Simulazione per APP 018 – Test Ammissione

Simulazione

Cliccando in alto a destra sul pulsante "+" e' possibile "Consegnare", "Salvare e Interrompere", "Salvare e Continuare" il compito.

1 di 25 Domande

Un paziente di 49 anni viene al vostro studio per sincopi ed al momento riferisce severa astenia. Qual e' la diagnosi in base all’ECG?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la B.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Blocco seno-atriale II grado Mobitz 2 , in quanto un impulso viene bloccato, l'atrio non si attiva e non viene registrata l'onda P (e quindi l'intero battito che ne consegue), il battito successivo che verrà condotto è registrato quindi dopo un tempo pari a circa il doppio del ciclo normale. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC di 80 bpm. Fasi di blocco seno-atriale II grado Mobitz 2. Anomalie aspecifiche del recupero.”

Rif. ECGFai191

2 di 25 Domande

Bambino di 5 anni con episodi di  palpitazioni e affanno. Si rinvia quindi dal cardiologo pediatria che esegue ECG. Quale delle seguenti affermazioni e' vera?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la D.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Presenza di pre-eccitazione da via accessoria postero-settale sx , in quanto non è al momento presente tachicardia, ma è presenta sia il PR breve sia l’onda delta, in questo caso positiva in precordiali con massima positivitĂ  nelle settali, mentre per quanto riguarda le periferiche c’è positivitĂ  in laterali, e negativitĂ  in inferiori (meno negativa a sx che a dx, in II piuttosto che in III). Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC di 70 bpm.  PR corto (100 ms). BBdx completo (rR1 con QRS 120 ms, evidente in V1-2). Onda delta negativa in inferiori, e positiva in laterali e precordiali (soprattutto settali), come da via accessoria postero-settale sx. Anomalie secondarie del recupero.”
Rif. ECGFai192

3 di 25 Domande

Paziente di 70 anni, rianimata con successo dopo arresto cardiaco domiciliare e posta ancora poco collaborante nella coperta di raffreddamento. Si effettua ECG che evidenzia?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la B.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta segni di ipotermia, in quanto presentano l’onda terminale dopo il QRS, detta anche onda di Osborne. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC di 60 bpm. Normale conduzione AV. QRS 110 ms con presenza di onda di Osborne terminale.  Anomalie diffuse del recupero (lieve sottoslivellamento del tratto ST-T in infero-laterali con onde q e T negative in inferiori).”

Rif. ECGFai193

4 di 25 Domande

Paziente 45 anni astenica, polso irregolare e da giorni episodi di offuscamento visivo, nausea e vertigini. Viene eseguito tracciato, che evidenzia?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la E.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta BAV III grado, in quanto c’è dissociazione completa tra atrio e ventricolo, quest’ultimo ad una FC così bassa da alternarsi ad un ritmo di scappamento giunzionale. Si evidenziano numerose P attivate indipendentemente dal QRS, talora incluse nei QRS, talora incise in essi o nelle onde T. Infatti, il referto mostra: “BAV III grado. Frequenza  atriale 120 bpm. Frequenza ventricolare a 20 bpm. Ritmo di scappamento giunzionale a FC 20 bpm.   Anomalie secondarie del recupero.”

Rif. ECGFai194

5 di 25 Domande

Paziente di 60 anni, ricoverato presso il reparto Covid.  Anamnesi positiva per ipertensione arteriosa sistemica, pregressa angioplastica su ramo diagonale (in elettivo), BPCO. Pa 130/60 mmHg, SpO2 90%, temperatura 39 C°, FC 100 bpm. Riferisce tosse e dispnea. Qual e' il trattamento migliore per la situazione evidenziata?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la C.
Per il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, nessuna terapia cardiologica è al momento consigliata, in quanto c’è soltanto tachicardia sinusale per febbre (evidenti anche artefatti per brividi febbrili). Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC di 100 bpm. Normale conduzione AV ed IV. Anomalie aspecifiche del recupero.”

Rif. ECGFai195

6 di 25 Domande

Paziente di 74 anni esegue questo ECG per dolore toracico insorto improvvisamente e che va e viene senza interrompersi. Che cosa evidenzia il tracciato?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la A.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Blocco di branca sx, in quanto il QRS è salrgato (120 ms) e l’aspetto è tipico con rS fino a V4 e onda R predominante con scomparsa di q in laterale, oltre che anomalie secondarie del recupero. La diagnosi di NSTEMI non può essere data senza enzimi, così come quella di STEMI in assenza di un sopraslivellamento maggiore di 2.5 mm in due derivazioni contigue (c’è un accenno di sopraslivellamento in V1 e 3 che quindi non raggiunge i criteri). Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC di 100 bpm. Normale conduzione AV. BBsx completo (QRS 120 ms). Anomalie aspecifiche del recupero.”

Rif. ECGFai196

7 di 25 Domande

Una vostra paziente di 78 anni arriva presso il vostro studio per normale screening cardiologico, ma presenta da 2 giorni nausea e vomito. Anamnesi positiva per ipertensione arteriosa sistemica, IRC, cardiopatia dilatativa post-ischemica (pregresso STEMI). Terapia farmacologica: Ramipril 10 mg, Canreonato di potassio 100 mg,  ASA 100 mg, Atenololo 50 mg, Eterocoxib. Cosa sospettate, guardando anche il tracciato?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la C.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Iperkalemia, un sospetto che già può essere ipotizzato dalla storia di IRC e di assunzione di farmaci che aumentano la Kalemia. Inoltre è presente una tachicardia a complessi molto larghi in cui il QRS e la T si sono totalmente fusi (complesso “sine wave), anche se è ancora evidenziabile una piccola incisura di separzione tra QRS e T. Infatti, il referto mostra: “Tachicardia a complessi larghi a FC di 180 bpm. Evidenza di fusione di QRS e T.”

Rif. ECGFai197

8 di 25 Domande

Giovane di 40 anni, con fitte toraciche. Giocatore di tennis da 20 anni. Esegue esami ematochimici ed ECG. Osservando anche il tracciato, quale di queste affermazioni e' quella vera?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la B.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presentaun alto sospetto di pericardite, ma c’è bisogno di ulteriori valutazioni, in quanto il dolore toracico, seppur non tipico, è accompagnamento da lieve sopraslivellamento del tratto ST diffuso, che in un paziente giovane potrebbe anche essere attribuibile alla ripolarizzazione precoce-->sopraslivellamento del tratto ST concavo, onde T alte ed asimmetriche concordanti col QRS, l’onda T è molto piĂą alta dell’elevazione dell’ST, oltre a non esserci sottoslivellamento reciproco in altre derivazioni (non a caso è escludibile un quadro ischemico). Infatti, il referto mostra: “Aritmia sinusale a FC media  di 60 bpm. Sopraslivellamento del tratto ST diffuso concavo. Singola extrasistole ventricolare con asse diretto inferiormente a sx. Anomalie aspecifiche del recupero, di cui T negativa in AVL.”

Rif. ECGFai198

9 di 25 Domande

Donna di 70 anni. Giunge in PS con dispnea, insorta da mezz’ora gradualmente. Viene pertanto eseguito un tracciato elettrocardiografico. Che cosa si puo' affermare?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la E.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Tachicardia Ventricolare , in quanto c’è dissociazione tra atrio e ventricolo, in quanto i rapporti tra P e QRS non sono costanti e regolari, QRS parzialmente slargato (mediamente 110 ms) con morfologia a BBdx, in cui c’è un aspetto R in V1 senza incisure e qS in V6 (positività prevalenti a dx). Infatti, il referto mostra: “Tachicardia ventricolare monomorfa a BBdx a FC di 140 bpm. Anomalie secondarie del recupero.”

Rif. ECGFai199

10 di 25 Domande

Cosa puo' essere escluso nel tracciato mostrato?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la C.
In base all’elettrocardiogramma può essere escluso emiblocco posteriore sx, in quanto l’asse è deviato in alto ed il QRS è ancora stretto. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC di 130 bpm. Normale conduzione AV (PR 130 ms). Lieve ritardo di conduzione dx (aspetto qR in V1). Emiblocco anteriore sx. Anomalie aspecifiche del recupero.”

Rif. ECGFai200

11 di 25 Domande

Paziente di 50 anni viene a visita presso il vostro studio per semplice screening. Anamnesi muta per patologie di rilievo all’anamnesi remota e prossima. PA 160/100 mmHg, FC 100 bpm, SpO2 99%. Che cosa ci aspettiamo, anche in base all’ECG?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la B.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Ipertrofia ventricolare sx . Ad aiutarci sono i dati sulla pressione arteriosa sistemica ed all’ECG l’asse deviato più a sx con S profonde in dx e scomparsa della q settale in V5-6, perché è cambiato il vettore di depolarizzazione per l’ipertrofia anche del setto omolaterale. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC 100 bpm. Normale conduzione AV (PR 120 ms). Segni di ipertrofia ventricolare sx. Anomalie aspecifiche del recupero.”

Rif. ECGFai201

12 di 25 Domande

Un ragazzo di 18 anni arriva al vostro studio per un cardiopalmo, insorto improvvisamente. I suoi parametri sono stabili. L’aritmia viene facilmente cardiovertita con massaggio del seno carotideo. Che tipo di aritmia e' quella rappresentata?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la D.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Tachicardia da rientro nodale , in quanto c’è una tachicardia a QRS stretto regolare con verosimile P retrocondotta subito dopo il QRS o inciso in esso. Infatti, il referto mostra: “Tachicardia da rientro nodale a FC di 180 bpm. Anomalie aspecifiche del recupero.”

Rif. ECGFai202

13 di 25 Domande

Paziente di 35 anni con diabete mellito tipo 1 in trattamento con insulina. Si reca al PS per dolore addominale ed affanno. E’ immediatamente presente l’elettrocardiografo nelle vicinanze ed effettuate l’ECG. Cosa si evidenzia?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la E.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta tutte le opzioni ,  o meglio non può essere esclusa nessuna. GiĂ  la C e la D sono strettamente correlate ed anche concordi al sospetto di base (chetoacidosi diabetica), collegati a QRS slargati e bizzarri con immediata partenza della T, abbastanza alta, oltre che essere assente la contrazione atriale al tracciato. Quest’ultima caratteristica potrebbe anche essere correlata ad una Fibrillazione atriale sottostante a bassa risposta con ritmo di scappamento giunzionale. Senza altri dati non può nemmeno essere escluso un infarto del miocardio in quanto vi è un aumento dell’ST in I, AVL, V2-3 con sottoslivellamento reciproco in inferiori. Infatti, il referto mostra: “Assente attivitĂ  atriale. FC ventricolare di 50 bpm. QRS slargati (130 ms). Sopraslivellamento del tratto ST in V2-3, I e AVL. Sottoslivellamento reciproco in inferiori. Onde T alte e appuntite setto-laterali. Qtc in V5 452 ms”

Rif. ECGFai203

14 di 25 Domande

Paziente di 50 anni che arriva a visita cardiologica per normale screening. Il paziente ha dispnea da sforzo. All’esame obiettivo soffio sistolico II/VI irradiato alla margino-sternale sx. Viene eseguito questo tracciato. Quale di questi reperti non e' presente?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la A.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta tutti gli elementi riportati, tranne emiblocco anteriore sx, in quanto semplicisticamente non sono presenti entrambe le S in II e III con maggior negatività in III. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC 70 bpm. Normale conduzione AV. Blocco di branca dx completo (rSR1 presente con QRS di 180 ms), come da sovraccarico dx. Anomalie diffuse del recupero, di cui T negative e simmetriche in V1.”

Rif. ECGFai204

15 di 25 Domande

Paziente di 20 anni, asintomatico, effettua questo ECG come screening per idoneita' all’attivita' agonistica. Che cosa si evidenzia?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la B.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta disfunzione del nodo del seno, in quanto il ritmo sinusale (evidenziato dalle iniziali onde P) è sostituito con un altro ritmo atriale che riesce a condurre ai ventricoli (si noti il cambiamento della morfologia di P, dopo la pausa dopo il terzo complesso, seguito da questo che si può definire un vero e proprio ritmo di scappamento atriale). Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC 90 bpm, interrotto da verosimile blocco senoatriale III grado, a cui segue ritmo di scappamento atriale a FC media di 73 bpm. Normale conduzione IV. Anomalie del recupero come da ripolarizzazione precoce”

Rif. ECGFai205

16 di 25 Domande

Paziente di 40 anni con dolore toracico ricorrente e dispnea. PA 95/70 mmHg, SpO2 90%, FC 100 bpm. Si eseguono i prelievi per emocromo e  biomarker di necrosi. Qual e' lo step successivo tra quelli sottoelencati, osservando l’ECG?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la D.
Per il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, è consigliato eseguire ecocardiogramma (utile per valutare eventuali acinesie o segni di scompenso dx, più o meno specifici di embolia polmonare), oltre che un EGA e un D-dimero per escludere l’embolia polmonare, che potrebbe associarsi al quadro clinico, anche perché all’ECG c’è l’S1Q3T3 sospetto per tale patologia. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC 90 bpm. Normale conduzione AV ed IV. Presenza di S1Q3T3. Anomalie aspecifiche del recupero.”

Rif. ECGFai206

17 di 25 Domande

Paziente di 34 anni con episodi di presincope. Parametri vitali: PA 130/80 mmHg, Tc 38.7 C°, FC 90 bpm, SpO2 95%. Si esegue ECG con evidenza di:

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la B.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Bruga di tipo 1, come dimostra la presenza del blocco di branca dx, associato a sopraslivellamento del tratto ST in precordiali dx e lenta discesa dell’R1 con aspetto “coved”. A supportare questa ipotesi è anche la presenza della febbre che di solito induce il pattern Brugada. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC 80 bpm. Normale conduzione AV. BBdx completo (QRS 180 ms) associato a sopraslivellamento del tratto ST con aspetto “coved”. Anomalie secondarie del recupero.”

Rif. ECGFai207

18 di 25 Domande

Un paziente di 40 anni ha cardiopalmo e arriva al PS dispnoico. PA 95/75 mmHg. FC 200 bpm. Viene eseguito il tracciato che evidenzia il quadro soprastante. Qual e' la diagnosi piu' probabile?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la B.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta tachicardia ventricolare, in quanto non si evidenzia dissociazione AV, si segnala un’accenno di pre-eccitazione (onda delta), ed in particolar modo l’rS è 55 ms, molto breve per essere una ventricolare (in questo caso sarebbe maggiore di 70 ms). Infatti, il referto mostra: “Tachicardia ventricolare a FC 250 bpm. Anomalie secondarie del recupero.”
Rif. ECGFai208

19 di 25 Domande

Quali tre condizioni sottoelencate sono piu' probabilmente associate con questo ECG?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la A.
Il paziente, in base all’elettrocardiogramma, presenta ipocalcemia, ipofosfatemia ed iperkalemia. La risposta è supportata dalla presenza del QT lungo (ipocalcemia) e dalle onde T appuntite e strette (iperkalemia). Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC 60 bpm. Anomalie dell’atriogramma. BAV I grado (PR 250 ms). Anomalie diffuse del recupero (onde T alte, strette e appuntite). Sporadiche extrasistoli sopraventricolari. QTc in II 560 ms.”

Rif. ECGFai209

20 di 25 Domande

Uomo di 83 anni, con nessun’altra patologia conosciuta e con nessun trattamento in cronico. Arriva al PS perche' ha dispnea fa 12 h. Parametri vitali:  PA 140/60 mmHg, SpO2 97%. Quale e' la diagnosi piu' probabile?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la A.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta un ritmo atriale ectopico, come si nota dalla diversa morfologia delle onde P, a cui seguono extrasistoli giunzionali con pausa post-extrasistolica compensatoria, che conferiscono irregolaritĂ  al ritmo. Infatti, il referto mostra: “Ritmo atriale ectopico a FC 60 bpm, interrotto da extrasistoli giunzionali. Segni di ipertrofia ventricolare sx.   Anomalie  secondarie del recupero”.

Rif. ECGFai210

21 di 25 Domande

Paziente di 40 anni, asintomatico per angor e dispnea, esegue visita cardiologica per riscontro di pressione arteriosa sistemica persistentemente elevata (valori medi 145/100 mmHg). In tale occasione esegue ECG, che cosa si evidenzia?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la E.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta BBdx completo, come dimostra l’aspetto rSR1 nelle precordiali sx e il QRS slargato. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC 120 bpm. PR nei limiti. BBdx completo (QRS 120 ms). Anomalie aspecifiche del recupero. 1 extrasistole sopraventricolare condotta con aberranza.”

Rif. ECGFai211

22 di 25 Domande

Paziente di 88 anni con anamnesi positiva di scompenso cardiaco e BPCO in visita per normale screening cardiologico. Qual e' la diagnosi piu' probabile?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la A.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Fibrillazione atriale, come si evidenzia dagli RR irregolare e la presenza di vermicolazioni dell’attività atriale senza una vera e propria onda P. Infatti, il referto mostra: “Aritmia caotica da fibrillazione atriale a FC media di 100 bpm. Emiblocco anteriore sx. BBdx completo (QRS 120 ms). Scarsa progressione della R. Onde T negative in V1-3.”

Rif. ECGFai212

23 di 25 Domande

Paziente di 33 anni con riferita facile affaticabilita'. Effettua ECG, che evidenzia?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la B.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Ritmo atriale basso, infatti la P è negativa nelle derivazioni inferiori (II, III e AVF) ed allo stesso tempo vi è la P che segue immediatamente la T che non è condotta, e poi una seconda a cui segue immediatamente un QRS. La retroconduzione è meno probabile poiché dovrebbe avere la morfologia negativa solo dopo il QRS e non essere anche presente in quello prima del QRS. Infatti, il referto mostra: “Ritmo atriale basso a FC media di 50 bpm. Blocco AV II grado Mobitz 2 (conduzione 2:1). Segni di ripolarizzazione precoce in infero-laterali.”

Rif. ECGFai213

24 di 25 Domande

Ragazzo di 25 anni con dolore toracico da 2 h. In anamnesi recente episodio febbrile. Agli esami ematochimici si segnala aumento dei biomarker di necrosi. Quali tra i seguenti reperti e' il piu' probabile?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la A.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Tachicardia giunzionale, in quanto vi sono complessi con QRS stretto a FC compresa tra 50-100 bpm fissa, con onde P che precedono e susseguono i QRS senza un ordine rispetto ai QRS (dal nodo viene quindi condotto uno stimolo indipendentemente dall’atrio). Ad avvalorare tale diagnosi è anche la presenza di miocardite che ne è una causa. Infatti, il referto mostra: “Tachicardia giunzionale a FC di 70 bpm. Anomalie diffuse del recupero, simil-ischemiche.”

Rif. ECGFai214

25 di 25 Domande

Donna di 70 anni con dolore toracico irradiato al braccio sx. Si reca al PS. Si esegue valutazione dei parametri con evidenza di: PA 170/100 mmHg, SpO2 96%, FC 100 bpm, oltre che ECG. Qual e' la diagnosi, considerando che era gia' presente Brugada tipo 3 ad un precedente ECG e gia' era studiato con test alla flecainide in assenza di inducibilita' di aritmie e di pattern 1?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo














La risposta corretta è la A.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta probabile NSTEMI, per cui è fondamentale la valutazione enzimatica. Infatti non ci sono che varie anomalie del recupero e non ci sono le caratteristiche per lo STEMI, ma probabile IMA per la sintomatologia tipica e le comorbidità (vedi ipertensione arteriosa sistemica) Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC media di 90 bpm. Normale conduzione AV ed IV. Pattern Brugada tipo 3. Anomalie aspecifiche del recupero.”

Rif. ECGFai215

Consegna il Compito!

Consegna il compito!


Tempo Rimasto 25 minuti!

Dottore, non aggiorni questa pagina prima del completamento della correzione.
Clicchi su "Consegna il Compito" per ottenere la correzione del compito.

consegna il compito