Simulazione FB NEW Casi 041-045 – Test Ammissione

Simulazione

Cliccando in alto a destra sul pulsante "+" e' possibile "Consegnare", "Salvare e Interrompere", "Salvare e Continuare" il compito.

1 di 5 Domande

Un ragazzo di 19 anni giunge presso il PS circa 12 ore dopo essere tornato da una vacanza di 2 settimane nella Repubblica Dominicana per la comparsa di una grave eruzione cutanea a livello del viso, braccia, gambe e parte superiore del corpo. L'unica area indenne è quella che in vacanza era coperta dal costume. Riferisce, inoltre, di essere già stato presso un ospedale locale per disuria e secrezione uretrale dal quale era stato dimesso con diagnosi di Chlamydia e per la quale gli era stato prescritto un ciclo di antibiotici. Quale delle seguenti è la causa più probabile della sua sintomatologia?

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la C.
La causa più probabile dell’eruzione cutanea del paziente è una reazione dovuta a fotosensibilità indotta da farmaci e le tetracicline sono antibiotici ben noti per provocare fotosensibilità indotta da farmaci. In particolare, in corso di terapia antibiotica il paziente avrebbe dovuto essere avvertito di coprirsi e di usare un adeguata protezione solare ad alto fattore. Inoltre, bisognava raccomandarsi con il paziente circa l'interruzione della terapia dopo i primi segnali di eritema significativo.

Rif. oldcase1150021

2 di 5 Domande

Una ragazza di 17 anni affetta da bassa statura e infertilità con sospetta sindrome di Turner, è in trattamento farmacologico con Bisoprololo per l'ipertensione. Riferisce di aver sofferto negli ultimi mesi di dolore toracico intermittente, palpitazioni e due episodi di sincope da sforzo, per cui è preoccupata che possa esserci un problema al cuore. All’esame obiettivo la sua pressione arteriosa è di 142/82 mmHg, polso 68 /min e regolare. All’auscultazione cardiaca si apprezza un soffio sistolico eiettivo che si sente meglio sul bordo superiore sinistro dello sterno e un secondo tono cardiaco ritardato. Inoltre, si apprezza un lieve edema che colpisce entrambe le caviglie. Quale delle seguenti è la diagnosi più probabile?

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la D.
La diagnosi più probabile in presenza di un soffio sistolico sul margine sternale sinistro, palpitazioni e sincope da sforzo, è quella di stenosi polmonare. In particolare, si riscontra una certa percentuale di stenosi della valvola polmonare nei pazienti con sindrome di Turner, sebbene la valvola aortica bicuspide e la coartazione dell'aorta siano molto più comuni in questa sindrome genetica.

Rif. oldcase1150022

3 di 5 Domande

Una ragazza di 21 anni giunge in PS per un’assunzione incongrua di paracetamolo. Riferisce di aver assunto 40 compresse di paracetamolo da 500 mg dopo che il suo partner le ha detto che se ne sarebbe andato per 3 mesi per motivi di lavoro. Anamnesi patologica remota: 25 ricoveri negli ultimi 3 aa per ripetute condotte di autolesionismo (tagli sulla pelle) e denuncia per aver picchiato una ragazza in un pub. In PS sembra priva di emozioni, dice di sentirsi vuota, annoiata e sola, ammettendo che ha assunto il paracetamolo d'impulso perché il suo partner stava andando via. Nega risvegli mattutini o una riduzione significativa dell'appetito. Quale delle seguenti è la diagnosi più probabile?

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la B.
La diagnosi di un paziente con comportamento impulsivo, atti ripetuti di autolesionismo e reazione eccessiva ad eventi relativamente minori insieme a sentimenti di vuoto e noia, è quella di disturbo borderline di personalità.

Rif. oldcase1150023

4 di 5 Domande

Una donna di 54 anni giunge in PS per effettuare il drenaggio diagnostico del liquido ascitico, osservato in una precedente ecografia addominale. Anamnesi patologica remota: isterectomia con conservazione delle ovaie, ipertensione in trattamento farmacologico, asma lieve in trattamento farmacologico, precedente storia di alcolismo, anche se riferisce di aver ridotto il consumo di alcol da circa 5 anni. All'esame obiettivo ha una PA di 110/70 mmHg, polso 80/min, BMI pari a 27 ed una evidente distensione addominale con ascite. Gli esami di laboratorio mostrano: Hb 10,1 g/dl, WCC 9,9 x10^9/l, PLT 171 x10^9/l, Na+ 139 mmol/l, K+ 4,6 mmol/l, Creatinina 132 micromol/l, ALT 112 U/l, ALP 193 U/l, Bilirubina 10 micromol/l, gradiente albumina ascite (SAAG) 8 g/l. Esame urine: sangue +, proteine ​​+. Quale delle seguenti è la diagnosi più probabile?

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la D.
La diagnosi più probabile per la paziente del caso clinico è quella di carcinoma ovarico. In particolare, per un corretto inquadramento diagnostico è necessario prestare attenzione al SAAG, che risulta al di sotto del valore limite di 11 g/l. Cause comuni di ascite associata a basso SAAG includono tumori peritoneali come carcinoma ovarico, pancreatite e sindrome nefrosica. Inoltre, l’anamnesi di isterectomia con conservazione ovarica potrebbe essere un indicatore della patologia ovarica sottostante.

Rif. oldcase1150024

5 di 5 Domande

Una ragazza di 29 anni, incinta di 32 settimane del suo primo figlio, giunge in PS a seguito di una grave indigestione avvenuta nelle ultime 48 ore che non è migliorata nonostante l'assunzione di Gaviscon. All'esame obiettivo la pressione arteriosa è di 149/90 mmHg, polso 85/min e regolare. La sua precedente PA era di 118/75 mmHg. All’addome vi è dolenzia epigastrica alla palpazione superficiale e profonda; nulla a segnalare, invece, a carico di cuore e torace. Gli esami di laboratorio mostrano: Hb 10.5 g/dl, WCC 9.2 x10^9/l, PLT 55 x10^9/l, INR 1.3, Na+ 137mmol/l, K+ 5,1 mmol/l, Creatinina 122 micromol/l, ALT 181 U/l, ALP 321 U/l, Bilirubina 19 micromol/l, Proteine urinarie ++, Albumina 34 g/l. Quale delle seguenti è la diagnosi più probabile?

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la E.
La diagnosi più probabile in una paziente con significativo aumento della pressione arteriosa, dolore epigastrico, proteinuria, è quella di pre-eclampsia. In particolare, vista l’alterazione degli enzimi di funzionalità epatica, le piastrine basse e la coagulazione alterata, bisognerebbe iniziare una terapia farmacologica per la gestione della pressione sanguigna e prendere in considerazione l’anticipazione del parto.

Rif. oldcase1150025

Consegna il Compito!

Consegna il compito!


Tempo Rimasto 5 minuti!

Dottore, non aggiorni questa pagina prima del completamento della correzione.
Clicchi su "Consegna il Compito" per ottenere la correzione del compito.

consegna il compito