Paragrafi

Definizione
Epidemiologia
Eziologia e patogenesi
Storia ed esame obiettivo
Diagnosi
Gestione
Immagine 01
Immagine 02
Immagine 03
Immagine 04

Quiz Correlati


1 di 5 Domande

Una donna di 18 anni viene portata al pronto soccorso per sensazione di vertigini e stordimento. Nell’ultima settimana ha manifestato nausea, episodi occasionali di emesi, mialgie e un'eruzione cutanea generalizzata. Riferisce anche di sentirsi letargica. Non presenta mancanza di respiro. Riferisce anamnesi familiare muta per patologie di rilievo. All’esame obiettivo la temperatura e' di 39,1 °C (102,3 ° F), la frequenza cardiaca e' 118/min e la pressione arteriosa e' di 94/60 mmHg. All’ispezione della cute si riscontra un'eruzione eritematosa diffusa sul tronco e sulle estremita' con esfoliazione della cute a livello di palmi delle mani e piante dei piedi. Gli esami ematochimici dimostrano (vedi foto). L'analisi delle urine non mostra anomalie. Un'ulteriore valutazione della storia di questa paziente e' piu' probabile che riveli quale dei seguenti?

product image
  • A) Trattamento recente con sulfonamidi


  • B) Recente escursione


  • C) Abuso di eroina endovenosa


  • D) Esposizione a un paziente con mengingococcemia


  • E) Attualmente mestruazioni


  • F) Non seleziono nessuna risposta

  • Utenti che rispondono correttamente: 50%

La risposta corretta è la E.
​​​​​​​La TSS stafilococco è una condizione pericolosa per la vita, causata dal rilascio di tossine da shock tossico-1 e altre esotossine da parte di S. aureus. In circa la metà dei casi, è causato dall'uso continuo di assorbenti interni, che crea un terreno fertile ideale per la colonizzazione vaginale (e la successiva formazione di tossine). Altre cause includono tamponi nasali e l'infezione di ferite chirurgiche e del postpartum. La gestione include la rimozione del tampone, la terapia antibiotica e varie misure di supporto.

2 di 5 Domande

Una ragazza di 16 anni viene portata al pronto soccorso dai genitori a causa di febbre, vomito, eruzione cutanea e progressiva confusione da questa mattina. Durante l’anamnesi, sua madre riferisce che il suo ultimo periodo mestruale e' stato una settimana fa e che recentemente iniziato ad utilizzare assorbenti interni. La paziente appare letargica ed e' scarsamente orientata nello spazio e nel tempo. La temperatura corporea e' di 40,4 °C (104,7 ° F), polso 174/minuto e la pressione sanguigna e' di 62/44 mm Hg. L'esame mostra iperemia orofaringea ed eritroderma maculare diffuso. Quale delle seguenti e' la causa piu' probabile delle condizioni di questa paziente?

  • A) Produzione di tossine eritrogeniche


  • B) Espressione di lipopolisaccaride


  • C) Proliferazione cellulare B disregolata


  • D) Degranulazione generalizzata dei mastociti


  • E) Attivazione delle cellule T policlonali


  • F) Non seleziono nessuna risposta

  • Utenti che rispondono correttamente: 50%

La risposta corretta è la E.
La sindrome da shock tossico (TSS) è una reazione infiammatoria sistemica pericolosa per la vita causata da esotossine batteriche, ad esempio la tossina della sindrome da shock tossico-1 (TSST-1) prodotta da Staphylococcus aureus. TSST-1 funge da superantigene innescando l'attivazione di cellule T policlonali legandosi ai recettori delle cellule MHC II e T, con conseguente rilascio massiccio di IL-2, IFN-γ e TNF-α. Questo porta alla manifestazione dei sintomi tipici, tra cui febbre alta, eruzione cutanea, alterazione dello stato mentale e shock. Circa la metà dei casi di TSS sono causati da un uso prolungato di tamponi per diversi giorni.

3 di 5 Domande

Una donna di 30 anni viene portata al pronto soccorso dal marito manifestando confusione mentale e fame d’aria da circa 2 ore. Ha avuto febbre, mal di testa, nausea e vomito negli ultimi 2 giorni. L’anamnesi patologica non e' rilevante e la paziente non assume farmaci. Non riferisce un viaggio recente e ha limitato le sue attivita' all'aperto a causa della pandemia in corso. Il suo ultimo periodo mestruale e' iniziato 4 giorni fa. Appare letargica. All’esame obiettivo presenta una temperatura di 39,5 °C (103,1 °F), FC di 124/min, una FR di 33/min e una pressione arteriosa di 92/54 mmHg. All’ispezione si osserva una congiuntivite non purulenta, iperemia orofaringea ed eruzione maculare ed eritematosa, che coinvolge i palmi delle mani, le piante dei piedi e la regione interna delle cosce. All’auscultazione di notano crepitii diffusi a livello bilaterale. Non e' presente edema del collo. Il resto dell'esame appare normale. Quale delle seguenti e' la causa piu' probabile dei sintomi di questa paziente?

  • A) Infezione da meningococco


  • B) Rilascio di esotossina stafilococcica


  • C) Reazione di ipersensibilità ritardata


  • D) Infezione da Rickettsia rickettsii


  • E) Produzione di tossina eritrogenica streptococcica


  • F) Non seleziono nessuna risposta

  • Utenti che rispondono correttamente: 50%

La risposta corretta è la B.
Il rilascio di esotossine prodotte dallo Staphylococcus aureus causa la sindrome da shock tossico (TSS), che si caratterizza di una fase prodromica simil-influenzale (ad es. febbre, cefalea, nausea, vomito), di un'eruzione maculare eritematosa, che coinvolge palmi, piante e regione interna delle cosce e di un’infiammazione delle mucose (ad esempio congiuntivite non purulenta e iperemia orofaringea). I pazienti possono sviluppare segni di shock (ad esempio, ipotensione, tachicardia e stato mentale alterato) e/o disfunzione dell'organo (ad esempio ipossiemia, crepitii bilaterali). Circa la metà dei casi di TSS sono causati dall'uso prolungato di assorbenti vaginali interni, che crea un terreno fertile ideale per la colonizzazione vaginale e la conseguente produzione di tossine. Altre cause includono i tamponi nasali e la sovrainfezione di ferite chirurgiche o di ustioni. Per i pazienti con TSS da stafilococco è richiesto il trattamento della causa sottostante (ad esempio, rimozione del corpo estraneo, debridement della ferita), rianimazione emodinamica e terapia antibiotica.​​​​​​​

4 di 5 Domande

Reazioni avverse cutanee a farmaci: quale delle affermazioni sottoriportate e' corretta?

  • A) La sindrome di Lyell e' la forma ad evoluzione piu' benigna


  • B) E' sempre documentabile una patogenesi allergica


  • C) In alcune reazioni si possono associare manifestazioni di anafilassi


  • D) Nella sindrome di Lyell non sono mai compromesse le mucose


  • E) Gli esantemi da farmaci sono sempre purpurici


  • F) Non seleziono nessuna risposta

  • Utenti che rispondono correttamente: 50%

La risposta corretta e' la 'In alcune reazioni si possono associare manifestazioni di anafilassi'.


5 di 5 Domande

IPERSENSIBILITA' AI FARMACI

  • A) NELLA SINDROME DI LYELL NON SONO MAI COMPROMESSE LE MUCOSE


  • B) GLI ATOPICI SONO PARTICOLARMENTE PREDISPOSTI ALLA PATOLOGIA DA FARMACI


  • C) LE REAZIONI DI TIPO ACCELERATO INSORGONO ENTRO POCHI MINUTI


  • D) L'IPERSENSIBILITA' DI TIPO UMORALE SI REALIZZA MEDIANTE APPLICAZIONE EPICUTANEA DEL FARMACO


  • E) L'ERITEMA FISSO RECIDIVA RARAMENTE


  • F) Non seleziono nessuna risposta

  • Utenti che rispondono correttamente: 50%

La risposta corretta e' la 'GLI ATOPICI SONO PARTICOLARMENTE PREDISPOSTI ALLA PATOLOGIA DA FARMACI'.

Sindrome della cute ustinata da Stafilococco

Materiale Gratuito

Gentile Dott., effettui il login per visualizzare il materiale richiesto gratuito.