Simulazione FB NEW Casi 146-150 – Test Ammissione

Simulazione

Cliccando in alto a destra sul pulsante "+" e' possibile "Consegnare", "Salvare e Interrompere", "Salvare e Continuare" il compito.

1 di 5 Domande

Paziente critico con infarto acuto del miocardio con sopraslivellamento del tratto ST-T, trasferito prontamente presso la sala di emodinamica. Quale vaso e' piu' probabilmente interessato? ​​​​​​​

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la A
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta probabilmente occlusione del diagonale della discendente anteriore o circonflessa. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a Fc 80 bpm. Normale conduzione AV. Aumento del tratto ST-T in derivazioni laterali e sottoslivellamento in derivazioni speculari inferiori. Anomalie secondarie del recupero. STEMI laterale”.
Rif. ECGFai032

2 di 5 Domande

Paziente di 50 anni con palpitazioni ed emodinamicamente stabile esegue ECG con evidenza di flutter ad alta risposta ventricolare (di nuova insorgenza). Qual e' l'approccio preferenziale in questo caso? (Ecocardiogramma non mostra alterazioni) ​​​​​​​

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la A
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, necessita di cardioversione a 50 j. Infatti, il referto mostra: “Flutter atriale a Fc 150 bpm a conduzione 2:1. Segni di ipertrofia ventricolare sx. Anomalie aspecifiche del recupero”.
Rif. ECGFai033

3 di 5 Domande

Quale di questa affermazione e' vera riguardo l'ECG evidenziato? ​​​​​​​

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la B
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta segni di ipertrofia biventricolare. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a Fc 125 bpm. Anomalie dell'atriogramma. Normale conduzione AV. Segni di sovraccarico biventricolare con associate alterazioni del recupero”.
Rif. ECGFai036

4 di 5 Domande

Gianluca, 25 anni, presenta episodi presincopali negli ultimi giorni. Non ha mai effettuato esami medici di alcun genere, pertanto decide di sottoporsi a visita cardiologica che evidenzia il seguente quadro, oltre che soffio sistolico aspro II/VI diffuso che aumenta al Valsalva. Quale puo' essere la sospetta diagnosi e quale lo step successivo?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la D
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Cardiomiopatia ipertrofica, pertanto è da eseguire ecocardiogramma. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a Fc 60 bpm. Anomalie dell'atriogramma. Lieve ritardo dx. Onde R ad alto voltaggio in precordiali setto-laterali con associate T profonde ed asimmetriche”. Paziente con cardiomiopatia ipertrofica apicale.
Rif. ECGFai037

5 di 5 Domande

Giunge al vostro studio un paziente di 80 anni, impiantato di pacemaker 5 anni fa. Non mostra precedente documentazione, se non il seguente ECG. Quali considerazioni potreste fare?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la C
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta modalità di stimolazione e sensing solo ventricolare. Infatti, il referto mostra: “Ritmo da PM (stimolazione solo ventricolare in modalità VVI) a Fc 62 bpm. Anomalie secondarie del recupero”.
Rif. ECGFai039

Consegna il Compito!

Consegna il compito!


Tempo Rimasto 5 minuti!

Dottore, non aggiorni questa pagina prima del completamento della correzione.
Clicchi su "Consegna il Compito" per ottenere la correzione del compito.

consegna il compito