Simulazione

Cliccando in alto a destra sul pulsante 2 è possibile "Consegnare", "Salvare e Interrompere", "Salvare e Continuare" il compito.

1 di 3 Domande

Il Sig. Marzullo, un uomo di 42 anni, si reca presso l’ambulatorio del suo medico curante, il Dott. Ainaldi, per disturbi delle alte vie respiratorie. Anamnesi patologica prossima:  disturbi delle alte vie respiratorie trattato con amoxicillina-acido clavulanico per una sospetta sinusite batterica. Una settimana dopo, il paziente presenta un’eruzione cutanea pruriginosa e diffusa, in assenza di anomalie a carico delle mucose. Quale tra le seguenti e' la diagnosi piu' corretta?

product image













La risposta corretta e' la E
Le reazioni di ipersensibilità rappresentano l'effetto avverso di gran lunga più frequente delle penicilline. Le manifestazioni allergiche alle penicilline comprendono eruzioni maculopapulari, orticaria, febbre, broncospasmo, vasculite, malattia da siero, dermatite esfoliativa, sindrome di Steven-Johnson e shock anafilattico.
Da un punto di vista dermatologico, spesso in maniera ritardata può comparire un’eruzione cutanea pruriginosa e diffusa, in assenza di anomalie a carico delle mucose che viene definita eruzione morbilliforme. Nell’iter diagnostico sono fondamentali l’anamnesi (ovvero la precedente assunzione del farmaco) e l’esame obiettivo.

​​​​​​​

2 di 3 Domande

Quale patogeno e' responsabiledell’infezione che si manifesta con il rash cutaneo mostrato in figura?

product image













La risposta corretta e' la D
La malattia di Lyme è una zoonosi con impegno sistemico multifasico causata da Borrelia Burgdorferi, una spirocheta che viene trasmessa tramite il morso di una zecca (del genere Ixodes), per cui è maggiormente frequente tra bambini o adulti che abitano o frequentano zone boscose.
B. burgdorferi penetra attraverso la cute nel punto del morso e dopo 3-32 giorni il batterio migra localmente nella cute intorno all'area della puntura e si diffonde per via linfatica (causando adenopatia regionale) oppure dissemina per via ematica agli organi o ad altre sedi cutanee.
La malattia di Lyme ha 3 fasi. La prima fase è quella precoce localizzata caratterizzata dall’eritema migrante, il miglior indicatore clinico della malattia: inizialmente si manifesta come una papula o macula rossa nella sede del morso, che più probabilmente è avvenuto su un arto o sul tronco, per poi espandersi con chiarificazione della porzione tra il centro e la periferia assumendo, quindi, il tipico aspetto di lesione “a bersaglio”. Senza trattamento, l'eritema migrante in genere svanisce entro 3-4 settimane.
La seconda fase è quella precoce disseminata che compare quando il batterio si è diffuso nell’organismo a causa del mancato trattamento della fase primaria. Le manifestazioni comprendono lesioni cutanee anulari secondarie, una sindrome muscolo-scheletrica simil-influenzale con malessere, astenia, febbre con brivido, cefalea, artralgie, rigidità nucale, mialgie; possono anche verificarsi alterazioni neurologiche e miocardiche.
La terza e ultima fase è detta tardiva e compare dopo mesi o anni dall’infezione con artrite. Per diversi anni ricorrono tipicamente episodi di tumefazione intermittente e dolore di alcune grandi articolazioni, in modo particolare delle ginocchia. Talvolta si formano cisti di Baker che possono andare incontro a rottura. Malessere, astenia e febbricola possono precedere o accompagnare gli attacchi artritici. In circa il 10% dei pazienti, il coinvolgimento del ginocchio è cronico (di durata â‰¥ 6 mesi).



3 di 3 Domande

La signora Melfi porta il figlio Giovanni di 5 anni, presso l’ambulatorio del Dott. Grassia, pediatra di famiglia. Anamnesi patologica prossima: la donna riferisce che il bambino lamenta da circa 6 mesi prurito nella zona dei gomiti, dove la pelle si presenta piuttosto desquamata. L’area interessata a volte diventa rossa e le manifestazioni cutanee tendono a migliorare con l’utilizzo di steroidi topici. Il bambino non presenta febbre, brividi, sudorazioni notturne, o striature rosse lungo il braccio. Anamnesi fisiologica-personale: la famiglia vive in un appartamento pulito e possiede un gatto. Tutte le seguenti affermazioni riguardo questo bambino sono vere, TRANNE:

product image













La risposta corretta e' la D
La dermatite atopica (spesso chiamata eczema) è una malattia infiammatoria cronica della pelle con una patogenesi complessa che coinvolge suscettibilità genetica, disfunzione immunologica, barriera epidermica e fattori ambientali. Il prurito è il sintomo primario; le lesioni cutanee vanno dall'eritema lieve alla lichenificazione grave. Non è corretto affermare che vi è una probabilità maggiore del 95% di una risoluzione spontanea.


Consegna il compito!


Tempo Rimasto 3 minuti!

Dottore, non aggiorni questa pagina prima del completamento della correzione.
Clicchi su "Consegna il Compito" per ottenere la correzione del compito.

consegna v3 il compito