno di un sopraslivellamento posteriore. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC 100 bpm. Normale conduzione AV. Sopraslivellamento del tratto ST-T in derivazioni inferiori e sottoslivellamento in derivazioni anteriori. Sottoslivellamento speculare nelle derivazioni laterali.  Anomalie secondarie del recupero”.
Rif. ECGFai242

3 di 5 Domande

Uomo di 75 anni con storia pregressa di scompenso cardiaco ed insufficienza respiratoria arriva al PS con dolore addominale ed alterato stato mentale. Qual e' la diagnosi piu' probabile?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la B.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, probabilmente presenta fibrillazione atriale + tossicità alla digossina, poiché non a caso si evidenzia accorciamento del QT ed incurvatura a cucchiaio dopo il QRS (evidenziabile in AVL e I sopratutto). Il quadro clinico rispecchia la tossicità. Infatti, il referto mostra: “Fibrillazione atriale a FC media di 100 bpm. Sottoslivellamento a cucchiaio del tratto ST-T in I e AVL. Anomalie secondarie del recupero”.
Rif. ECGFai243

4 di 5 Domande

Uomo di 55 anni con dispnea e dolore toracico. Qual e' il prossimo step, dopo questo ECG?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la E.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, necessita di un’ecocardiogramma in quanto sono presenti onde T invertite e profonde asimmetriche e segni di forte ipertrofia ventricolare sx--> in maniera approssimale possiamo vedere onde S profonde nelle precordiali dx ed elevate nelle sx, nello specifico: SV1+ RV5 > 35 mm (criterio di Sokolow), SV£+ RAVL > 28 mm (Criterio di Cornell). Inoltre vi è un probabile ingrossamento atriale sx. Tutti questi segni di una possibilie Cardiomiopatia ipertrofica apicale . Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC 60 bpm. Anomalie dell’atriogramma. Normale conduzione AV. Segni di ipertrofia ventricolare. Anomalie diffuse del recupero con onde T invertite e profonde simmetriche, soprattutto nelle laterali sx.”
Rif. ECGFai244

5 di 5 Domande

Paziente di 75 anni con sporadici episodi di dispnea da sforzo. Anamnesi positiva per diabete mellito II, BPCO, ipertensione arteriosa. Ha eseguito qualche mese fa endoarterectomia della carotide interna sx per stenosi dell’85%.  Esegue pertanto visita cardiologica con rilevazione di soffio puntale II/VI ed ECG. Qual e' la diagnosi?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la E.
Il paziente, in base ai reperti clinico-anamnestici e all’elettrocardiogramma, non presenta nessuna delle patologie soprariportate, in quanto non ci sono segni ECGgrafici  di nessuna delle patologie, anzi eccetto qualche piccola anomalia aspecifica il tracciato è perfettamente nella norma. Tutto ciò (anche se dovrebbe essere approfondito con ecocardigramma), insieme ai fattori di rischio, depone per una Cardiopatia ischemica cronica o una dispnea non cardiogena. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC 70 bpm. Normale conduzione AV. AQRS a circa 0°. Anomalie aspecifiche del recupero.”
Rif. ECGFai245

Consegna il Compito!

Consegna il compito!


Tempo Rimasto 5 minuti!

Dottore, non aggiorni questa pagina prima del completamento della correzione.
Clicchi su "Consegna il Compito" per ottenere la correzione del compito.

consegna il compito