Simulazione FB NEW Casi 151-155 – Test Ammissione

Simulazione

Cliccando in alto a destra sul pulsante "+" e' possibile "Consegnare", "Salvare e Interrompere", "Salvare e Continuare" il compito.

1 di 5 Domande

Paziente di 50 anni riferisce da mesi episodi di sincopi e palpitazioni. Dopo l’ultimo episodio di mancamento esegue visita cardiologica ed ECG con il seguente tracciato. Quali considerazioni si possono fare?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La riposta corretta è la C
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Blocco atrioventricolare di terzo grado con dissociazione  atrio-ventricolare completa. Infatti, il referto mostra: “Blocco atrioventricolare di terzo grado con dissociazione atrioventricolare completa. Frequenza atriale di 95 bpm. Scappamento giunzionale a FC 35 bpm a conduzione a blocco di branca destro. Anomalie aspecifiche del recupero”.
Rif. ECGFai041

2 di 5 Domande

Paziente di 40 anni severamente dispnoico da ore, SpO2 89%, turgore delle giugulari, PA 80/60 mmHg, severamente astenico. Storia di BPCO, ipertensione arteriosa sistemica, dislipidemia, cardiopatia dilatativa post-ischemica, pregresso K polmonare. Qual e' la possibile diagnosi, anche in base al seguente tracciato?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la B
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Tamponamento cardiaco, come si evidenzia dalla clinica e dall’alternanza elettrica, dato che il cuore si muove all’interno della sacca liquida. Infatti, il referto mostra: “ Ritmo sinusale a FC 90 bpm. Normale conduzione AV. Complessi QRS di voltaggio variabile. Nei limiti il recupero”. (Paziente in tamponamento cardiaco con “alternanza elettrica” per swinging heart)
Rif. ECGFai042

3 di 5 Domande

Ritmo da Pacemaker con 2 extrasistoli ventricolari. Qual e' il PR impostato?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La riposta corretta è la D
Il paziente, in base all’elettrocardiogramma, presenta un PR impostato di 240 ms. Infatti, il referto mostra: “Ritmo da Pacemaker, atrioguidato in modalità VDD, a FC 60 bpm. Intervallo AV impostato 240 ms. Presenti due BEV, seguiti da pausa post-extrasistolica. Anomalie secondarie del recupero.
Rif. ECGFai043

4 di 5 Domande

Quale tra questi referti e' il piĂą verosimile in base a questo tracciato?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La riposta corretta è la B
Il paziente, in base all’elettrocardiogramma, presenta Fibrillazione atriale, anche se con ritmo di scappamento giunzionale, come ci suggerisce l’assenza di P con intervalli RR regolari a complessi stretti. Infatti, il referto mostra: “Fibrillazione atriale con ritmo di scappamento giunzionale, in assenza di attività atriale, a Fc di 45 bpm. Anomalie aspecifiche del recupero. Qtc 359 ms in II"
Rif. ECGFai045

5 di 5 Domande

Quale diagnosi e' meno probabile in base al seguente tracciato?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La riposta corretta è la D
Il paziente, in base all’elettrocardiogramma, è meno probabile che  presenti un infarto dx. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a Fc 50 bpm. BAV I grado (PR 220 ms). Lieve ritardo dx/onda epsilon in V1. T negative e simmetriche con lieve riduzione ST-T in precordiali dx. Paziente con displasia aritmogena del ventricolo dx”. ​​​​​​​
Rif. ECGFai046

Consegna il Compito!

Consegna il compito!


Tempo Rimasto 5 minuti!

Dottore, non aggiorni questa pagina prima del completamento della correzione.
Clicchi su "Consegna il Compito" per ottenere la correzione del compito.

consegna il compito