Flutter atriale – Test Ammissione

1 di 50 Domande

In quale dei seguenti casi non e' controindicato l’uso della digossina?

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) fibrillazione atriale


  • B) fibrillazione ventricolare


  • C) blocco atrioventricolare di II grado


  • D) tachicardia ventricolare


  • E) ipersensibilita' al principio attivo


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la A.
La digossina trova una delle indicazioni terapeutiche principali nello scompenso cardiaco con concomitante fibrillazione atriale con elevata frequenza ventricolare: in questi pazienti viene sfruttato il suo effetto inotropo positivo, in quanto la molecola di digossina inibisce la Na+/K+ ATPasi dipendente, determinando accumulo di Na+ all’interno della cellula cardiaca e provocando l’attivazione dello scambiatore Na+/Ca++ con la susseguente contrazione del miocardiocita. La digossina resta però un farmaco poco gestibile, ha un indice terapeutico molto basso e effetti collaterali come discromatopsia, sintomi gastrointestinali, confusione e delirium.

2 di 50 Domande

La terapia di maggior successo per la tachicardia atriale parossistica, qualora non coesista una patologia cardiaca manifesta, e':

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) somministrazione di simpaticomimetici


  • B) cardioversione elettrica


  • C) installazione di un pace-maker artificiale


  • D) stimolazione vagale


  • E) ripetuti massaggi cardiaci


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' stimolazione vagale '.

3 di 50 Domande

Soccorrete per la strada un soggetto di giovane età che presenta: coma, pupille puntiformi, depressione respiratoria. Una delle seguenti diagnosi va sempre considerata prioritariamente anche ai fini di un primo intervento terapeutico. Quale?

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) attacco ischemico transitorio


  • B) fibrillazione ventricolare


  • C) crisi di grande male


  • D) intossicazione da oppiacei


  • E) encefalopatia ipertensiva


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la 'intossicazione da oppiacei'.

4 di 50 Domande

Nella fibrillazione atriale l'onda P e'

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) inserita nel QRS


  • B) presente


  • C) assente


  • D) inserita dopo il QRS


  • E) bifasica


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' assente '.

5 di 50 Domande

Tutte le seguenti situazioni costituiscono di per sé fattore di rischio per embolia arteriosa acuta periferica tranne una. Quale?

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) fibrillazione atriale


  • B) cardiomiopatia dilatativa


  • C) infarto miocardico anteriore esteso


  • D) aritmia extrasistolica


  • E) endocardite batterica


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la 'aritmia extrasistolica'.

6 di 50 Domande

Una tachicardia atriale con blocco AV 2:1 si riscontra prevalentemente in una delle seguenti condizioni:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) abuso di analgesici


  • B) ipomagnesiemia


  • C) intossicazione digitalica


  • D) ipocalcemia


  • E) intossicazione da barbiturici


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la 'intossicazione digitalica'.

7 di 50 Domande

Il signor Mecorte, un uomo di 63 anni, viene portato in ambulanza presso il P.S. dell’ospedale San Raffaele di Milano, dove viene affidato alle cure del Dott. Largi, medico di guardia di turno. L’uomo lamenta dolore addominale di grado severo, che è insorto imprrovvisamente 6 ore prima. Esame obiettivo: l’uomo presenta una P.A. di 145/75 mm Hg e F.C. di 105 bpm ed irregolare. Durante la visita del paziente, il Dott. Largi riscontra una moderata distensione addominale e alla palpazione l’addome si presenta diffusamente dolente con assenza di reazione di difesa della muscolatura addominale.  Esami strumentali-laboratoristici: l’esame delle feci risulta positivo per la presenza di sangue. Gli esami di laboratorio mostrano WBC di 12,500/μL, ematocrito del 48%, e LDH di 4.2 U/L. Viene effettuato un ECG che rivela una fibrillazione atriale alla frequenza di 110. Successivamente il paziente effettua anche una TAC, che è mostrata nell’immagine sottostante. Quale delle seguenti è la diagnosi più probabile?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Occlusione dell’intestino tenue


  • B) Ischemia mesenterica


  • C) Morbo di Crohn


  • D) Diverticolite


  • E) Aneurisma dell’aorta addominale


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la B.
L'ischemia intestinale, che può interessare l'intestino tenue o crasso, può essere causata da qualsiasi processo che riduce il flusso sanguigno intestinale come l'occlusione arteriosa, l'occlusione venosa o il vasospasmo arterioso. Per i pazienti con sintomi acuti una diagnosi rapida è indispensabile poiché le conseguenze possono essere catastrofiche e portare a sepsi, infarto intestinale e morte.
L'ischemia mesenterica acuta, in particolare, è una condizione clinica caratterizzata dall'insorgenza improvvisa di un’ipoperfusione intestinale che può essere dovuta ad un'ostruzione del flusso sanguigno arterioso o all'ostruzione del deflusso venoso. L'ostruzione arteriosa è dovuta principalmente ad un'embolia acuta o processi trombotici e più comunemente colpisce l'arteria mesenterica superiore. È possibile riconoscere anche una forma di ischemia mesenterica non occlusiva che è più comunemente dovuta ad un flusso a bassa gittata cardiaca o all'uso di vasopressori.
Normalmente un'ampia circolazione collaterale protegge l'intestino da periodi transitori di perfusione inadeguata tuttavia, una prolungata riduzione del flusso sanguigno splancnico porta alla vasocostrizione nel letto vascolare interessato e riduce il flusso sanguigno collaterale.
Il dolore addominale è il sintomo di presentazione più comune nei pazienti con ischemia intestinale e all’esame obiettivo l’addome inizialmente può essere normale o mostrare solo una lieve distensione addominale senza segni di infiammazione peritoneale e può essere presente sangue occulto nelle feci. Mentre l'ischemia intestinale progredisce e si sviluppa l'infarto intestinale transmurale, l'addome si distende grossolanamente, i suoni intestinali diventano assenti e si sviluppano i segni peritoneali e i segni coerenti con la disidratazione e lo shock indicano un decorso clinico in peggioramento.
Gli studi di laboratorio non sono specifici; mentre valori di laboratorio anormali possono essere utili nel rafforzare il sospetto di ischemia mesenterica acuta, i normali valori di laboratorio non escludono l'ischemia mesenterica acuta e non giustificano il ritardo della valutazione radiologica urgente quando esiste il sospetto clinico di ischemia mesenterica acuta.
I risultati degli esami di laboratorio possono includere una marcata leucocitosi con una predominanza di globuli bianchi immaturi, un ematocrito elevato compatibile con l'emoconcentrazione e un'acidosi metabolica.
La diagnosi di certezza si avvale di tecniche di diagnostica per immagini tra cui il gold standard è la TAC addome senza il contrasto in quanto potrebbe oscurare i vasi mesenterici o la parete intestinale con un conseguente ritardo della diagnosi.
La TC può dimostrare risultati coerenti con ischemia acuta, quali ispessimento della parete intestinale focale o segmentale, pneumatosi intestinale con gas venoso portale, dilatazione intestinale, trombosi portomesenterica o infarto di organo solido, che permettono di escludere altre cause di dolore addominale acuto. La presenza di pneumatosi intestinale non indica necessariamente che si sia verificato un infarto transmurale anche se l'infarto transmurale è più probabile nei pazienti con pneumatosi e gas portomesentrico.

8 di 50 Domande

Quando fai la cardioversione elettrica sincronizzata?

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) blocco A-V di II tipo a tipo Mobitz II


  • B) tachicardia ventricolare senza polso


  • C) blocco A-V di primo tipo Mobitz II


  • D) dissociazione elettromeccanica


  • E) flutter atriale


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' flutter atriale '.

9 di 50 Domande

Quale fra i seguenti e' reperto frequente nella miocardiopatia ipertrofica ostruttiva?

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Cardiomegalia 


  • B) Fibrillazione atriale


  • C) Polso tardo


  • D) Blocco totale


  • E) Insufficienza mitralica


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la 'Insufficienza mitralica'.

10 di 50 Domande

In un paziente con stenosi mitralica reumatica il rilievo di un soffio diastolico in secondo terzo spazio intercostale sulla parasternale sinistra e' piu' frequentemente dovuto a:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Difetto interatriale associato


  • B) Insufficienza aortica


  • C) Stenosi tricuspidale


  • D) Insufficienza mitralica


  • E) Insufficienza polmonare


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' Insufficienza aortica '.

11 di 50 Domande

Quale dei seguenti reperti emodinamici caratterizza la stenosi valvolare aortica?

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) La pressione ventricolare sinistra supera la pressione aortica in mesosistole


  • B) La pressione ventricolare sinistra supera la pressione atriale sinistra in diastole


  • C) La pressione atriale sinistra supera la pressione ventricolare sinistra in sistole


  • D) La pressione ventricolare sinistra e' minore della pressione aortica in sistole


  • E) La pressione ventricolare sinistra e' minore della pressione aortica in diastole


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' La pressione ventricolare sinistra supera la pressione aortica in mesosistole '.

12 di 50 Domande

Uno sdoppiamento del secondo tono e' reperto comune in tutte le seguenti condizioni tranne una:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Tetralogia di Fallot


  • B) Difetto del setto interatriale tipo ostium primum


  • C) Stenosi valvolare polmonare di lieve entita'


  • D) Blocco di branca destra


  • E) Sindrome della schiena dritta


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' Tetralogia di Fallot '.

13 di 50 Domande

Nei pazienti con fibrillazione atriale ad alto rischio di stroke è indicata:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) clopidogrel


  • B) eparina a basso peso molecolare


  • C) terapia anticoagulante (warfarin o DOACs)


  • D) associazione ASA/Clopidogrel


  • E) aspirina


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la C.
Per i pazienti con FA ad alto rischio di stroke con un punteggio CHA2DS2-VASc ≥ 2 viene fortemente raccomandata la terapia con anticoagulanti orali: in particolare, warfarin o DOACs; per i pazienti con un punteggio CHA2DS2-VASc pari a 0, invece, si consiglia di non utilizzare anticoagulanti orali. L'ictus ischemico è la manifestazione clinica più frequente di embolizzazione associata a FA.

14 di 50 Domande

Un'alta onda a sul polso venoso giugulare e' espressione di:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Fibrillazione atriale


  • B) Insufficienza tricuspidale


  • C) Ipertensione arteriosa sistemica


  • D) Elevata pressione telediastolica ventricolare destra


  • E) Blocco di branca destra completo


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' Elevata pressione telediastolica ventricolare destra '.

15 di 50 Domande

Quale tra i seguenti farmaci non è indicato per il controllo della frequenza cardiaca nella fibrillazione atriale?

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Digitale


  • B) Diltiazem


  • C) Verapamil


  • D) Ivabradina


  • E) Beta-bloccanti


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la D.
Nella fibrillazione atriale per il controllo della frequenza cardiaca non è indicata l'Ivabradina (INN), farmaco antianginoso e anti-ischemico, in grado di ridurre la F.C. attraverso l’inibizione dei canali ionici If del nodo seno-atriale.

16 di 50 Domande

Quando il pace maker del cuore e' a livello della parete ventricolare:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Il nodo AV non deve essere funzionante


  • B) Gli atri non battono


  • C) La portata cardiaca puo' essere compatibile con la sopravvivenza


  • D) La sequenza delle contrazioni atriale e ventricolare puo' non essere alterata


  • E) Il cuore puo' egualmente pompare con il 100% di efficacia


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' La portata cardiaca puo' essere compatibile con la sopravvivenza '.

17 di 50 Domande

Il primo tono cardiaco e' sincrono:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Con l'aumento della pressione intra atriale responsabile dell'onda a del flebogramma atriale


  • B) Con l'onda P dell'elettrocardiogramma


  • C) Con l'aumento precoce della pressione intraventricolare durante la sistole isovolumetrica


  • D) Con la chiusura delle valvole aortiche e polmonari


  • E) Con l'aumento della pressione intra atriale responsabile dell'onda v del flebogramma atriale


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la 'Con l'aumento precoce della pressione intraventricolare durante la sistole isovolumetrica'.

18 di 50 Domande

Una extrasistole ventricolare e' spesso seguita da un allungamento della diastole ventricolare perche':

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Il ventricolo e' refrattario quando giunge il normale impulso atriale e si depolarizza solo al successivo impulso


  • B) Il ventricolo pulsa ad una sua frequenza intrinseca


  • C) Il ventricolo obbedisce alla legge del tutto o nulla


  • D) Il ventricolo non e' in sincronia con l'impulso atriale


  • E) Nessuna delle risposte e' esatta


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' Il ventricolo e' refrattario quando giunge il normale impulso atriale e si depolarizza solo al successivo impulso '.

19 di 50 Domande

  • A) blocco AV di terzo grado


  • B) blocco di branca destra


  • C) torsione di punta


  • D) emiblocco anteriore sinistro


  • E) flutter atriale


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' torsione di punta '.

20 di 50 Domande

L'emottisi in un soggetto con stenosi mitralica si verifica con maggiore probabilita' quando e' presente uno dei seguenti segni:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Bassa portata cardiaca


  • B) Elevate resistenze vascolari polmonari


  • C) Ascite


  • D) Elevata pressione atriale sinistra


  • E) Insufficienza tricuspidale


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la D
La stenosi mitralica si manifesta generalmente con dispnea da sforzo e con la progressione del difetto valvolare comincia a manifestarsi anche durante attività quotidiane. Successivamente possono manifestarsi ortopnea e dispnea parossistica notturna, episodi di edema polmonare acuto, tosse e raramente emottisi, soprattutto in caso di elevata pressione atriale sinistra.
In fasi molto avanzate della malattia possono comparire sintomi attribuibili all’atriomegalia, come disfonia e disfagia, fibrillazione atriale ed embolie sistemiche.

21 di 50 Domande

Una delle seguenti alterazioni emodinamiche e' tipica della pericardite costrittiva:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) La gittata sistolica e' ridotta


  • B) La differenza di pressione tra atrio destro e sinistro e' aumentata


  • C) La differenza di pressione telediastolica tra le quattro cavita' cardiache e' uguale o inferiore a 5 mm Hg


  • D) La pressione atriale destra e' aumentata


  • E) La pressione telediastolica del ventricolo Sn e' aumentata


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' La differenza di pressione telediastolica tra le quattro cavita' cardiache e' uguale o inferiore a 5 mm Hg '.

22 di 50 Domande

Tutte le seguenti affermazioni sull'insufficienza mitralica sono vere, ECCETTO:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Nella forma cronica, la comparsa della fibrillazione striale puo' aggravare i sintomi


  • B) Nella forma cronica, vi e' una lunga latenza dei sintomi


  • C) Una forma lieve puo' rimanere asintomatica per tutta la vita


  • D) Nella forma acuta, l'atrio sinistro e' aumentato di volume


  • E) Nella forma acuta, l'ECG non presenta segni di ipertrofia ventricolare sinistra


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' Nella forma acuta, l'atrio sinistro e' aumentato di volume '.

23 di 50 Domande

Quale effetto si puo' ottenere con il massaggio del seno carotideo o la compressione dei bulbi oculari?

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) trasformazione di un flutter atriale in fibrillazione


  • B) scomparsa di una tachicardia ventricolare


  • C) accentuazione di una tachicardia atriale parossistica


  • D) accentuazione di una tachicardia sinusale


  • E) attenuazione di una tachicardia sinusale


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la E
La stimolazione vagale rappresenta un possibile trattamento di tachicardie sopra ventricolari; le fibre parasimpatiche del nervo vago di destra sono responsabili, infatti, dell’innervazione del nodo seno-atriale e quando stimolate riducono la frequenza cardiaca. Tale stimolazione può avvenire mediante energica compressione bilaterale dei bulbi oculari oppure attraverso massaggio del nodo del seno localizzato a livello della biforcazione della carotide comune.
Le manovre vagali, oltre ad avere un importante ruolo terapeutico in emergenza, hanno anche un importante valore diagnostico: se queste infatti, in caso di tachicardia, riescono a ridurre la FC significa che essa ha un’origine sopra ventricolare, in caso contrario l’aritmia sarà di tipo ventricolare (risposta B errata).
Dunque, con il massaggio del seno carotideo o la compressione dei bulbi oculari, si può ottenere un’attenuazione di una tachicardia sinusale. Al contrario, la stimolazione vagale non determina né la trasformazione di un flutter atriale in fibrillazione (risposta A errata), né l’accentuazione di una tachicardia atriale parossistica (risposta C errata).


24 di 50 Domande

LO STIMOLO FISIOLOGICO PIU' POTENTE DELLA SECREZIONE DI ORMONE NATRIURETICO ATRIALE E':

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) La perdita di proteine nelle urine


  • B) Elevati livelli di prorenina


  • C) L'espansione del pool corporeo del sodio


  • D) La secrezione delle catecolamine


  • E) La secrezione di insulina


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la 'L'espansione del pool corporeo del sodio'.

25 di 50 Domande

Segno caratteristico di intossicazione digitalica e':

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) tremore a piccole scosse


  • B) bigeminismo extrasistolico ventricolare


  • C) acufeni


  • D) diarrea


  • E) fibrillazione atriale


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la B.
"Nei pazienti con sovradosaggio da digitale e' comune il vomito. L'iperpotassiemia puo' essere causata da sovradosaggio acuto con digitale o da grave avvenelenamento, mentre l'ipopotassiemia puo' essere presente in pazienti che fanno uso cronico di diuretici (la digitale di per se' nn causa ipopotassemia). Si puo' verificare una varieta' di disturbi del ritmo cardiaco, compredenti bradicardia sinusale, blocco atrioventricolare, tachicardia atriale con blocco, ritmo giunzionale accellerato, battiti ventricolari prematuri, tachicardia ventricolare bidirezionale ed altre aritmie ventricolari"
Tratto Da Pag. 230:
"Quando raggiungono un valore soglia, provocano un potenziale di azione (depolarizzazione ventricolare prematura o "battito ectopico"), che risulta accoppiato al potenziale normale precedente. Se il post-potenziale nel sistema di conduzione di Purkinje raggiunge regolarmente il valore soglia, sull'ECG sara' registrato un bigemismo"
Vedere fig. 13-6, pag. 230.
"Tracciato ECG che mostra il bigemismo indotto da digitale. I complessi marcati NSR sono battiti con normale ritmo; sono presenti un'onda T invertita e un tratto ST slivellato in basso"
Tratto da:
Farmacologia generale e clinica, Autore: Bertram G. Katzung, Curatore: P. Preziosi, Editore: Piccin-Nuova Libraria
VII Edizione del Libro.

26 di 50 Domande

La extrasistole atriale presenta tutti questi caratteri ad esclusione di uno. Quale?

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) alterata cadenza del ritmo dei battiti successivi


  • B) diversa morfologia dell'onda P


  • C) pausa extrasistolica


  • D) presenza del complesso ventricolare


  • E) normale cadenza del ritmo dei battiti successivi


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la E.
Si definisce extrasistole un battito originato da un punto del cuore diverso dal nodo sinusale, che interviene prematuramente rispetto al ciclo sinusale interrompendo la regolarità del ritmo cardiaco. In base alla sede di origine, le extrasistoli possono essere suddivise in atriali, giunzionali, ventricolari.
Abitualmente un'extrasistole atriale, insorgendo prematuramente dopo una scarica del nodo del seno, nel depolarizzare gli atri riesce anche a penetrare nello stesso nodo del seno, depolarizzando precocemente le cellule segnapassi in un momento della loro fase 4.
Ciò comporta un "azzeramento" del ciclo di autodepolarizzazione delle cellule sinusali, che inizieranno un nuovo ciclo di attività.
All'ECG questa sequenza di eventi è evidenziata dai seguenti reperti:
- Morfologia diversa dell’onda P del battito ectopico (risposta B sbagliata);
- Presenza di un normale complesso ventricolare (risposta D sbagliata);
- Alterazione del ritmo dei battiti successivi (risposta A sbagliata) con presenza di una paura dopo l’extrasistole (risposta C sbagliata).

27 di 50 Domande

Nei casi in cui la sindrome di Ebstein e' complicata da una comunicazione interatriale si ha:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) iperafflusso polmonare


  • B) cianosi


  • C) ectasia aortica


  • D) onda P dell'ecg appiattita


  • E) passaggio di sangue dall'atrio sinistro a quello destro


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' cianosi '.

28 di 50 Domande

Una donna di 57 anni con anamnesi patologica negativa sviluppa un flutter atriale con conduzione A-V 2:1 e una Frequenza ventricolare di 150/min. La Frequenza ventricolare puo' essere ridotta senza rischio con tutti i trattamenti seguenti tranne uno. Quale?

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Propranololo


  • B) Digossina


  • C) Chinidina


  • D) Verapamil


  • E) Massaggio del seno carotideo


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La Risposta corretta e' la C
Il flutter atriale è una tachiaritmia, caratterizzata da una attivazione atriale molto rapida (frequenza superiore a 240 impulsi/minuto), dovuta ad alterazioni anatomiche e funzionali riguardanti principalmente l'atrio destro che provocano un meccanismo di rientro intra-atriale. Il fronte d'onda del circuito di rientro segue generalmente un percorso in senso antiorario con partenza dal basso e attivazione dell'atrio verso la parete laterale, seguendo il tetto e il setto interatriale. All'ECG l'aspetto del flutter atriale è facilmente riconoscibile: si assiste ad una regolare successione di onde dall'aspetto costante “onde F”, a dente di sega. La terapia è finalizzata a controllare la frequenza ventricolare, il ritmo cardiaco ed a prevenire il tromboembolismo. Il migliore trattamento, nonché quello più risolutivo, è rappresentato dalla cardioversione elettrica sincronizzata, ma si può tentare prima di effettuare una terapia farmacologica con i beta-bloccanti o i Ca-antagonisti non-diidropiridinici, in particolare con:
- propranololo: un betabloccante non selettivo (Risposta A errata),
- digossina: appartenente alla classe dei digitalici, che trova tra le sue indicazioni principali nello scompenso cardiaco con concomitante fibrillazione o flutter atriale con elevata frequenza ventricolare e viene utilizzata per il suo effetto inotropo positivo (Risposta B errata),
- verapamil: appartenente alla classe dei calcio-antagonisti non diidropiridinici, come il diltiazem, con la funzione di bloccare in maniera non selettiva i canali del calcio di tipo L a livello dei vasi e del cuore (Risposta D errata),
- massaggio del seno carotideo: manovra che serve anche a confermare la diagnosi, in quanto si riduce improvvisamente la Risposta ventricolare e si evidenziano meglio le tipiche onde da flutter (Risposta E errata).
La chinidina, invece, è un farmaco antiaritmico di classe Ic, che ha la funzione di allungare il periodo refrattario miocardico, di moderare la conducibilità e di abbassare l’eccitabilità cardiaca e pertanto il suo utilizzo risulta indicato nel trattamento delle aritmie sopraventricolari, anche se attualmente non viene più utilizzato, a favore di altri farmaci della stessa classe che si sono dimostrati più efficaci e con miglior profilo di sicurezza.

29 di 50 Domande

Quale, tra i gruppi di patologie sotto elencati, riassume meglio le cause piu' frequenti di morte improvvisa da sport nei soggetti d'eta' inferiore a 35 anni?

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Sindrome di Marfan, cardiopatia ischemica


  • B) Nessuna risposta corretta


  • C) Tetralogia di Fallot, prolasso della valvola mitrale


  • D) Cardiomiopatia ipertrofica, cardiomiopatia ventricolare destra aritmogena, miocarditi, origine anomala delle arterie coronarie, aneurismi cerebrali


  • E) Difetto interatriale ed interventricolare


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la 'Cardiomiopatia ipertrofica, cardiomiopatia ventricolare destra aritmogena, miocarditi, origine anomala delle arterie coronarie, aneurismi cerebrali'.

30 di 50 Domande

Nella pervieta' interatriale all'esame radiologico del torace si evidenzia:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Nessuna delle precedenti


  • B) Quadro di iperafflusso arterioso del piccolo circolo


  • C) Aumento delle sezioni destre del cuore


  • D) Ingrandimento degli ili polmonari


  • E) Tutte le risposte elencate sono corrette


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la 'Tutte le risposte elencate sono corrette'.

31 di 50 Domande

Quali sono i fattori che in condizioni normali determinano la distribuzione del flusso ematico intrapolmonare?

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) la pressione venosa centrale, la pressione atriale sinistra, la pressione endopleurica


  • B) la pressione arteriosa polmonare, la pressione atriale sinistra, la pressione endoalveolare


  • C) la pressione arteriosa polmonare, la pressione atriale sinistra, le pulsazioni cardiache


  • D) la pressione arteriosa polmonare, la pressione atriale sinistra, la pressione endopleurica


  • E) la pressione arteriosa polmonare, il decubito, la pressione endopleurica


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' la pressione arteriosa polmonare, la pressione atriale sinistra, la pressione endoalveolare '.

32 di 50 Domande

Nella pervieta' interventricolare si instaura ipertensione polmonare quando:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) il volume telesistolico e' diminuito


  • B) il difetto e' superiore a 1 cm2 per m2 di superficie corporea


  • C) la pressione atriale sinistra e' elevata


  • D) il difetto e' inferiore a 1 cm2 per M2 di superficie corporea


  • E) vi e' stenosi dell'arteria polmonare


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' il difetto e' superiore a 1 cm2 per m2 di superficie corporea '.

33 di 50 Domande

Il difetto interatriale tipo seno venoso si associa generalmente a:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) ritorno venoso polmonare anomalo parziale della vena polmonare superiore destra


  • B) coartazione aortica


  • C) ipoplasia del ramo destro polmonare


  • D) Cleft mitralico


  • E) DIV muscolare


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' ritorno venoso polmonare anomalo parziale della vena polmonare superiore destra '.

34 di 50 Domande

La fibrillazione atriale isolata e' caratterizzata da:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) ritmo ventricolare a frequenza variabile, irregolare;


  • B) frequenza cardiaca compresa tra 20 e 30 bpm


  • C) e' una aritmia per lo piu' maligna


  • D) tutte le risposte sono esatte


  • E) rapida perdita di coscienza, collasso cardiaco ed immediata necessita' di provvedere a manovre di rianimazione


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' ritmo ventricolare a frequenza variabile, irregolare; '.

35 di 50 Domande

Il nodo seno atriale e', di norma, il pacemaker del cuore grazie alla sua:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) controllo nervoso


  • B) collocazione nell'atrio


  • C) forza di formazione dell'impulso


  • D) vicinanza al nodo atrioventricolare


  • E) frequenza di formazione dell'impulso


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' frequenza di formazione dell'impulso '.

36 di 50 Domande

Quale delle seguenti e' un'indicazione immediata al bypass aorto-coronarico d'emergenza come complicazione di PTCA?

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Dissezione con occlusione della coronaria


  • B) Occlusione di ramo collaterale


  • C) Spasmo coronarico


  • D) Difetto di conduzione all'ECG


  • E) Fibrillazione atriale


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' Dissezione con occlusione della coronaria '.

37 di 50 Domande

Un soffio sistolico rude si riscontra in:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) stenosi mitralica


  • B) insufficienza valvolare aortica


  • C) nessuna delle risposte e' esatta


  • D) difetto del setto interatriale tipo Ostium Secundum


  • E) difetto del setto interventricolare di piccole dimensioni


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' difetto del setto interventricolare di piccole dimensioni '.

38 di 50 Domande

Il tipo piu' frequente di difetto interatriale e':

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) tipo seno coronarico


  • B) tipo ostium primum


  • C) tipo seno venoso


  • D) tipo cavale inferiore


  • E) tipo ostium secundum


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' tipo ostium secundum '.

39 di 50 Domande

Nella stenosi aortica si ha tipicamente:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) sovraccarico diastolico del ventricolo sinistro


  • B) ipertrofia asimmetrica del setto


  • C) ipertrofia ventricolare sinistra


  • D) aumento di volume dell'atrio destro


  • E) ipertrofia atriale sinistra


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' ipertrofia ventricolare sinistra '.

40 di 50 Domande

Il massaggio cardiaco esterno si esegue in caso di:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) extrasistolia polifocale


  • B) flutter atriale


  • C) fibrillazione ventricolare


  • D) fibrillazione atriale


  • E) tachicardia ventricolare


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' fibrillazione ventricolare '.

41 di 50 Domande

In un paziente con blocco atrio-ventricolare completo e' indicato:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) non e' indicato il pace-maker


  • B) un defibrillatore


  • C) pace-maker atriale bipolare


  • D) tutte le risposte sono esatte


  • E) pace-maker atrioventricolare sequenziale


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la E
In un paziente con blocco atrio-ventricolare completo, ovvero con una completa interruzione della trasmissione elettrica dagli atri ai ventricoli e conseguente comparsa di dissociazione atrioventricolare, è indicato un pace-maker atrioventricolare sequenziale; tale dispositivo, provvisto di due elettrocateteri posti rispettivamente in atrio e ventricolo destro, permette di rilevare la presenza/assenza di attività elettrica e di inviare impulsi elettrici, qualora questi siano assenti, rendendo possibile una contrazione atrio ventricolare coordinata (risposta A errata).
Al contrario, un pacemaker atriale bipolare, ovvero con entrambi gli elettrodi rappresentanti il catodo e l‘anodo posti all’interno del cuore, non è indicato in caso di blocco della conduzione atrioventricolare ma può essere indicato in patologie con primaria disfunzione del nodo sinusale come la malattia del nodo seno atriale, condizione spesso idiopatica che può manifestarsi come bradicardia sinusale inappropriata, pausa sinusale, blocco senoatriale o sindrome bradicardia-tachicardia (risposta C errata).
Invece, il defibrillatore è un dispositivo elettrico utile nella prevenzione della morte cardiaca improvvisa aritmica ed è indicato in prevenzione primaria in pazienti con cardiopatia ischemica associata a FE<35%, in prevenzione secondaria in pazienti sopravvissuti ad episodi di fibrillazione o tachicardia ventricolare emodinamicamente significativa legati a cause non reversibili ed in specifici casi di condizioni ad alto rischio aritmico quali la sindrome di Brugada e la sindrome del QT lungo (risposta B errata).

42 di 50 Domande

In casi di arresto cardiaco, quale delle seguenti misure urgenti deve esere attuata per prima?

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) defibrillazione elettrica del cuore


  • B) iniezione intracardiaca di farmaci


  • C) monitoraggio dell'elettrocardiogramma


  • D) massaggio cardiaco esterno


  • E) ventilazione artificiale


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la 'massaggio cardiaco esterno '.

43 di 50 Domande

La causa piu' frequente di un'embolia arteriosa e'

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) flebotrombosi


  • B) fibrillazione atriale


  • C) aneurisma


  • D) insufficienza cardiaca


  • E) trauma


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' fibrillazione atriale '.

44 di 50 Domande

Qual e' il miglior approccio terapeutico iniziale in un paziente di 53 anni, ricoverato per angina ingravescente, che presenta all'improvviso perdita di coscienza, polso non rilevabile ed al monitor fibrillazione ventricolare:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) lidocaina 100 mg in bolo endovena


  • B) intubazione e ventilazione con pallone


  • C) defibrillazione 200 J


  • D) nitroglicerina ed eparina


  • E) adrenalina 1 mg in bolo endovena


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' defibrillazione 200 J '.

45 di 50 Domande

Quale tra le seguenti non puo' essere causa di embolizzazione arteriosa periferica?

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) fibrillazione atriale


  • B) trombosi portale


  • C) aneurisma dell'aorta addominale


  • D) endocardite


  • E) miocardiopatia dilatativa


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' trombosi portale '.

46 di 50 Domande

Quale delle seguenti aritmie ha la prognosi peggiore?

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) asistolia


  • B) fibrillazione atriale


  • C) tachicardia ventricolare


  • D) attivita' elettrica senza polso


  • E) fibrillazione ventricolare


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' asistolia '.

47 di 50 Domande

La fibrillazione atriale puo' provocare:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) embolia renale acuta


  • B) necrosi tubulare acuta


  • C) nefrite interstiziale acuta


  • D) necrosi papillare


  • E) cistopielite


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' embolia renale acuta '.

48 di 50 Domande

A proposito di edema polmonare cardiogenico, quale delle seguenti affermazioni e' errata?

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) E' in generale associato ad un aumento della pressione atriale sinistra.


  • B) Sono generalmente somministrati vasodilatatori.


  • C) Sono generalmente somministrati diuretici.


  • D) E' controindicata la PEEP perche' diminuisce ulteriormente la portata cardiaca.


  • E) E' indicata la somministarzione di O2.


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' E' controindicata la PEEP perche' diminuisce ulteriormente la portata cardiaca. '.

49 di 50 Domande

Ritorno venoso al cuore destro: quali sono i suoi determinanti?

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) volume ematico + pompa muscolare + negativita' endopleurica


  • B) pressione arteriosa + resistenze vascolari


  • C) pressione sistemica media + pressione atriale destra + resistenze venose


  • D) funzionalita' cardiaca


  • E) pressione arteriosa + pressione atriale destra + resistenze venose


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' pressione sistemica media + pressione atriale destra + resistenze venose '.

50 di 50 Domande

Per arresto cardiaco si intende:

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) La dissociazione elettromeccanica.


  • B) La cessazione dell'attivita' meccanica del cuore.


  • C) La fibrillazione ventricolare.


  • D) La cessazione dell'attivita' elettrica del cuore.


  • E) La cessazione dell'attivita' sia elettrica che meccanica.


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta e' la ' La cessazione dell'attivita' meccanica del cuore. '.

Flutter atriale

Materiale Gratuito

Gentile Dott., effettui il login per visualizzare il materiale richiesto gratuito.

Card image cap
Test Ammissione

Preparazione Avanzata

Card image cap
Test Ammissione

Preparazione Avanzata

Card image cap
Test Ammissione

Preparazione Avanzata