Paragrafi

Definizione
Epidemiologia
Eziologia e patogenesi
Storia clinica ed esame obiettivo
Diagnosi
Panoramica dei test
Gestione
Complicazioni e prognosi

Quiz Correlati


1 di 20 Domande

Qual'e' nell'iperaldosteronismo primario il sintomo clinico piu' costante fra questi?

  • A) crisi tetaniche


  • B) paralisi periodica


  • C) areflessia


  • D) ipertensione arteriosa


  • E) aritmie cardiache


  • F) Non seleziono nessuna risposta

  • Utenti che rispondono correttamente: 50%

La risposta corretta e' la ' ipertensione arteriosa '.


2 di 20 Domande

La piu' comune sindrome associata ad un adenoma benigno della corticale del surrene e':

  • A) virilismo


  • B) sindrome di Cushing


  • C) iperaldosteronismo primitivo


  • D) pseudoermafroditismo


  • E) morbo di Addison


  • F) Non seleziono nessuna risposta

  • Utenti che rispondono correttamente: 50%

La risposta corretta e' la ' iperaldosteronismo primitivo '.


3 di 20 Domande

Le caratteristiche clinico-laboratoristiche tipiche dell’iperaldosteronismo primitivo sono:

  • A) ipertensione, aumentati livelli sierici di aldosterone, renina soppressa, ipokaliemia, acidosi


  • B) ipertensione, aumentati livelli sierici di aldosterone, ridotti livelli di cortisolo, ipokaliemia


  • C) ipertensione, aumentati livelli sierici di aldosterone e di renina, ipokaliemia


  • D) ipertensione, edemi, aumentati livelli sierici di aldosterone, ipokaliemia ed ipernatremia


  • E) ipertensione, aumentati livelli sierici di aldosterone, renina soppressa, ipokaliemia


  • F) Non seleziono nessuna risposta

  • Utenti che rispondono correttamente: 50%

La risposta corretta è la E
Le caratteristiche clinico-laboratoristiche tipiche dell’iperaldosteronismo primitivo sono: ipertensione, aumento dei livelli sierici di aldosterone, renina soppressa, ipokaliemia.

4 di 20 Domande

Un uomo di 26 anni presenta un Body Mass Index (BMI) di 33. Quale delle seguenti patologie è MENO frequentemente associata a obesità?

  • A) Sindrome di Cushing


  • B) Sindrome di Conn


  • C) Craniofaringioma


  • D) Sindrome di Prader-Willi


  • E) Ipotiroidismo


  • F) Non seleziono nessuna risposta

  • Utenti che rispondono correttamente: 50%

La risposta corretta e' la B
Tra le opzioni elencate l’unica a non essere associata ad obesità è la sindrome di Conn, o iperaldosteronismo primario, associata ad ipertensione. 
Nella sindrome di Cushing l’aumento dei corticosteroidi in circolo è responsabile di un’obesità androide (risposta A errata); nel paziente con ipotiroidismo può essere presente sovrappeso o obesità poiché la carenza degli ormoni tiroidei porta ad un rallentamento del metabolismo (risposta E errata); la sindrome di Prader Willi è una malattia ereditaria caratterizzata da obesità (risposta D errata); il craniofaringioma comprimendo l’ipofisi determina un deficit ormonale cui può far seguito obesità (risposta C errata).

5 di 20 Domande

Un ragazzo di 28 anni, avvocato, è affetto da ipertensione. Sebbene la sua PA sia di 155/95 mmHg, è in trattamento farmacologico con Ramipril, Bisoprololo e Indapamide. Anamnesi patologica remota: nulla di rilevante. All'esame obiettivo la PA è di 150/95 mmHg, il polso 67/min e regolare, BMI 22. Nulla di patologico a carico di torace, cuore e addome. Le indagini di laboratorio sono le seguenti: Hb 13,1 g/dl, WCC 7,7 x10^9/l, PLT 203 x10^9/l, Na+ 143 mmol/l, K+ 3,1 mmol/l, Bicarbonato 30 mmol/l, Creatinina 95 micromol/l. Aldosterone: paziente supino 820 pmol/l (aumentato), Renina: paziente supino 1.0 pmol/l (diminuita). Quale delle seguenti è la diagnosi più probabile?

  • A) Adenoma surrenalico


  • B) Iperplasia surrenalica bilaterale


  • C) Stenosi dell'arteria renaleStenosi dell'arteria renale


  • D) Nefropatia da reflusso


  • E) Iperplasia surrenalica unilaterale


  • F) Non seleziono nessuna risposta

  • Utenti che rispondono correttamente: 50%

La risposta corretta è la B.
La diagnosi più probabile per un paziente con ipertensione, ipopotassiemia, alcalosi e iperaldosteronismo iporeninemico è quella di iperaldosteronismo primario, la cui causa sottostante più probabile (60-70%) è l'iperplasia surrenalica. In particolare, l’indagine più appropriata per la diagnosi è la TC addome, che potrebbe essere seguita da RMN, PET o SPECT in caso di dubbi sulla posizione dell'adenoma.

6 di 20 Domande

Un uomo di 31 anni si reca presso l’ambulatorio di Nefrologia per una ipertensione difficile da gestire e un graduale aumento della pressione arteriosa nell'ultimo anno, nonostante la terapia combinata con Ramipril 10mg, amlodipina 5mg e indapamide 1,5mg. La sua pressione arteriosa alla visita in ambulatorio e’ di 155/100 mmHg, la frequenza cardiaca di 68 bpm ed il polso e’ regolare. I toni cardiaci sono normali e l’esame obiettivo toracico e’ normale. L'addome e’ morbido e non teso, senza masse, e il BMI e’ 23 kg/m2. Gli esami di laboratorio a cui e’ stato sottoposto mostrano i valori indicati di seguito. Quale delle seguenti e’ la causa piu’ probabile dell'ipokaliemia di questo paziente?

product image
  • A) Iperaldosteronismo Iperreninemico


  • B) Utilizzo dell'indapamide


  • C) Feocromocitoma


  • D) Stenosi dell'arteria renale


  • E) Acidosi tubulare renale di tipo 4


  • F) Non seleziono nessuna risposta

  • Utenti che rispondono correttamente: 50%

La risposta corretta e’ la A.
L’iperaldosteronismo iperreninemico o sindrome di HHA o sindrome di Conn rappresenta la diagnosi piu’ probabile in questo caso dato che c'e’ ipertensione resistente a 3 agenti orali e una marcata ipopotassiemia con un potassio di 3,0 mmol/l. Altre cause di ipertensione non sono evidenti dallo scenario descritto. Al contrario, dato che questo paziente e’ trattato con la massima inibizione dell'ACE, e’ altamente improbabile che la prescrizione di un tiazide come il diuretico da solo possa ridurre il potassio di questo paziente a 3 mmol/l (risposta B errata). Invece, il feocromocitoma e’ anche esso associato ai disturbi della glicemia ed unl glucosio di 5 non e’ compatibile con una diagnosi di feocromocitoma; inoltre, il rilascio di adrenalina associato al feocromocitoma e’ spesso occasionale (risposta C errata). Contrariamente, nel caso in cui l'ipertensione di questo paziente fosse correlata alla stenosi dell'arteria renale, ci si aspetterebbe un aumento del potassio sierico e della creatinina in seguito all'introduzione di un ACE inibitore (risposta D errata). All’opposto, l'acidosi tubulare renale di tipo 4 e’ una sindrome di resistenza relativa all'aldosterone, che porta all'iperkaliemia, non all'ipopotassiemia (risposta E errata).

7 di 20 Domande

PER STABILIRE IL CARATTERE PRIMITIVO O SECONDARIO DI UN IPERALDOSTERONISMO NECESSARIO RICORRERE AL DOSAGGIO DELLA:

  • A) Aldosterone plasmatico


  • B) Cortisolemia


  • C) Attivita' reninica-plasmatica


  • D) Sodiemia


  • E) Potassiemia


  • F) Non seleziono nessuna risposta

  • Utenti che rispondono correttamente: 50%

La risposta corretta e' la 'Attivita' reninica-plasmatica'.


8 di 20 Domande

NELL'IPERALDOSTERONISMO PRIMITIVO IL MANTENIMENTO DELL'IPERTENSIONE E' DOVUTO A:

  • A) Aumento delle resistenze periferiche 


  • B) Ipopotassiemia


  • C) Ipervolemia


  • D) Iperreninemia


  • E) Tutte le risposte sono corrette


  • F) Non seleziono nessuna risposta

  • Utenti che rispondono correttamente: 50%

La risposta corretta e' la 'Aumento delle resistenze periferiche '.


9 di 20 Domande

QUALE DEI SEGUENTI SINTOMI CONFORTANO LA DIAGNOSI DI IPERALDOSTERONISMO PRIMITIVO?

  • A) Aumento della renina


  • B) Tutte le risposte sono corrette


  • C) Nessuna risposta corretta


  • D) Iposodiemia


  • E) Iperincrezione di ACTH


  • F) Non seleziono nessuna risposta

  • Utenti che rispondono correttamente: 50%

La risposta corretta e' la 'Nessuna risposta corretta'.


10 di 20 Domande

L'IPERALDOSTERONISMO PRIMARIO E' CARATTERIZZATO DA:

  • A) ipokaliemia


  • B) reninemia alta


  • C) ipotensione


  • D) turbe dell'alvo


  • E) iponatriemia


  • F) Non seleziono nessuna risposta

  • Utenti che rispondono correttamente: 50%

La risposta corretta e' la A
Poiché l’aldosterone aumenta l’escrezione renale del potassio, l’iperaldosteronismo primario è caratterizzato da ipokaliemia. L’iperaldosteronismo primario, anche noto come Sindrome di Conn, è caratterizzato da aumento dell’aldosterone plasmatico e urinario con attività reninica soppressa e non stimolabile, causato dalla produzione autonoma di aldosterone da parte della corteccia surrenalica. Clinicamente si manifesta con ipertensione severa, resistente al trattamento farmacologico; inoltre, sono presenti numerosi sintomi dovuti all’ipokaliemia, quali astenia, turbe del batmotropismo ventricolare, poliuria, polidipsia e intolleranza glucidica.

11 di 20 Domande

UNA POTASSIEMIA NORMALE ESCLUDE UNA DIAGNOSI DI IPERALDOSTERONISMO:

  • A) Nessuna risposta corretta


  • B) No, se il paziente segue una dieta iposodica 


  • C) Sempre


  • D) No, se il paziente segue una dieta ipersodica 


  • E) No, se il paziente effettua l'analisi in ortostatismo


  • F) Non seleziono nessuna risposta

  • Utenti che rispondono correttamente: 50%

La risposta corretta e' la 'No, se il paziente segue una dieta iposodica '.


12 di 20 Domande

Una donna di 45 anni lamenta astenia e debolezza muscolare. Riferisce inoltre episodi intermittenti di cefalea. L'esame obiettivo è negativo tranne per una P.A. di 155/105. Gli esami di laboratorio non mostrano alterazioni tranne per gli elettroliti sierici che hanno i seguenti valori: sodio 152 mmol/l, potassio 2.5 mmol/l, cloro 110 mmol/l e anidride carbonica di 37 mmol/l. La paziente non assume farmaci. I livelli plasmatici di renina non aumentano in ortostatismo. Il test successivo più appropriato è:

  • A) Il test di soppressione al desametasone


  • B) Una scansione TAC dell'addome


  • C) Il dosaggio dell'aldosterone plasmatico dopo infusione endovenosa di soluzione salina


  • D) Il dosaggio dell'aldosterone plasmatico dopo un digiuno notturno


  • E) La determinazione dei cataboliti delle catecolamine su di un campione delle urine delle 24 ore


  • F) Non seleziono nessuna risposta

  • Utenti che rispondono correttamente: 50%

La risposta corretta è la C.
In base ai reperti clinico-anamnestici e laboratoristi, la paziente del caso clinico presenta verosimilmente ipertensione arteriosa da eccesso di mineralcorticoidi. In particolare, le indagini da effettuare nel sospetto di tale patologia sono: il dosaggio degli elettroliti sierici, il dosaggio plasmatico e urinario degli ormoni mineralo-attivi (basale e dopo stimolo) e la determinazione dell’attività renina plasmatica. Fra le indagini dinamiche per lo studio di tale patologia rientrano il test dell’infusione salina, il test del cambiamento di postura e il test al captopril. In particolare, la paziente del caso clinico può essere sottoposta al test dell’infusione salina, che confermerà la diagnosi di iperaldosteronismo primario, misurando la concentrazione plasmatica di aldosterone, che in caso di risposta patologica sarà soppresso. Al contrario, dopo la somministrazione di soluzione salina, e non con il digiuno, l’aldosterone dovrebbe essere soppresso (risposta D errata). All’opposto, il test di soppressione al desametasone trova un razionale nel morbo di Cushing (risposta A errata). Infine, la determinazione dei cataboliti delle catecolamine su un campione delle urine delle 24 ore sarebbe utile in caso di sospetto di feocromocitoma (risposta E errata).

13 di 20 Domande

QUAL'E' LA PIU' COMUNE ALTERAZIONE PATOLOGICA DELL'IPERALDOSTERONISMO?

  • A) Adenoma


  • B) Carcinoma


  • C) TBC


  • D) Iperplasia


  • E) Atrofia


  • F) Non seleziono nessuna risposta

  • Utenti che rispondono correttamente: 50%

La risposta corretta e' la 'Adenoma'.


14 di 20 Domande

IL TRATTAMENTO DELL'IPERALDOSTERONISMO PRIMARIO COMPRENDE:

  • A) Dieta povera di sale


  • B) Tutte le risposte sono corrette


  • C) Trattamento chirurgico


  • D) Nessuna risposta corretta


  • E) Spironolattone


  • F) Non seleziono nessuna risposta

  • Utenti che rispondono correttamente: 50%

La risposta corretta e' la 'Tutte le risposte sono corrette'.


15 di 20 Domande

Nell'iperaldosteronismo primario e' caratteristico:

  • A) una ipercalcemia con ipofosforemia


  • B) una ipernatriemia con ipokaliemia


  • C) un aumento dell' TSH plasmatico


  • D) una elevazione dei 17 chetosteroidi urinari


  • E) una caduta del cortisolo plasmatico


  • F) Non seleziono nessuna risposta

  • Utenti che rispondono correttamente: 50%

La risposta corretta e' la ' una ipernatriemia con ipokaliemia '.


16 di 20 Domande

La reninemia e' generalmente diminuita in una di queste condizioni:

  • A) Iperaldosteronismo primitivo


  • B) Ipertensione maligna


  • C) Diabete insipido


  • D) Sindrome di Bartter


  • E) Pielonefrite con perdita di Na e K


  • F) Non seleziono nessuna risposta

  • Utenti che rispondono correttamente: 50%

La risposta corretta e' la ' Iperaldosteronismo primitivo '.


17 di 20 Domande

Nell'iperaldosteronismo primitivo si osserva:

  • A) ridotta escrezione urinaria di potassio e cloro


  • B) aumento della renina e dell'aldosterone sierici


  • C) ipopotassiemia ed acidosi metabolica


  • D) diminuzione della renina e aumento dell'aldosterone sierici


  • E) aumento dell'escrezione urinaria di sodio e cloro


  • F) Non seleziono nessuna risposta

  • Utenti che rispondono correttamente: 50%

La risposta corretta e' la ' diminuzione della renina e aumento dell'aldosterone sierici '.


18 di 20 Domande

L'iperaldosteronismo primario si puo' manifestare con:

  • A) iposodiemia


  • B) ipopotassiemia


  • C) ipercloremia


  • D) elevata attivita' reninica plasmatica


  • E) acidosi


  • F) Non seleziono nessuna risposta

  • Utenti che rispondono correttamente: 50%

La risposta corretta e' la ' ipopotassiemia '.


19 di 20 Domande

Nell'iperaldosteronismo quale di questi valori ematici alterati sono riscontrabili?

  • A) ipopotassiemia


  • B) iponatriemia


  • C) ipernatriemia


  • D) normali valori di sodio e potassio 


  • E) iperpotassiemia


  • F) Non seleziono nessuna risposta

  • Utenti che rispondono correttamente: 50%

La risposta corretta e' la 'ipopotassiemia'.


20 di 20 Domande

Cosa si osserva nell'iperaldosteronismo primario?

  • A) Ipoglicemia


  • B) Iperreflessia


  • C) Ipopotassiemia


  • D) Ipotensione arteriosa


  • E) Diminuita increzione di insulina


  • F) Non seleziono nessuna risposta

  • Utenti che rispondono correttamente: 50%

La risposta corretta e' la ' Ipopotassiemia '.

Iperaldosteronismo primario

Materiale Gratuito

Gentile Dott., effettui il login per visualizzare il materiale richiesto gratuito.